Endocrinologia Ospedale Cervello

 
2.1 (5)
Scrivi Recensione
Il reparto di Endocrinologia dell'Ospedale Vincenzo Cervello di Palermo, situato in Via Trabucco 180, ha come Direttore responsabile il Dott. Girolamo D'Azzò. Il reparto, ubicato al primo piano dell'edificio A, dispone di 20 posti letto, di cui 16 di degenza ordinaria e 4 di Day Hospital. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dott. Attard Marco, Dott. Caputo Alfredo, Dott. Gambino Leonardo, Dott. Garofalo Pier Nicola, Dott.ssa Gioia Daniela, Dott. Iannì Franceco, Dott.ssa Malizia Graziella, Dott. Porcelli Paolo, Dott.ssa Rosato Francesca.

Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
2.1
Competenza 
 
1.8  (5)
Assistenza 
 
1.8  (5)
Pulizia 
 
3.0  (5)
Servizi 
 
1.8  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Deluso

I medici li ho trovati arroganti, non aggiornati e mi hanno trattato con estrema superficialità, liquidandomi dicendo che stavo benone. In seguito mi sono recato da un altro medico, dal quale ho avuto subito diagnosi e terapia con gli stessi esami effettuati in precedenza- e che i medici del Cervello avevano ignorato. Il personale infermieristico è decisamente impreparato, in difficoltà anche a prelevare il sangue come si deve.

Patologia trattata
Ipotiroidismo.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Insoddisfatta

Mi sono recata per una visita endocrinologica circa 1 mese fa, dopo aver aspettato per 4 mesi. Sono stata trattata in maniera assolutamente superficiale, non sono stata visitata.
Non mi è stato spiegato assolutamente niente della mia patologia, ma mi è stato soltanto consegnata la terapia.
Successivamente, per comprendere l'entità della mia patologia, ho fatto una visita privata da una giovane dottoressa, che in modo semplice e chiaro mi ha chiarito tutti i dubbi e effettuato una visita accuratissima.
Non ho altre parole per commentare.

Patologia trattata
Morbo di Basedow.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Affatto soddisfatta

Assistenza al paziente nulla, e lo stesso dicasi per tempismo diagnostico:
MIO MARITO ASPETTA ANCORA LA VOSTRA CHIAMATA E I RISULTATI DEI PRELIEVI CHE GLI AVETE FATTO PER UNA SETTIMANA DI FILA.

Patologia trattata
Morbo di Addison.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

il reparto è eccellente

Da anni frequento il reparto di Endocrinologia dell'Ospedale Cervello. Tra mille disagi, i medici di questo reparto sono efficientissimi e svolgono il loro lavoro con il massimo scrupolo. Mi è capitato, talvolta, di assistere a qualche discussione con i pazienti, ma, con grande dispiacere, devo dire che certe volte è veramente difficile resistere alle provocazioni degli ammalati che, in quanto tali, pretendono di essere i padroni dell'ospedale. Non c'è alcun rispetto dei turni, la gente si agita in continuazione e costringe il reparto medico e infermieristico a lavorare tra mille provocazioni e sempre in tensione. Forse i palermitani dovrebbero prima imparare un po' di buona educazione...

Patologia trattata
carcinoma tiroideo.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

ENDOCRINOLOGIA INFANTILE

Sono la mamma di una bimba di 6 anni che ha dei problemi di forte sovrappeso. Ho prenotato i primi di Settembre al reparto di Endocrinologia Infantile, mi hanno chiamato dopo mesi e finalmente i primi di Dicembre ci siamo recate.
Siamo arrivate alle 9,15, le visite dovevano iniziare alle 10,00 ma sono iniziate alle 10,30.
La Dott.ssa M. ci ha ricevuto alle 14,30..(5 ORE DOPO)
Quando siamo entrate abbiamo parlato del sovrappeso della bimba, ci ha spiegato che non si trattava di un problema di tipo endocrinologico visto la statura alta della bambina.
Da qui è partito un vero e proprio "interrogatorio" sulle nostre abitudini, sullo sport che la bimba pratica, su errori che ho fatto (io come madre), che faccio, che farò.
Durante questo 'monologo' delle nostre abitudini alimentari, non ha rivolto nè uno sguardo, nè una parola alla bimba, che a sua volta la guardava traumatizzata. Ha pesato la bambina, le ha misurato (con l'aiuto di una tirocinante o assistente) la circonferenza della vita.
Non ha detto niente.
Si è seduta al pc ha stampato un grafico con centili di crescita e un prototipo di dieta.
Ci ha consegnato questi fogli SENZA SPIEGARCI NIENTE.
Mi sono alzata e ho dato uno sguardo alla dieta per vedere se c'erano alimenti che la mia bimba non mangiava, in tal caso da poterli sostituire.
Mi ha guardato con aria impaziente e con un tono troppo alto di voce mi ha detto:"CHE STA FACENDO?"
rispondo:"Leggo la dieta nel caso dovessimo variare qualche alimento.."
E Lei:"SI ACCOMODI FUORI SIGNORA, CHE NON HO TEMPO!"
Mia figlia Francesca di anni 6, uscendo da lì ha pianto di paura, di rabbia ricevuta.
Aveva aspettato 5 ore nella speranza di trovare una persona dolce che con grazia e gentilezza le potesse spiegare il significato dell'alimentarsi in maniera corretta, che la potesse rassicurare sul fatto che le cose possono cambiare e che lei non resterà sempre così.
No, qui non cambierà mai niente e purtoppo Francesca nella sua vita incontrerà tante dott.sse cosi.
L'avere umanità non si impara, si ha dentro.
Una mamma delusa

Patologia trattata
eccesso ponderale.


Altri contenuti interessanti su QSalute