Reumatologia Ospedale Padova

Reumatologia Ospedale Padova

 
4.0 (17)
Scrivi Recensione
Il reparto di Reumatologia dell'Ospedale di Padova, Azienda Ospedaliera convenzionata con l'Università della città e situata in via Giustiniani 2, ha come Direttore responsabile il Prof. Dott. Leonardo Punzi. Il reparto si occupa di tutte le malattie reumatiche, dalle più frequenti alle più rare, sia dal punto di vista assistenziale che di ricerca, vantando ampia esperienza nel campo delle connettiviti sistemiche come il lupus eritematoso sistemico, la sclerosi sistemica, la polidermatomiosite, la sindrome di Sjögren, la sindrome da anticorpi antifosfolipidi e le vasculiti sistemiche. All’interno della struttura sono inoltre attivi un servizio di videocapillaroscopia e di ecografia artricolare. Da segnalare, infine, l’intensa attività di laboratorio per la diagnosi delle artriti e per il dosaggio di markers autoanticorpali specifici delle malattie reumatiche autoimmuni. Fanno parte dell'equipe medica: Dott. Konstantinos Botsios, Dott.ssa Antonia Calligaro, Dott. Valeria Carraro, Dott.ssa Teresa Del Ross, Prof. Dott. Andrea Doria, Dott. Maria Favaro, Dott.ssa Anna Ghirardello (biologa), Dott. Ariela Hoxha, Dott. Luca Iaccarino, Dott.ssa Roberta Ramonda, Prof.ssa Dott.ssa Amelia Ruffatti, Dott. Franco Schiavon, Dott. Paolo Sfriso.

Recensioni dei pazienti

17 recensioni

 
(9)
 
(3)
 
(1)
 
(4)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.0
 
3.7  (17)
 
3.9  (17)
 
4.3  (17)
 
4.0  (17)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

GRAZIE PROF. SFRISO

Un grazie di cuore al Prof. Paolo Sfriso che in questi 18 mesi di riacutizzazione di malattia non mi ha mai abbandonata e mi ha seguita con grande umanità e disponibilità.
Non riuscivo a camminare senza avere dolore costante e la mia qualità di vita era molto bassa. Ho affrontato 5 tentativi di cura con scarsi risultati. Ma da circa più di un mese con il nuovo farmaco biologico sono rinata, mi ha rimesso in piedi e adesso vedo il futuro con più speranza di benessere. 18 mesi durissimi, affrontati io come paziente assieme al reumatologo Prof. Sfriso. Ancora grazie di cuore per il suo lavoro.

Patologia trattata
Malattia dì Behçet.



Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Umanità del dr. Sfriso

Da circa un anno e mezzo afferisco all'ambulatorio malattie autoinfiammatorie, dove sono seguita dal dr. Paolo Sfriso. In lui ho trovato un medico molto umano e disponibile. Risponde sempre alle email e mi sta seguendo nella gestione della mia malattia, che non è facile curare. Ringrazio questo medico che prima di tutto ha una profonda umanità e professionalità.
Grazie dr. Sfriso, sono fiduciosa che troverà la cura giusta per combattere questa malattia molto difficile.

Patologia trattata
Malattia di Behcet.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

PROFESSIONALITA' REUMATOLOGIA PADOVA

I primi giorni di maggio sono riuscito ad ottenere una visita specialistica presso lo studio del dottor Sfriso del reparto reumatologico di Padova. Al momento della visita versavo in condizioni fisiche disastrate, in quanto avevo un livello infiammatorio così elevato che rallentava vistosamente qualsiasi movimento di tutti gli arti, provocandomi al tempo stesso dolori lancinanti. Il dottor Sfriso si è dimostrato subito un professionista ed al tempo stesso anche una persona molto disponibile e soprattutto umana.
Mi ha proposto un ricovero presso il loro reparto per diagnosticare con esattezza la causa dei mie problemi.
È opportuno sottolineare che tale dottore si è sempre reso disponibile anche successivamente, rispondendo con tempestività a qualsiasi mail gli abbia inviato.
Pochi giorni dopo sono stato ricoverato ed affidato alle cure del professor Cozzi.
Quest'ultimo, inizialmente dimostratosi una persona introversa, nei giorni successivi è stato in grado di infondermi speranza e regalarmi al tempo stesso anche dei sorrisi.
Nei giorni in cui sono stato ricoverato, sono stato sottoposto a molteplici esami, dai quali è risultato che sono affetto da artrite sieronegativa.
Mi è stata prescritta una cura, ma al tempo stesso mi sono state prospettate delle buone probabilità di guarigione.
Per tutto quanto sopra esposto, ringrazio di cuore il dottor Paolo Sfriso, il professor Cozzi e tutto il personale medico operante per la loro competenza, disponibilità e professionalità. Pertanto consiglio vivamente di affidarsi a questo reparto.

