Dettagli Recensione

 
Ospedale Civile S.Agostino-Estense di Modena
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

UN ANNO DALLA MIA MALATTIA

Sono Alessia, ho 21 anni e spero vivamente che con questo semplice messaggio possa aiutare tante altre persone; proprio come esattamente un anno fa, ero io presa nel leggere ogni commento di pazienti, per poter accertarmi di mettermi in mani competenti.
Basta una parola: ANGELI!
I dottori, i chirurghi, sono stati semplicemente i miei angeli custodi che sono riusciti completamente a cambiare la mia vita. È passato così velocemente questo anno, anno in cui ho subìto una pesante operazione, quale? Lobectomia temporale destra. Ho scoperto di avere una displasia corticale e consecutivamente sono diventata epilettica con svariati casi quasi ogni settimana... L'intervento è stato molto duro e difficile, 12 ore! La convalescenza altrettanto difficile... Ma con tanta forza di volontà e tanto coraggio sono riuscita ad andare avanti! Forse la cosa più faticosa, oltre che l'immenso dolore, è stato accettare i mutamenti dei miei lineamenti dovuto ovviamente alla dura operazione subìta al cervello. I chirurghi, i miei angeli custodi, nello specifico il Dott. Giacomo Pavesi, Dott. Meletti e Dott. Feletti, mi hanno seguita dall'inizio fino alla fine ed hanno fatto un lavoro eccezionale. Con tanta cura nell'igienizzare e pulire la cicatrice, adesso vado veramente fiera di portarla sempre con me.. È stato difficile vedermi pelata e con i capelli che cadevano, ma oggi ho una bellissima chioma e devo tutto a loro. Quasi non riuscirei più a vedermi senza la mia cicatrice che, scioccamente, all'inizio detestavo e cercavo in ogni modo di nascondere. Quel che voglio lasciare come messaggio é che questa, fa e farà parte di noi e dobbiamo andare davvero fiere/i di portare questa impronta di esperienza di vita!
Ad un anno dalla mia valigia in ospedale, purtroppo non posso confermare di essere guarita e di stare bene, ho avuto una grande ricaduta a settembre (4 mesi dopo l'intervento), forse tra le più dure.. Ma i dottori avevano già preso in considerazione ipotetiche ricadute di "assestamento". Oggi continuo con la mia terapia a base di keppra e di rivotril e giorno dopo giorno sento che andrà sempre meglio.
Mi sono sentita davvero come in una famiglia, e ad oggi devo tutto a loro! Un grazie e un abbraccio enorme a tutti i pazienti che magari mi stanno leggendo, nella speranza che la mia esperienza possa avervi aiutati e tranquillizzati!
Alessia

Patologia trattata
Displasia corticale.

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute