Medicina nucleare Ospedale Padova

Medicina nucleare Ospedale Padova

 
0.0 (0)
Scrivi Recensione
Il reparto di Medicina Nucleare dell'Ospedale di Padova, Azienda Ospedaliera convenzionata con l'Università della città e situata in via Giustiniani 2, ha come Direttore F.F. il Prof. Diego Cecchin. Il reparto si avvale dell'uso di radionuclidi artificiali a scopo diagnostico, terapeutico e di ricerca biomedica. Rconosciuto Centro di Eccellenza Nazionale per la Medicina Nucleare Pediatrica, ha coordinato, con il Servizio di Nefrologia Dialisi e Trapianto del Dipartimento di Pediatria, gli studi multicentrici IRIS 1 ed IRIS 2 (Italian Renal Infection Study) sulle infezioni acute delle alte vie urinarie nel bambino. Nella U.O.C. vengono eseguite scintigrafie per tutti i principali organi ed apparati: scheletro, rene, cuore (SPET perfusoria a riposo e dopo stress fisico o farmacologico), cervello (SPET perfusoria, SPET con DatScan), ghiandole endocrine (scintigrafia tiroidea, paratiroidea, scintigrafia con MIBG, studio dei recettori della somatostatina con Octreoscan). Viene inoltre eseguito il trattamento ambulatoriale dell’ipertirodismo, con radio-iodio ed è anche in funzione la PET/RM, una delle pochissime apparecchiature di questa tipologia attualmente esistenti nel mondo che viene utilizzata per particolari indicazioni prevalentemente di tipo oncologico, neurologico e pediatrico. La PET/CT viene invece eseguita, da personale del reparto, presso lo I.O.V. di Padova (c/o Busonera). Equipe medica: Dott.ssa Valentina Bodanza, Dott. Diego Cecchin, Dott.ssa Laura Evangelista, Dott.ssa Rossella Simeone, Dott. Pietro Zucchetta.

Recensioni dei pazienti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.


Altri contenuti interessanti su QSalute