Centro Ortopedico di Quadrante Omegna

 
3.4 (10)
Scrivi Recensione
Indirizzo
via Buozzi 25, Omegna (VB)
Telefono
0323 6601111
Il Centro Ortopedico di Quadrante è situato in via Buozzi 25 ad Omegna in provincia di Verbano Cusio Ossola. Il Centro Ortopedico di Quadrante è attivo da 2003 a seguito della trasformazione dell'Ospedale Madonna del Popolo di Omegna in un centro specializzato in ortopedia programmata. La struttura è centro regionale di eccellenza in ambito ortopedico, destinato a servire un bacino d'utenza che comprende quattro aziende sanitarie piemontesi: A.S.L. 11, 12, 13 e 14. Il Centro Ortopedico si occupa della cura e diagnosi nei seguenti ambiti: ortopedia, riabilitazione funzionale, medicina interna, chirurgia generale e vascolare, oculistica, odontoiatria, chirurgia maxillo-facciale, ambulatorio polispecialistico e di diagnostica strumentale, radiologia digitale, TAC, risonanza magnetica nucleare, mammografia, ecografie.

Recensioni dei pazienti

10 recensioni

 
(4)
 
(1)
 
(2)
 
(3)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.4
 
3.0  (10)
 
2.9  (10)
 
4.4  (10)
 
3.4  (10)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
2.0

Esperienza negativa

Dopo essermi rivolto a diversi ortopedici per rimuovere un menisco e ricostruire un LCA che, per un motivo o per l'altro, incassavano i soldi della visita ma mi davano tempo di attesa di un anno e più (o addirittura non mi potevano inserire in lista - 120 euro a visita..), mi viene consigliato di rivolgermi privatamente ad un ortopedico del Quadrante di Omegna. Prendo appuntamento e vengo visitato. Mi viene detto che dopo i 40 anni si usa il legamento artificiale, che verrò operato a breve (2 mesi) e che posso stare tranquillo. Risultato: operato in day hospital, mi dimettono il giorno dopo l'intervento come stabilito dalla legge ( la clinica non viene pagata per degenza più lunghe, quindi sono "obbligati" a dimettere i pazienti); dopo 24 ore mi ritrovo la gamba gonfia dall'inguine alla caviglia, con qualcosa che blocca lo scorrimento del tendine del quadricipite, bloccandomi la flessione, e febbre a 40. Chiamo il numero di riferimento del post operatorio e mi dicono che non possono fare nulla e di contattare l'ortopedico. Provo a chiamare ma non risponde nessuno, essendo il chirurgo in sala operatoria. Mi reco dal mio dottore, che si preoccupa per un probabile rigetto, mi prescrive bombe antibiotiche e mi dice si chiamare il chirurgo che mi ha operato consigliandomi di andare subito al pronto soccorso. Al pronto soccorso di zona mi ricevono subito preoccupandosi dell'aspetto della gamba e facendo immediatamente una puntura di antibiotici. Nel frattempo vengo contattato dal chirurgo che mi ha operato che, senza avermi visto, sminuisce la situazione e mi dice di passare il giorno dopo per un controllo dicendo che i medici di base si preoccupano per nulla (il mio "medico di base" è un chirurgo oncologo ricercatore e docente che mi ha già salvato la vita una volta...). Mi presento alla visita, ovviamente la gamba è notevolmente migliorata grazie alle bombe antibiotiche somministrate e mi viene detto "Visto? Non ha nulla! I medici di base non sanno che una reazione così è normale... Faccio presente che mi sento bloccare il tendine del quadricipite da "qualcosa" che ne blocca il corretto funzionamento. Mi viene risposto che se ci fosse stato qualcosa si sarebbe visto dall'RX postoperatoria ma, visto che non era stato detto nulla dal radiologo, tutto era a posto... La situazione sembra a posto, tranne che per il continuo bloccarsi del solito tendine. Dopo qualche mese, senza aver avuto traumi di alcun genere, inizia a dolere il ginocchio e a gonfiarsi. Penso ad una infiammazione passeggera, ma la situazione peggiora. Vengo mandato a fare una RMN che evince la rottura del neolegamento artificiale, la rottura del menisco precedentemente parzialmente rimosso e, dopo altra visita ortopedica e Rx, salta fuori che ho anche avuto un effetto tergicristallo che ha allargato il foro fatto per fissare il legamento e che la vite femorale sporge dell'osso e probabilmente è quello su cui il legamento ogni tanto si blocca provocando versamento e infiammazione. Morale: dopo aver perso il lavoro perché non riuscivo più a camminare (faccio lo chef e vivo in piedi) dovrò sottopormi a due interventi, uno di bonifica e uno dopo 5 mesi di ricostruzione, questa volta con legamento naturale. Specifico che i dottori che ho consultato hanno ufficiosamente detto che l'operazione non è stata fatta nel miglior modo possibile, ma ovviamente nessuno me lo ha messo per iscritto. Oltretutto, oramai a distanza di otto mesi dalla scoperta della rottura, anche il menisco interno è entrato in sofferenza e si sta riducendo lo spazio cartilagineo. Sono certo che la clinica sia assolutamente all'avanguardia, ma il trattamento a me riservato penso sia stato superficiale e senza empatia, oltre che imperizioso. Mi sono riletto il giuramento dei medici e dice tutt'altro rispetto a come sono stato trattato. Ovviamente mi sto informando per una causa per imperizia.

