Neurologia Campus universitario Venuta

 
3.6 (2)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Neurologia del Campus Universitario Salvatore Venuta di Catanzaro, situato in località Germaneto, ha come Direttore il Prof. Antonio Gambardella. Il Prof. Quattrone ha contribuito in modo rilevante alla scoperta di nuove modalità diagnostiche e terapeutiche nella malattia Parkinson e nella cefalea cronica quotidiana. Le sue ricerche più recenti riguardano l'identificazione di nuovi marcatori neuroradiologici indispensabili per la diagnosi precoce di Parkinson e per la diagnosi differenziale tra questa malattia e i Parkinsonismi. Il professore è inoltre titolare di due brevetti industriali frutto delle ricerche sulla malattia di Parkinson. Il reparto, dotato di 14 posti letto di ricovero ordinario, si occupa della diagnosi e cura di tutte le malattie neurologiche. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Prof. Angelo Labate, Dott. Francesco Bono, Dott.ssa Paola Valentino, Dott. Maurizio Morelli, Dott.ssa Gennarina Arabia.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
3.6
Competenza 
 
3.5  (2)
Assistenza 
 
3.5  (2)
Pulizia 
 
4.0  (2)
Servizi 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Valutazione tecnica e comportamentale

Dopo anni mi sono determinato a raccontare ciò che è successo alla mia famiglia. Quattro anni fa, a seguito di una prima crisi di natura epilettica, mio figlio di anni 10 con il PS del locale ospedale venne trasportato presso il reparto di pediatria di Cosenza. Gli accertamenti effettuati presso il reparto di pediatria di Cosenza, con il Primario f.f., si limitavano alla temperatura corporea e a far fare un elettroencefalogramma, giudicato privo di rilievi clinici. Il primario, pertanto, non provvedeva ne’ a raccogliere dati anamnestici, ne’ ad approfondire con indagini più mirate.
Dietro nostra insistenza, assecondava la nostra richiesta di genitori apprensivi facendo fare una risonanza magnetica. Soddisfatto della rispondenza tra le sue previsioni scientifiche e la risonanza magnetica, ci informava scuotendo la testa, che “....nella risonanza non c’è niente“.
Il f.f. di Primario ci indicava quindi il dr. Gambardella Antonio quale luminare epilettologo di Catanzaro. Quest’ultimo accademico catanzarese, al primo appuntamento ci informava “ di non essere disposto a visionare risonanze magnetica fatte da altri”. A seguito di un solo elettroencefalogramma, poi sentenziò e diagnostico’ “epilessia focale idiopatica” e somministrava terapia farmacologica senza nemmeno farla precedere da un esame ematico. A seguito del ripetersi di altre crisi, l’accademico catanzarese provvedeva ad aumentare il dosaggio. La faccio breve: recandoci presso Strutture serie di altro territorio, scopriamo che: 1) dalla risonanza magnetica emergono aree ischemiche; 2) che dalla risonanza magnetica era già ipotizzabile l’esclusione di una epilessia organica attesa la specificità delle aree interessate; 3) che a seguito di indagini approfondite cardiache a mezzo eco-doppler con ago cannula è emerso la non chiusura del foro ovale pervio (altro che a certe cose la scienza non ci arriva); 4) che da una risonanza magnetica 3t si è indirizzati le ricerche dell’eziologia delle epilessia verso il cuore. CONCLUSIONI: al dr. Gambardella consiglio sommessamente di essere più umile. Alla politica consiglio di stare lontana dai reparti e dalle università. Ai genitori calabresi di figli con problematiche neurologiche, consiglio di farsi le valigie ed andare fuori.
Mi sento decisamente più libero.

Patologia trattata
Crisi convulsive.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un orgoglio per la Calabria

Ho accompagnato qui mio padre, da qualche mese soffriva di un tremore continuo alla mano di destra. In ambulatorio siamo stati ricevuti da un neurologo, il Dr. Morelli. Ci aspettavamo un medico severo e tutto di un pezzo, invece ci siamo trovati dinnanzi un giovane medico, il dr. Morelli, che ci ha accolti con un sorriso gigantesco. In pochi minuti di colloquio con questo dottore mio padre, che era entrato terrorizzato, si è subito tranquillizzato. Il dr. Morelli ci ha spiegato con calma e semplicità il problema di mio padre, spiegando quali esami era necessario fare, quali medicine prendere e come prenderle. Da quando mio padre ha iniziato la terapia, è ritornato a fare un vita normalissima e sembra non avere proprio la malattia. Avevamo sentito parlare bene di questo reparto e con grande orgoglio da calabresi siamo contenti di consigliarlo a chiunque abbia la sfortuna di soffrire di un disturbo neurologico.

Patologia trattata
Malattia di Parkinson.


Altri contenuti interessanti su QSalute