Ortopedia Ospedale Maggiore Trieste

 
4.1 (14)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Ortopedia e Traumatologia dell'Ospedale Maggiore di Trieste, situato in Piazza dell'Ospitale 2, ha come Direttore il Dott. Prof. Luigi Murena. Il reparto dispone di 37 posti letto all'11° piano w svolge attività di pronto soccorso traumatologico, alternandosi nell'accoglimento con la Clinica Ortopedica collocata all'Ospedale di Cattinara, e chirurgia di elezione (programmata) con campi di eccellenza per diverse patologie. La parte più rilevante dell'attività di elezione riguarda la chirurgia protesica di spalla, anca e ginocchio, la chirurgia del ginocchio artroscopica ed a cielo aperto, la chirurgia della spalla, artroscopica ed a cielo aperto. Altro campo di particolare competenza e la chirurgia della mano, nonchè il trattamento delle patologie del rachide con interventi di cifoplastica con palloncino. Tutte le prestazioni urgenti ed i ricoveri vengono eseguiti esclusivamente a Cattinara, mentre la sala gessi del Maggiore rimane a disposizione per le prestazioni non urgenti. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Marco Alberti, Luca Altin, Sergio Bernobi, Enzo Bossi, Gianluca Canton, Paolo Cau, Marcello Cusitore, Roberto De Poli, Stefano Gulli, Emiliano Longo, Filippo Lo Coco, Maurizio Lulli, Cristiano Pesavento, Chiara Ratti, Santo Rigo, Francesco Romano, Massimo Silvori, Alberto Velinsky.

Recensioni dei pazienti

14 recensioni

 
(9)
4 stelle
 
(0)
 
(4)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.1
 
3.9  (14)
 
3.7  (14)
 
4.6  (14)
 
4.3  (14)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Ambulatorio ortopedico assurdo

Medico si rifiuta di visitare paziente che, dopo mesi di attesa, arriva tardi all'appuntamento di 20 minuti causa lungaggini al Cup
Negligenza verso i pazienti che si recano, dopo mesi di attesa, doloranti e bisognosi di cure.

Patologia trattata
Ortopedica: schiena, anche, artrosi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Mio malgrado ho dovuto subire un intervento d'urgenza per una brutta frattura al femore. Ho potuto constatare la professionalità e la gentilezza di tutta l'equipe del prof. Luigi Murena. Veramente un reparto di alto livello che funziona molto bene. Dopo alcuni giorni di degenza in questo reparto, sono stato trasferito presso il reparto di riabilitazione dell'ospedale Maggiore. Anche in questo reparto, dove sono stato ricoverato per circa 30 giorni, ho incontrato solo medici e personale infermieristico estremamente motivato e disponibile, Un plauso poi in particolare ai fisioterapisti, che lavorano veramente bene e con grande intensità per riuscire a "rimetterci in sesto" nel piu' breve tempo possibile. Un grazie di cuore a tutti.

Patologia trattata
Frattura scomposta del femore.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Reinserzione tendine d'achille

Sono stata operata il 28 di dicembre dello scorso anno dopo una caduta in cui mi è stato reinserito il tendine d'Achille tramite delle "ancorette". Qui ho trovato delle persone a dir poco fantastiche, dal personale medico del reparto agli OSS, agli infermieri ecc..
Il personale della Sala operatoria e' stato super! In momenti come questi dove l'ansia ti prende anche se non vuoi, trovi delle persone che ti mettono a tuo agio e ti aiutano in tutto con parole gentili e di una pazienza infinita! Anche il medico che mi ha operata, alla fine dell'intervento mi ha spiegato per filo e per segno tutto quello che mi era stato fatto. L'anestesista di turno è stata di una dolcezza oramai rara... mi chiedeva sempre come mi sentivo e se avevo bisogno di qualcosa. Per non tralasciare il personale della recovery room: personale competente, gentile e molto ben preparato.
Ai seguenti controlli presso l'ambulatorio ortopedico del Maggiore ho trovato la stessa gentilezza da parte di tutti, e sempre un sorriso...
Un grazie dal profondo del mio cuore a tutti, ma proprio tutti, della clinica ortopedica di Cattinara e del Maggiore di Trieste.

