Medicina di urgenza Ospedale Lavagna

Medicina di urgenza Ospedale Lavagna

 
3.4 (7)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pronto Soccorso e Medicina d’Urgenza dell'Ospedale di Lavagna in provincia di Genova, situato in Via Don Bobbio 25, ha come Direttore F.F. la Dott.ssa Paola Antonella Truglio. Il reparto è una Struttura Complessa che si occupa della diagnosi e cura di pazienti affetti da patologie di competenza internistica (cardiologiche, pneumologiche, endocrinologiche, ematologiche, gastroenterologiche) soprattutto nei pazienti acuti con comorbilità, ricercando una visione complessiva ed unitaria delle esigenze del singolo paziente. La Struttura è parte integrante del Dipartimento di Emergenza e Accettazione (DEA), e pertanto mantiene stretti rapporti di collaborazione con le altre Strutture del DEA: Pronto Soccorso, 118, Rianimazione, Neurologia, Chirurgia d'Urgenza. Equipe medica: Paola Antonella Truglio (responsabile SS degenza medica e area critica), Stefania Moretti (responsabile SS Osservazione Breve intensiva), Ahmed Aiouaz, Edoardo Belcastro, Domenico Bessarione, Roberta Bevilacqua, Patrizia Boggiano, Valentina Canepa, Anna Carisetto, Matteo Cavallero, Maria Cirnigliaro, Sonia Cuneo, Gaetano Dallavalle, Riccardo De Pasquale, Giuseppina Fera, Gianluca Ferraioli, Davide Fico, Jasmine Garau, Roberta Garbarini, Pamela Ghirlanda, Enrica Guaraglia, Marie Jeanne Majabo, Emanuele Malvezzi, Giulia Mazzacurati, Nicoletta Panico, Lucia Restivo, Simona Tredici, Manlio Valerio, Roberta Viggiani, Michela Vivarelli, Alberto Zecchi.

Recensioni dei pazienti

7 recensioni

 
(3)
4 stelle
 
(0)
 
(1)
 
(3)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.4
 
3.2  (7)
 
3.4  (7)
 
3.7  (7)
 
3.4  (7)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo servizio di Pronto Soccorso

Ho trovato una straordinaria professionalità, efficienza e rapidità unite ad attenzione estrema; il tutto con un atteggiamento umano e vicino tanto da farmi sentire rassicurata e certa che i stesse facendo il meglio per me.
Veramente grazie di tutto cuore.

Patologia trattata
Paralisi di Bell.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Visita internistica

Fatta ieri visita di controllo, dopo un mese dopo la dimissione del 19 novembre. Ho ritrovate gentilezza, competenza ed una amichevole ri-accoglienza da parte di medici e infermiere/ OSS.
Auguro a tutti loro un felice natale e ancora un grazie di cuore!

Patologia trattata
Anemia sideropenica, tachicardia, ipertensione arteriosa, scompenso cardiaco.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

UN RICOVERO MEMORABILE!

Personale medico preparato e gentilissimo!ringrazio di cuore la dottoressa Tredici, che ha trasformato le mie ansie e paure in una degenza serena.. Grazie anche al dottor Davide Fico.
Infermiere molto carine, con un sorriso ti rimettevan al mondo; davvero gentili e disponibili, le saluto tutte e in particolare: Katia, Roberta, Nunzia, Annarita, Sara, Monica e la Michela che al mattino porta la colazione.

Patologia trattata
Anemia, ipertensione, scompenso cardiaco.

Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Ricoveri in medicina d'urgenza

Non posso che essere insoddisfatta dell'organizzazione del servizio. La carenza di personale per assistenza di base e infermieristica sui turni pomeridiani e notturni è la prima evidenza. Mio padre è entrato senza decubiti e, nonostante il materasso apposito, in una settimana si sono formati. La mia impressione da infermiera è che manchi la comunicazione tra medici e vengano guardati solo gli esami... nulla importa l'alimentazione e l'idratazione e l'attivare una collaborazione con le varie equipe dietologica e per la terapia del dolore.

Patologia trattata
Broncopolmonite in paziente affetto da mieloma multiplo complicato da flutter atriale e dolore diffuso resistente alla terapia con Oxicobtin.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

DEA ospedale Lavagna

Non posso che sconsigliare tale reparto. Medici insofferenti a qualsiasi richiesta, poco pazienti con i pazienti e molto avari di spiegazioni con i familiari.
Scarseggia proprio la gentilezza e non c'è alcuna intenzione di agevolare i rapporti tra ricoverati e famiglie in un ambito di quasi assente collaborazione. Sulle competenze esprimo molte riserve e.. scusate... non mi sembra che vi sia molta cura nelle prestazioni sanitarie sia da parte del personale medico che paramedico.

Patologia trattata
Ischemia in soggetto oncologico.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Non ci siamo

Non c'è dialogo con il personale. Il reparto apparentemente non si coordina con l'attigua Neurologia. Le cartelle cliniche di ricoveri recenti, avvenuti presso strutture viciniori (16 km.) della stessa ASL4, non sono a conoscenza dei medici che le richiedono ai familiari in copia cartacea (ma solo di persona, il telefono non esiste, malgrado abbiamo lasciato diversi numeri). Nell'era di internet! Tutti sembrano poco disponibili e seccati se gli si pone una domanda. Dopo una settimana, la risposta "non sappiamo neanche noi cosa siano" riguardo a uno sfogo con ulcerazioni cutanee. Diagnosi mutanti ed incerte, almeno nelle dichiarazioni ai familiari. Non è certo un reparto di eccellenza. Peccato perché sino a pochi anni fa la nostra ASL era ben diversa.

Patologia trattata
Febbre dovuta ad infezione di natura non nota.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Cardiopatia in paziente geriatrico

Quanta fatica ha fatto per ricevermi. Dall'uscio del suo studio mi ha squadrato per un attimo, pensava non ci fosse più nessuno.... poi sillaba: "attenda." Intanto il suo telefonino suona. Io aspetto. Poi riapre la porta e, come se dovesse sottoporsi ad uno sforzo erculeo, o fare il maratoneta incallito, mi riceve; chiaramente non mi guarda in viso e continua a guardare il suo cellulare... Conversazione effettiva: 1 minuto. Informazione sul paziente: le sapevo di gìa. Morale del colloquio: nessuna morale poiché sarebbe un ossimoro.

Claude

Patologia trattata
Cardiopatia paziente geriatrico.


Altri contenuti interessanti su QSalute