Neurochirurgia Ospedale Cardinale Panico

Neurochirurgia Ospedale Cardinale Panico

 
4.9 (8)
Scrivi Recensione
Il reparto di Neurochirurgia dell'Ospedale Cardinale Giovanni Panico di Tricase in provincia di Lecce, situato in Via San Pio X 4, ha come Direttore responsabile il Dott. Antonio Scollato. Il reparto ha come scopo la cura e il trattamento chirurgico di patologie cerebro-spinali: patologie tumorali, patologie malformative, patologie vascolari, patologia degenerativa del rachide (ernie discali, stenosi del canale e spondilolistesi, spondilosi ecc.), patologie del sistema nervoso periferico.

Recensioni dei pazienti

8 recensioni

 
(8)
4 stelle
 
(0)
3 stelle
 
(0)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.9
 
5.0  (8)
 
4.9  (8)
 
5.0  (8)
 
4.9  (8)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Alta professionalità ed attrezzature d'avanguardia

In data 6 dicembre 2018 ho subìto un intervento di neurochirurgia alle vertebre L5 ed S1; intervento eseguito dal dott. Scollato presso il reparto di neurochirurgia dell'ospedale di Tricase. Il primario dott. Scollato e tutta la sua equipe, tra tutti il dott. Forcato, sono stati eccezionali sia sotto il profilo professionale che umano. Confesso che le aspettative erano alte dato il curriculum del dott. Scollato e la riconosciuta eccellenza dell'Ospedale Cardinale Panico di Tricase, ma ciò che ho riscontrato è stato addirittura superiore alle mie attese. Un grazie sentito, quindi, al dott. Scollato e all'Ospedale Ecclesiastico Cardinale Panico di Tricase.

Patologia trattata
Stenosi del canale vertebrale lombare centrale foraminale.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza del dott. Antonio Scollato

Il dott. Antonio Scollato mi ha ridato la vita. Un intervento in extremis all'idrocefalo in fase acuta ha avuto ottimo successo il 6 settembre 2018 a Tricase. Altri neurochirurghi, in altri ospedali, mi avevano già liquidato, dando alla mia famiglia poche speranze. Sono qui ora, dopo l'intervento del dott. Scollato, a scrivere questa recensione perfettamente lucido e in buone condizioni di salute.
Grazie dott. Scollato, che dedica la sua professionalità all'altro in estrema difficoltà per una buona sanità e ricerca umanistica.

Patologia trattata
Idrocefalo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Fistola liquorale in idrocefalo

Ringraziamo di cuore il reparto di neurochirurgia del ospedale di Tricase, in particolare il dott. Scollato e tutta la sua equipe per la professionalità e l’umanità dimostrate nella cura di mia madre, operata il 13 marzo per una fistola liquorale in idrocefalo con rinorrea del liquido cerebrospinale.
Dopo l’intervento, andato benissimo, abbiamo subito notato dei miglioramenti anche nella quotidianità. Oltre alla competenza professionale, hanno dato la massima disponibilità in tutto.
Consiglio a chiunque avesse la necessità di curare questa patologia, di affidarsi alle cure di questi medici.
Un sentito ringraziamento a tutti.

Patologia trattata
Idrocefalo comunicante.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Tumore vertebrale con compressione midollo in T4

La storia la riduco in sintesi. Nel 2012 lamento dolori fortissimi al sacro; faccio il giro dei vari ospedali della zona, poi del nord, ma senza risultato. Solo dopo due anni, nel 2014, in un ospedale di Roma riscontrano un cordoma del sacro, subito rimosso. Nel 2015 mi sottopongo a nuova operazione per recidiva. Nel 2017 tumore tiroideo latero-cervicale sinistro con metastasi con intervento sempre a Roma. Pensavo di aver finito, ero stanco, ma da una RM nel 2017 riscontrano un cordoma vertebrale con compressione midollare in T4. Un tumore difficile da operare mi dicevano, che mi ha indotto successivamente a stare su una sedia a rotelle. Ero stanco di dover fare i viaggi della speranza. Il Signore mi ha aiutato perchè leggo su internet che a Tricase hanno creato il reparto di neurochirurgia, che ha come primario il Dott. Antonio Scollato. Una speranza. Trovo il cellulare e chiamo. Mi risponde cortesemente e mi chiede per telefono il mio problema. Dopo una visita nel suo studio mi dice con estrema sincerità ed in modo dettagliato tutto quello che si poteva fare ed ottenere. Dopo un primo ricovero per gli accertamenti di routine, mi richiama per intervenire su questo nuovo cordoma. Terapia antibiotica e poi rimozione del corpo di D4 e della massa paravertebrale mediastinica mediante approccio di Larson e costotrasvectomia T4 e T5 sinistra + stabilizzazione T3 e T5 posteriore e ricostruzione del soma di T4 con polimetilacrilato.
Una operazione da far invidia a qualsiasi centro. Per questo devo ringraziare in modo particolare il Dott. Antonio Scollato che con la sua preparazione mi ha dato ancora speranze, la stessa equipe, il Dott. Forcato ed il Dott. Trougu, sempre presenti per qualsiasi domanda e nel risolvere necessità e richieste. Non serve più fare i viaggi della speranza, da oggi qui a Tricase nel reparto di Neurochirurgia c'è la certezza di avere non solo l'eccellenza, ma anche la competenza vera, quella che eravamo consoni trovare altrove.
Devo infine fare un grande ringraziamento a Sorella Anna per la sua dedizione e continua presenza ed un grazie a tutto il reparto.