Patologia trattata
ARTRITE SIERONEGATIVA.

Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Spondilite anchilosante

Il costo della visita privata non è esorbitante. Il prof. Doria è una persona educata e disponibile, ma la sua competenza mi ha lasciato perplesso. Soffro di spondilite anchilosante e la stanchezza sarebbe causata da un sonno non riposante; le entesiti invece dovrei curarle con la ginnastica e l'antinfiammatorio perché sarebbero dovute a sforzi da sovraccarico; spalle, anche e schiena si sono infiammati per caso.
Non consiglio il medico se soffrite di spondiloartrite o altre autoimmunità, a me ha quasi trattato come malato immaginario nonostante le RMN.

Patologia trattata
Spondilite anchilosante.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Artrite enteropatica

Purtroppo dopo una serie di risonanze (a tutta la schiena, rachide cervicale con contrasto, raggi dinamici, anche sacro iliache, mandibola) e una serie di esami del sangue con ves e pcr alterati, mi sono sentita rispondere da due reumatologi ben noti (e per di più in visita privata) che è solo artrosi, per cui prescrivevano terme (che hanno peggiorato è infiammato ancor di più la mia artrite), calo di peso e molto movimento (non in grado di farlo per i dolori). Mi hanno lasciata piena di dolori e fatta passare per pigra. Sono peggiorata e finalmente ho trovato comprensione, competenza e professionalità al Negrar di Verona e, con impegnativa con esenzione, la visita è durata un'ora e mezza - altro che i venti minuti di Padova.

Patologia trattata
Artrite reumatoide siero negativa.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Medici Schiavon e Fasolato

Ormai da due anni frequento il piano terra (piastra) dove vengo curata da persone speciali come il dott. Schiavon e il dott. Fasolato.
Umanità e competenza.
Sono in buone mani. Mi sento in buone mani.

Patologia trattata
Reumatica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Assistenza ottima

Il dott. Schiavon è un ottimo medico sia dal punto di vista umano che professionale.

Patologia trattata
Artrite.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Competenza

Ringrazio il Prof. Todesco ed il prof. Doria perchè ci hanno permesso di far vivere 16 anni in più l'angelo che ora è volato in cielo, a causa del LES, che fino a 10 anni fa era malattia letale.
Purtroppo non così positiva l'assistenza che sia io che mamma NON abbiamo riscontrato, in quanto considerate "malate di riflesso", quando poi le diagnosi effettuate in altre Ulss hanno confermato patologie REALI.

Patologia trattata
LES; artrite reumatoide.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento dott. Schiavon

Un grazie di cuore al dott. Franco Schiavon per la sua umanità e disponibilità che ogni giorno dimostra ai suoi pazienti.

Patologia trattata
LES.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

REUMATOLOGIA PADOVA- dr. Doria, dr.ssa Arienti

Sono un ammalato di Les, personalmente posso soltanto ringraziare lo staff della Reumatologia di Padova e, in particolare, il Prof. Doria che mi ha letteralmante "salvato la vita" e la dott.ssa Silvia Arienti, che poi mi ha seguito nel corso degli anni.
Ho avuto a che fare per lunghi periodi anche con il Day- hospital, anche qui mi sono trovato bene e ho trovato persone competenti.
Ringrazio le infermiere Simonetta e Mara e i medici responsabili dell'ambulatorio.
Cristian Brusaferro

Patologia trattata
LES.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

VOGLIO LA MIA DOTTORESSA ARIENTI

Ieri sono stata a Padova per una visita di controllo con la mia dott.ssa Arienti Silvia, che continuo a dire essere MAGNIFICA.
Scopro con disappunto che purtroppo non sa se continuerà a seguirmi perchè non le rinnoveranno il contratto... ma dico io, fate andare via chi se lo merita, non proprio lei.
NON HO MAI TROVATO UNA DOTTORESSA CON TANTA GENTILEZZA, UMANITà E AMORE PER I SUOI PAZIENTI.
NON LASCIATELA ANDARE VIA

PER QUANTO MI RIGUARDA posso solo ringraziarla, mi sta seguendo da PIù DI 6 ANNI e recentemente con la mia gravidanza, che anche grazie a lei è andata benissimo: dopo Antonio e Lucrezia, ora è nato anche Mathias.