Patologia trattata
Reinserzione tendine d'Achille sx.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Rottura tendine d'achille

Ho fatto una consulenza con il dottor Enzo Bossi per una sospetta rottura del tendine d'Achille, dove a una prima visita mi mandava a fare una ecografia del tendine per sicurezza, ma dicendomi che secondo lui era sicuramente una rottura. Cosa poi confermata dall'esame fatto più tardi. Un medico oltre che molto competente, molto gentile e disponibile. Ora attendo di essere chiamata per eseguire l'intervento la prossima settimana.
Da ringraziare anche l'infermiere che mi ha confezionato il gesso (valva), che con i suoi modi scherzosi è riuscito a mettermi allegria nonostante la situazione. Bravi! Complimenti ed un augurio di un sereno Natale
a voi!

Patologia trattata
Rottura totale del tendine d'Achille.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Politrauma della strada

Sono stato operato male da uno specializzando e diversamente da come era stato descritto l'intervento sulla cartella medica. Ciò mi ha causato problemi non risolvibili. Durante il ricovero ho dovuto chiamare io gli altri reparti per prenotare le visite. Più volte gli ortopedici ci hanno raccontato enormi frottole, "smascherate" puntualmente dai medici degli altri reparti. Ottimi gli infermieri del reparto. Già accolte le segnalazioni alla direzione sanitaria.

Patologia trattata
Fratture scomposte. Osteosintesi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Bravi tutti

Un ringraziamento doveroso al bravo dott. Filippo Lo Coco che mi ha curato con competenza e mi ha permesso oggi a distanza di quasi 9 mesi di tornare in bicicletta dopo una brutta frattura al polso sinistro.
Brava anche l'equipe tutta, ma lui è quello che nella fase iniziale ha diagnosticato benissimo il problema e poi mi ha seguito durante l'operazione. Grazie ancora.
Marino Bozic

Patologia trattata
Frattura polso sx.
Intervento chirurgico di posizionamento di due placche e diverse viti sul radio sx.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Frattura testa femore trattata con osteosintesi

Sono una signora di 62 anni in buona forma fisica. A fine agosto, a seguito di una caduta, mi sono fratturata la testa del femore. Arrivata al Pronto Soccorso di Cattinara, dopo parecchie ore di attesa arrivo alla sala raggi dove due giovani infermiere, in modo alquanto brusco e indelicato, mi forzavano la gamba senza preoccuparsi dei dolori lancinanti che mi procuravano. Poi, dopo aver fatto la TAC alla sera, decidono di ricoverarmi nella clinica di ortopedia per operarmi il giorno successivo, ma essendo domenica non fanno più di 6 interventi e così mi rimandano al giorno dopo. Tralascio ogni commento sull'inserimento del catetere vescicale, che ha richiesto ben 6 tentativi andati a vuoto. Il chirurgo che mi ha operata consiglia 10 giorni di degenza; il giorno successivo vengono drasticamente ridotti dal Primario a 3 (riduzione costi?). Il personale infermieristico del reparto, a parte qualche rara eccezione, è scortese e poco disponibile. Probabilmente sono sotto organico, ma non vedo perchè questo debba ripercuotersi sui pazienti. Semplici richieste, come aiutarci a riempire d'acqua le bottigliette e le richieste di padelle, diventano dei veri problemi, sopratutto nelle due notti in cui hanno staccato i campanelli di chiamata. Il personale medico mi sembra alquanto superficiale e assente. Avrei dovuto parlare con un fisioterapista per ricevere istruzioni, cosa che non si è verificata, e quel poco che ho saputo l'ho rubato ad un medico di passaggio. Nella lettera di dimissioni con stupore non ho trovato nessuna prescrizione di antidolorifici, pur essendo stata attaccata alla flebo fino alla fine, e visti i dolori persistenti mi sono dovuta arrangiare da sola. Ci sono diversi errori anche sul tipo di medicinali somministratimi e altri che invece prendevo non sono citati. Errata diagnosi (triplice avvitamento poi scritto duplice). Questo denota superficialità e mancanza di etica professionale. Spero almeno che il chirurgo che mi ha operata abbia fatto un buon lavoro; ci conto. Nel caso si rendano necessari ulteriori interventi, mi rivolgerò di sicuro ad altra struttura. Un elogio al personale che ha eseguito la TAC e al personale della Radiologia, che mi hanno trattata con umanità e gentilezza.
Faccio altresì presente che ho subìto negli anni interventi importanti di altro genere, ma non mi sono mai trovata in questa situazione.