Patologia trattata
Cordoma vertebrale con compressione midollare in T4.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellente

Un centro eccellente dove subito hanno capito il problema di mio padre. Aabbiamo trovato un neurochirurgo, il dottor Triungu, molto bravo e competente e soprattutto umano, all’altezza della situazione. L’intervento è andato bene, anzi benissimo, ma aldilà di questo sono stata contenta di come è stato trattato mio padre, fare 150 km. ogni giorno ne è valsa la pena. Non voglio invece giudicare l’operato che stato fatto dai neurochirurghi del Vito Fazzi, al momento non mi sento di giudicare, però una cosa è certa: hanno sottovalutato tantissimo il problema di papà.

Patologia trattata
Emorragia cerebrale in seguito a trauma cranico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Il 26 aprile 2018 mi sottoponevo ad intervento neurochirurgico dell'idrocefalo, causa della mia ipertensione. Grazie all'eccellente professionalità del Dott. Antonio Scollato, l'intervento è riuscito con successo. Mi è stata impiantata una valvola regolabile in titanio per normalizzare l'eccesso di liquido cerebro-spinale.
Colgo l'occasione per ringraziare veramente tutti, rassicurando che realtà come la mia anche nel Salento si possono risolvere.
Per quanto concerne la struttura ospedaliera, è doveroso sottolineare l'ottima sinergia tra i reparti e l'accurata pulizia giornaliera.

Patologia trattata
Idrocefalo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Idrocefalo normoteso

Drenaggio spinale prolungato, praticata profilassi antibiotica con Targosid e Glazidim che la paziente ha ben tollerato. In data 03 maggio 2018 la paziente è stata sottoposta a trattamento chirurgico di derivazione liquorale per idrocefalo cronico con valvola programmabile in Titanio ProGAV B.Braun- Aesculap dotata di unità shunt assistent (20) e regolata a 110 mmH2O.
Un ospedale molto accogliente, mi sono ritrovato davanti persone molto competenti e molto professionali nel settore, in modo particolarmente speciale il Dott. Antonio Scollato, col quale mi sono trovato benissimo essendo un professionista d'eccellenza che mi ha offerto un servizio impeccabile e con una serietà di alto livello. E' intervenuto in modo molto efficace sulla malattia che aveva colpito mia madre, IDROCEFALO NORMOTESO, portando a successo l'operazione. Un ringraziamento va a tutto il personale del reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Tricase, che si è dimostrato sempre molto disponibile e attento alle esigenze di tutti e un ringraziamento soprattutto al Dott. Antonio Scollato.

Patologia trattata
Idrocefalo normoteso.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

MIELOPATIA SPONDILOARTROSICA CERVICALE GRAVE

Il 13 marzo 2018 sono stato sottoposto dal Dott. Antonio Scollato a trattamento chirurgico di corpectomia dei somi di C5 e C6 e discectomia C4-C5 e C6-C7, liberazione della corda midollare, delle radici C5-C7 di entrambi i lati e posizionamenti di cage ad espansione in peek e placca in titanio tra C4 e C7.
Ho avuto la necessità di sottopormi a questo intervento perché da qualche anno avevo riscontrato una riduzione della forza alla pressione di entrambe le mani e difficoltà nell’esecuzione dei movimenti fini delle dita, ciò mi impediva di svolgere anche le azioni quotidiane più semplici come mangiare o fare la barba.
Il 26 luglio 2017 sono stato accompagnato al P.S. del presidio ospedaliero “Vito Fazzi” di Lecce per forti dolori al petto, ai polsi e alle gambe accompagnati da difficoltà respiratoria e motoria. Qui sono stato sottoposto a diversi esami ed è stata visionata la documentazione relativa alla risonanza magnetica; quindi il medico del pronto soccorso ha richiesto una consulenza neurologica e successivamente neurochirurgica.
La diagnosi di entrambe è stata molto preoccupante, dovevo essere operato d’urgenza ma comunque con poche probabilità di riuscita, a loro dire rischiavo la sedia a rotelle.
Sconcertato e con le medesime difficoltà con cui ero stato accettato in P. S. sono stato dimesso alle ore 2.00 del 27 Luglio 2017. Successivamente mi sono rivolto al neurochirurgo Dott. ANTONIO SCOLLATO, il quale dopo aver esaminato la risonanza magnetica in mio possesso, ha riscontrato una mieloradicolopatia cervicale C5, C6 e C7. Nonostante questa diagnosi, il Dott. Scollato mi ha assicurato la riuscita dell’intervento con una percentuale di rischio minore rispetto a quella che mi era stata indicata in precedenza.
Per tanto sono stato sottoposto all’intervento chirurgico sopra descritto presso l’ospedale “Cardinale G. Panico” di Tricase (LE) dal Dott. Scollato, responsabile U.O. di Neurochirurgia, e dalla sua equipe.
L’utilizzo della metodica TC intraoperatoria ha consentito di ottenere un’ottimale decompressione del canale e dopo ben dieci ore di sala operatoria, seguite da una notte in rianimazione a causa delle mie precedenti condizioni cardiologiche, non potete immaginare la gioia nel vedere da subito le mie braccia e le mie gambe muoversi liberamente.
Ringrazio il medico per la sua alta professionalità e disponibilità e gli sono grato per la scelta di trasferirsi presso l’ospedale di Tricase, consentendomi di affrontare questa delicata situazione circondato dai miei familiari.
Un ringraziamento va a tutto il personale del reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Tricase, che si è dimostrato sempre molto disponibile e attento alle esigenze di tutti, pazienti e non solo.

Patologia trattata
MIELOPATIA SPONDILOARTROSICA CERVICALE GRAVE CON COMPRESSIONE DELLA CORDA MIDOLLARE NEL TRATTO C4-C7 (tre livelli).


Altri contenuti interessanti su QSalute