GRAZIE SILVIA
SPERO E MI AUGURO CHE NON TI MANDINO VIA.

Patologia trattata
L.E.S.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reumatologia Padova- dr. Iaccarino

Un ringraziamento a tutto lo staff della reumatologia di Padova, infermiere comprese, per la loro umanità e competenza. Un ringraziamento speciale al Dott. Luca Iaccarino, persona di grande competenza e umanità.

Patologia trattata
Spondilite anchilosante + Sindrome Fibromialgica.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Discriminazione

Buongiorno, sono stata seguita nel reparto di reumatologia di padova per ben sei anni consecutivi e dopo ben 11 anni sto ancora provando a ritornarci qualche volta. Undici anni fa mi venne diagnosticata una sindrome fibromialgica molto importante, provai tutte le terapie frmacologiche possibili, considerata la mia età ancora oggi alcuni reumatologi che vedono i dosaggi dei farmaci che mi furono prescritti e l'associazione che fu fatta, mi rispondono che ben capiscono come non potessi tollerare quelle terapie. Naturalmente l'approccio per una paziente fibromialgica è di guardare prima di tutto il lato psicologico e non fisico. all'inizio gli esiti degli esami erano negativi. Negli anni, nonostante riferissi dolori alle ossa diffusi, non fui mai considerata. I miei dolori venivano sempre attribuiti alla fibromialgia. Qualsiasi segno o sintomo erano solo fibromialgia, in poche parole sono stata trattata da malata immaginaria per anni.
In tutti gli anni in cui ho lamentato dolore alle ossa, non mi è mai stato richiesto nemmeno un dosaggio di vitamina D. A tre anni dall'inizio di quei dolori, ho cominciato ad avere fratture spontanee, facendo un banalissimo dosaggio di vitamina D ho scoperto di essere carente e inoltre non riesco a ricompensarla in nessun modo. L'anno scorso la situazione è precipitata del tutto, ho iniziato a stare malissimo per cui sono stata ricoverta in due reparti dell'azienda ospedaliera. Durante questi ricoveri i medici che mi seguivano, vedendo che il problema era prettamente reumatologico, chiesero che venisse fatta una consulenza; il primario della reumatologia ha rifiutato di venire e di mandare uno dei suoi a vedermi, perchè era inutile rivalutare il caso a distanza di molto tempo perchè la diagnosi era già stata fatta, ed era fibromialgia. Quindi chi ha la fibromalgia non si puo' permettere nient'altro. Questo è successo per ben due volte a distanza di due mesi, considerando che la prima volta ero ricoverata in un reparto adiacente alla reumatologia. Quindi una volta dimessa mi sono dovuta recare a Firenze per potermi curare, considerando che è diritto di ognuno potersi curare nella struttura sanitaria piu' vicina a casa.. A novembre 2010, dopo essere stata ricoverata per 15 giorni a Firenze, una volta tornata a casa ho iniziato ad accusare un fastidioso dolore toracico associato a febbricola. Essendomi già state riscontrate ecograficamente delle pericarditi, ho implorato uno dei reumatologi che mi avevano già seguita a Padova, di vedermi, sperando mi facesse fare una ecografia urgente, visto che non ero riuscita a trovare una disponibilità nemmeno a pagamento in tutta la regione veneto, se non prima di una ventina di giorni. Dopo numerosi e-mail e telefonate, il suddetto medico si è degnato di darmi udienza per la modica cifra di 150 euro. Dopo avermi visitata, mi ha mandata a casa con un gastroprottetore, dicendomi che non poteva essere pericardite ma era reflusso gastro esofageo. Dopo avere passato una nottata infernale, il mattino dopo fui costretta a chiamare la cardiologia di Firenze dove, una volta spiegati i sintomi, mi dissero di andare da loro subito che mi avrebbero fatto una ecografia urgente. La sera prima avevo un reflusso gastro esofageo, alle 11 del mattino dopo quel reflusso era diventato una pericardite con scollamento circonferenziale di tutto il pericardio. Tornando avvisai il medico che mi aveva vista e si rese disponibile a vedere quel referto solo il mattino dopo. Il mattino successivo venni rivista da lui, il quale mise in dubbio l'esito di quella pericardite anche davanti ad un referto ecografico, mi programmò una ecografia dopo venti giorni a Padova. A febbraio di quest'anno ho avuto un altro ricovero a Padova, naturalmente è stata richiesta la consulenza reumatologica, ma naturalmente mi è stata rifiutata. Quindi giudicate voi, credo che l'assistenza sanitaria non debba essere negata a nessuno. Per questo motivo appena staro' un po' meglio mi rivolgero' alla Direzione Sanitaria per avere delle spiegazioni. mi dovranno spiegare i requisiti che bisogna avere per essere pazienti del reparto di reumatologia dell'Azienda Ospedaliera di Padova.

Patologia trattata
Fibromialgia.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

3 anni di inutili visite

se ci fossero sospetti motivati, anche da esami clinici, di una malattia REUMATOLOGICA AUTOIMMUNE del connettivo, consiglio di NON PERDERE INUTILMENTE TEMPO E SOLDI IN VISITE CONVENZIONATE E/O PRIVATE PRESSO L'OSPEDALE CIVILE DI PADOVA. le situazioni che personalmente ho vissuto sono state drammatiche, oltre che surreali, e i 3 anni passati tra una visita reumatologica e l'altra senza diagnosi ne' cure (se non cortisone), hanno portato ad un evidente peggioramento del mio stato di salute. In base alla mia personale esperienza, consiglio di fare qualche chilometro e andare all'ospedale di BORGO ROMA, presso l'AMBULATORIO DI IMMUNOREUMATOLOGIA.
ora ho una diagnosi precisa e posso essere curata.

Patologia trattata
connettivite indifferenziata.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Non ci sono parole.. ma solo rabbia

Purtroppo non mi trovo affatto d'accordo con le opinioni degli altri due pazienti dell'Unità Operativa di Reumatologia diretta dal prof. Punzi.
Sono stata seguita per due anni per sindrome fibromialgica dall'equipe del prof. Doria. Purtroppo, anche se continuavo a dire di avere un mal di schiena "importante", mi si diceva sempre che era frutto della fibromialgia. Visitata dallo stesso prof. Andrea Doria (per ben due volte), con RMN e raggi mi è stato prescritto un busto steccato da portare non in continuazione, Arcoxia e poi Bentelan i.m. senza indicazione precisa alcuna sulla mia patologia, ma solo che avevo un po' di artrosi, nessun accenno è stato fatto riguardo alla scoliosi, con la semplice raccomandazione di nuotare, cosa che io ho fatto anche forse peggiorando la mia situazione perchè poi, presso la Chirurgia del Rachide, mi hanno raccomandato di non nuotare affatto. Cercato di contattare più volte il prof. Doria purtroppo senza successo, mi sono rivolta ad un altro reumatologo, il quale ha posto diagnosi di lombartrosi severa (complicata da una scoliosi dolorosa inveterata) con edema osseo. Ha iniziato a curarmi sia con farmaci, sia con cicli d mesoterapia, nonchè cicli di fisioterapia individuale per mobilizzazione del tronco. Mi ha poi indirizzato presso il reparto di Chirurgia del Rachide di Padova dove sono ora seguita per la scoliosi dolorosa dal dott. Ugo Nena, che sta provando di tutto prima di arrivare all'operazione. Io non posso stare seduta ormai da tempo, posso stare in piedi in leggero movimento e mai ferma, oppure stesa. Ho letteralmente "perso" 2 anni in dolore cronico veramente importante. Matilde Ferrieri.

Patologia trattata
Sindrome fibromialgica, lomboartrosi di grado severo con edema osseo, scoliosi toracolombare degenerativa dolorosa.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

COMMENTO REUMATOLOGIA PADOVA

SONO SEGUITA A PADOVA DA ORMAI 16 ANNI ORA NE HO 34. RINGRAZIO TUTTI I MEDICI CHE MI HANNO CURATA, PRINCIPALMENTE IL PROF. DORIA, IL DOTT. IACCARINO E LA MIA ATTUALE DOTT.SA SILVIA ARIENTI CHE TROVO PARTICOLARMENTE SENSIBILE A TUTTE LE MIE PROBLEMATICHE. GRAZIE A LEI RIESCO A SOPPORTARE I MOMENTI PIù DIFFICILI; PIù CHE DOTTORESSA SEMBRA UN'AMICA. GRAZIE

Patologia trattata
L.E.S. LUPUS ERITEMATOSO SISTEMICO.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reumatologia di PADOVA

Io posso solo ringraziare di cuore tutto il reparto di reumatologia di PADOVA, per avermi curato, sostenuto, aiutato in questi 17 anni che sono affetta da LES (io ora ne ho 35). Con loro ho trovato un validissimo aiuto medico ed ho instaurato un altrettanto importantissimo rapporto umano che in questi anni mi ha aiutato a superare momenti molto difficili. CINZIA

Patologia trattata
LES (Lupus Eritematoso Sistemico).


Altri contenuti interessanti su QSalute