Patologia trattata
Frattura testa del femore trattata con osteosintesi.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Frattura tibia perone trattata con osteosintesi

A seguito di una frattura tibia e perone trattata con osteosintesi con placca e viti, vista l'urgenza e i dolori e la relativa semplicità dell'intervento, mi sono fatto operare a Cattinara dall'equipe oggi assegnata al Maggiore di Trieste.
Operato dal dott. Cusitore, con il dott. Santo Rigo come assistente chirurgo, dopo alcuni giorni dal ricovero mi è stata applicata una placca con viti per ripristinare la frattura scomposta della tibia e perone.
Risultato, 11 mesi di stampelle, pseudoartrosi, ovvero difficoltà di consolidazione, e numerose visite presso la stessa equipe, la quale ha sempre sottovalutato il problema e difeso il proprio operato dicendo che l'operazione era stata perfetta. Dopo diversi mesi di stampelle, con frattura non ancora consolidata e un mio sospetto varismo, sempre smentito dalla stessa equipe, ho perso la fiducia e mi sono rivolto ad un ospedale fuori provincia, ove dopo 30 secondi si è capito il problema attribuendolo alla placca non stabile. La troppa distanza tra 2 viti prossime non permetteva alla placca di stare ferma ed ogni mio tentativo di carico di stimolazione provocava una riapertura della frattura con dolori che voglio dimenticare. Ho seguito diverse terapie onde evitare un ulteriore intervento, fortunatamente scongiurato. A circa 3 anni dall'intervento mi sono fatto rimuovere la placca, sempre fuori provincia, e lì scopro il legamento crociato post danneggiato e un varismo riconosciuto dovuto al cattivo allineamento della tibia, gamba riattaccata storta!
Mal di schiena, squilibrio, bruciore al ginocchio mi portano ad approfondire attraverso Rx e visite presso altri specialisti fuori Trieste, diagnosi: varismo marcato, instabilità ginocchio (e unica soluzione prevista, ma sconsigliata, è una osteotomia valgizzante).
Ho 35anni, fino ai 27 sportivo professionista prima e amatoriale poi, destinato a non correre più.
La mia esperienza è chiaramente negativa, medici supponenti, poco disponibili e probabilmente sfortunati o poco capaci, ricordando i miei compagni di stanza e testimonianze varie... Propendo per la seconda ipotesi. Se siete coscienti e riuscite a gestire il dolore, in caso di bisogno fatevi portare in un'altra struttura, ve lo consiglio col cuore.