Patologia trattata
Meniscectomia selettiva - ricostruzione LCA con LARS.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento EDL L4-L5 microdiscectomia

Un struttura ottima ubicata vicino alla riva del lago d'Orta.
Spero di non dimenticare nessuno, dai neurochirurghi Dott. Ferraro Giuseppe e Dott. Iofrida Giuseppe - di una umanità e professionalità fantastiche, ti mettono subito a tuo agio - alle infermiere sempre pronte a scherzare e a tranquillizzarti, dalle OSS sempre presenti al personale di pulizia.

Patologia trattata
Ernia espulsa discale L4-L5.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Trauma distorsivo caviglia

Mi sono recata al centro di Omegna per una prima visita ortopedica causa caviglia slogata, attraverso Cup, pagando ticket di 26 euro. Sono di Domodossola ma, visto che non c'era posto prima di due settimane, sono stata indirizzata a Omegna in questo centro. Sono capitata con il medico ortopedico in sede. Sono stata subito apostrofata con scortesia..CHE CI FA QUI LEI DI DOMODOSSOLA A OMEGNA..???? e poi visto che sono di nazionalitá Svizzera, ANCORA UNA STRANIERA CHE VIENE A FARSI VISITARE GRATIS. Lascio a voi le conclusioni. I8o dal canto mio penso che se un medico non ama quello che fa, debba almeno avere un po' di educazione verso i pazienti, CHE SONO ANCHE CLIENTI.

Patologia trattata
Trauma distorsivo caviglia sx.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellente

Sono stato operato per ricostruzione del legamento crociato anteriore e menisco.
Mi hanno seguito professionisti competenti, premurosi e soprattutto persone di grande spessore umano, molto cortesi e disponibili, dalle Infermiere ai medici.
In particolare ringrazio il Dott. Gallo che mi ha seguito con meticolosità in tutte le fasi operatorie.

Patologia trattata
Rottura legamento crociato anteriore.
Rottura legameto collaterale mediale e menisco con rottura a manico di secchio.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Dito a scatto

Per essere un centro ortopedico di Quadrante, mi aspetterei qualcosa di più. Se succede qualcosa di pomeriggio, emergenza al pronto soccorso di tipo ortopedico, vieni rimandato al giorno dopo e non è detto che vieni visitato.
Mio marito è stato visitato per un dito che si è bloccato e storto, e si è sentito dire che anche nell'altra mano era storto. Alla fine ci siamo dovuti rivolgere all'Ospedale di Legnano, dove verrà operato a breve.

Patologia trattata
Dito a scatto.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Ottima struttura

Ottimo centro e bravi i medici, spiegano bene tutto prima dell'intervento, dopo passano e spiegano quanto hanno fatto.
Personale infermieristico ed Oss validi (come al solito c'è qualche cafona, ma per fortuna solo una minoranza).
Anestesisti: mi hanno svegliato col tubo in gola!!!!
Ho fatto 5 anestesie totali e questa è in assoluto la prima volta che mi svegliano con il tubo nella gola, non mi hanno neppure avvisato prima di addormentarmi!

Patologia trattata
Al setto nasale
Punti di forza
Nella globalità ottima struttura.
Punti deboli
Anestesisti.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Delusione

Seppur in un ambito di un ospedale pulito e ben organizzato, la delusione più grossa è venuta dai chirurghi. Operato dal Dott. B., ho avuto l'impressione di essere niente più di un numero, come in catena di montaggio. Scarsa l'assistenza post operatoria. Intervento spiegato con un frettoloso colloquio di pochi secondi, col sottoscritto ancora sotto effetto di anestetico, e descritto in cartella in un paio di righe. Medico capace di farsi pagare anche la visita post operatoria.

Patologia trattata
Condropatia rotulea.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

RECENSIONE POSITIVA

Scrivo questa recensione per mia moglie (e per le 2 compagne di camera) e che naturalmente condivido pienamente!
"Siamo piacevolmente sorpresi di avere un ospedale così efficiente nel VCO"
PERSONALE MEDICO E INFERMIERISTICO: tutti bravi, gentili, cordiali e disponibili.

Patologia trattata
ALLUCE VALGO.
Punti di forza
CAPACITà DI METTERE IL PAZIENTE A PROPRIO AGIO.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Recensione negativa

Non ho mai incontrato un medico più superficiale e meno attento al paziente del dott. V.A. Non dedica più di 5 minuti a visita, non risponde alle domande, fornisce informazioni parziali e il paziente prende decisioni su dati incompleti (alla luce dei quali mi ha operata inutilmente). Non è stato inserito il drenaggio e il ginocchio si è sgonfiato solo dopo 2 mesi. Un'operazione di routine si è trasformata in un calvario di 6 mesi.

Patologia trattata
Lesione LCA ginocchio sx.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

operazione al gomito

Mi dispiace ma,se avrò ancora necessità, torno dal mio ortopedico all'ospedale di Domodossola..

Patologia trattata
operazione al gomito
Punti di forza
dei bravi medici che arrivano da fuori zona. Bravo l'ortopedico di Domodossola che mi ha operata.
Punti deboli
se ti opera un medico di fuori non vieni considerato... il giorno dopo l'operazione neanche mi hanno controllato la medicazione... mi è stato "lanciato sul letto il foglio delle dimissioni senza neanche un "come sta?"... stavo male per nause da anestesia e mi hanno dato la pastina!!!! ci voleva cibo solido... e il giorno prima il pollo era crudo al 50 per cento... ho dovuto sistemarmi da me l'ago in mano delle flebo mal posizionato in seguito a quattro tentativi....


Altri contenuti interessanti su QSalute