Patologia trattata
Frattura tibia e perone trattata con osteosintesi con placca e viti.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Si sente spesso parlare di malasanità, del fatto che nulla funzioni negli ospedali, di disattenzioni e disaffezioni da parte di medici ed infermieri verso i pazienti… Ebbene, le nostre esperienze dicono il contrario. Dal 9 marzo al 10 aprile la nostra cara mamma FIORENTINO ROSA, ovunque sia stata costretta ad essere ricoverata (in Pronto Soccorso, in Prima Medica, in Chirurgia Cardiovascolare ed in Ortopedia) ha ricevuto cure amorevoli, attenzioni, sorrisi e carezze che con altrettanta premura sono stati riservati a noi, suoi parenti. Non ci sono parole che diano così tanto sollievo, sia a chi soffre in un letto d’ospedale, sia a chi gli sta accanto quanto il conforto di chi cura, provvede a te e non risparmia parole di conforto o un semplice saluto. Vogliamo pertanto ringraziare pubblicamente il DOTT. BOSSI e in particolare il DOTT. CAU, che si sono presi cura della nostra mamma, che non ci hanno fatto mancare il loro aiuto e il loro supporto morale, che giorno e notte ci sono stati vicini e ci hanno confortati come fossimo loro parenti, loro amici. Vogliamo inoltre ringraziare tutto il reparto di Ortopedia dell’undicesimo piano dell’Ospedale di Cattinara che si è sempre dimostrato disponibile e cortese e perché ci ha permesso di restare accanto alla mamma a tutte le ore e fino all’ultimo momento. Le amorevoli cure e l’abnegazione dimostrata da tutto il personale del reparto nello svolgere le sue mansioni, ci hanno fatto comprendere come l’attività di queste persone superi i confini del mero lavoro e diventi qualcosa di assolutamente più importante.
Con altrettanta riconoscenza ringraziamo tutti coloro che ci sono stati vicini per tutto questo sofferto periodo, che mai hanno rifiutato il loro aiuto sostenendoci, a partire da nostro figlio MAURO a CRISTINA, DANIELA e CARLO.

Patologia trattata
Frattura femore.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Ortopedia a Trieste? Non ci siamo!

O sono stato molto sfortunato, oppure il trattamento ricevuto sia al Maggiore che a Cattinara nei reparti di ortopedia non è degno di un ospedale. I medici sono molto superficiali nello spiegare la patologia e l'eventuale prassi dell'intervento. Danno per scontato tutto e bisogna fare domande precise per ottenere una risposta degna di rilievo. Consiglio spassionatamente un corso di comunicazione e gestione degli ammalati. Non tutti i pazienti sono insistenti, ma se si fanno delle domande è per avere informazioni sul proprio stato di salute e per essere rassicurati, nonchè curati. Dopo l'operazione non è stato possibile sapere nemmeno il nome del medico che mi ha operato. Ho dovuto fare richiesta della cartella clinica per leggerlo dai referti. Sono stato dimesso con la cartella clinica incompleta di visite e controlli successivi e mancante di entrambi i traumi subiti. Ai controlli l'orario è una pura formalità, visto che i medici si presentano a loro piacimento e spesso ho atteso delle ore. I controlli sono veloci, viene prestata più attenzione dagli infermieri che dal medico. La mia speranza è che l'operazione sia stata fatta bene. Il mio consiglio è di rivolgervi ad altri ospedali fuori Trieste se ne avete la possibilità.

Patologia trattata
Intervento capitello radiale sinistro.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

assistenza personale ota oss

Eccellente l'accoglienza in primis e l'assistenza pre-operatoria da parte del personale ota/oss. Il medico anestesista Dr.ssa Vatua Sara è competente ed ha saputo mettermi a mio agio tranquillizzandomi. In generale ho ricevuto dal reparto tutto un'ottima impressione per la professionalità dimostrata. in tutti i settori.

Patologia trattata
Artroscopia spalla.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

intervento

ho avuto un'assistenza e degenza ben curata e attenta con molti controlli dopo l'intervento da parte del servizio medico per terapia del dolore.sono contento del servizio di questo reparto in questo ospedale MAGGIORE.

Patologia trattata
intervento al gomito sinistro per frattura capitello
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Veramente i MIGLIORI a Trieste

Arrivandoci come sempre accade preoccupato e un po' prevenuto, avvertivo ora dopo ora che la mia tensione si allentava sempre di più.
Ora a cose fatte ne serbo un ricordo più che positivo e per niente traumatico.
Competenti, gentili, collaborativi, pazienti.
BRAVI !!!!
Alecci Alessandro.

Patologia trattata
Artroscopia ginocchio sinistro
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

eccellente

eccellente sia la qualità tecnica dell'intervento che la tempestività nell'eseguire indagini diagnostiche per le comorbilità, in un periodo difficile come quello a cavallo di capodanno.
eccellente la collaborazione del personale (caposala in particolare) nell'assicurare il migliore post ricovero della paziente

Patologia trattata
frattura scomposta omerale sx multiframmentata in pz. femmina di 87 anni


Altri contenuti interessanti su QSalute