Pronto Soccorso Ospedale San Giovanni di Dio Firenze

Pronto Soccorso Ospedale San Giovanni di Dio Firenze

 
3.1 (8)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pronto Soccorso e Medicina d'urgenza del Nuovo Ospedale San Giovanni di Dio di Firenze, situato in Via di Torregalli 3, ha come Direttore il Dott. Gianfranco Giannasi. Il reparto fa parte del Dipartimento di Emergenza DEA e consta anche di una sezione di Osservazione Clinica Degenza Breve OBI. Ha la funzione di struttura di accoglienza per urgenze presso l’Ospedale e, come tale, è il primo punto di contatto per pazienti che necessitano urgentemente di assistenza medica in ospedale. Il Servizio è dotato 24 ore su 24 di personale medico, infermieristico ed ausiliario.

Recensioni dei pazienti

8 recensioni

 
(3)
4 stelle
 
(0)
 
(1)
 
(3)
 
(1)
Voto medio 
 
3.1
 
2.5  (8)
 
3.0  (8)
 
3.8  (8)
 
3.1  (8)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

PS e Degenza Breve S.Giovanni di Dio

Grandissimo lavoro di tutti dottori, infermieri e assistenti del reparto, molto ben coordinati fra loro ed attenti ai bisogni e sofferenze dei loro pazienti.
Con tutti i problemi attuali di difficoltà, mancanza di finanziamenti ecc ecc., davvero questo esempio è degno di farsi notare, visto soprattutto che non si parla d'altro che di cose negative..
Auguri a voi tutti Ragazzi, fatte un ottimo lavoro
Grazie, Vic

Patologia trattata
Varie.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto efficiente

Il pronto soccorso dell'Ospedale di Torregalli è un reparto efficiente, dotato di personale medico ed infermieristico d'eccellenza che opera con grande generosità e coordinazione, riuscendo a sopperire alle carenze del servizio sanitario nazionale. Meritano la mia gratitudine ed ammirazione, in particolare, la bravissima ed energica dott.ssa Valentina Nanni con i due ottimi infermieri Filippo ed Andrea che, nonostante le difficili condizioni di lavoro, operano con perizia e solerzia in qualunque situazione, pure in presenza di pazienti/ parenti maleducati ed aggressivi.
Vorrei testimoniare non solo la professionalità di questi tre giovani, ma anche la loro carica umana e gentilezza.
Grazie di cuore. Ros.1710

Patologia trattata
Grave anemia.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Assistenza e cortesia

A causa di coliche biliari, mi sono recato alcune volte di notte al pronto soccorso. Tutte le volte sono stato ricevuto nel reparto e assistito immediatamente. Il personale, sia medico che infermieristico, si è rilevato a mio parere competente e gentile. Il tempo di "passaggio" al mio letto, è stato ovviamente determinato dalla quantità di persone ricoverate, ma qualcuno passava sempre per sapere se andava tutto bene e il dolore diminuiva. Ho letto recensioni negative su questo pronto soccorso, forse sono stato fortunato, ma tutte le volte che ci sono stato non ho rilevato inefficienze, sporcizia o altro da potermi lamentare e ringrazio specialmente gli infermieri, gentilissimi, anche se spero di non tornarci più.
Altra storia per il reparto amministrativo dell'ospedale: dopo ben sei mesi, si decidessero ad operarmi sarebbe cosa gradita.

Patologia trattata
Coliche biliari.



Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Mai più

Sono stata al pronto soccorso per una caduta dalle scale con dolore forte al piede.
Iniziando dal principio che ho dovuto aspettare due ore (più che giusto, date le priorità), quando sono stata accolta dalla dottoressa, costei mi ha detto che secondo lei non avevo niente perché non era gonfio (magari perché ero appena caduta e avevo messo il ghiaccio?).
Ad ogni modo, mi manda in sala d'attesa senza sedia a rotelle, anche se non riuscivo a camminare e avevo dolore tremendo. Aspetto almeno un'altra ora per la radiografia, e dopo questa ritorno in attesa.
Dopo almeno un'altra ora, mi richiamano e vado nella sala dalla dottoressa (sempre senza sedia a rotelle) e quasi piangendo per il dolore che nel frattempo era aumentato a dismisura, accompagnata da un'infermiera scocciata e maleducata.
Una volta da lei, mi dice che non ho nulla di rotto, e che DOVREBBE essere una distorsione e di mettere il ghiaccio.
Niente fasciature, né nulla di utile, una diagnosi che avrei potuto fare benissimo da sola a casa.
Inoltre, ciliegina sulla torta, una volta a casa mi sono accorta che aveva sbagliato il certificato, facendolo partire dal martedì mattina (quando ero andata il martedì sera alle 21.45) e facendolo terminare il giovedì, quando mi aveva detto che l'avrebbe fatto venerdì, e creandomi problemi al lavoro.
Io ora mi chiedo: il lavoro di medico e infermiere è quello di aiutare le persone e non farle stare ancora peggio!
Non ho messo 0 solo perché fa partire da 1!
Pessimi, pessimi.. In tutti i sensi.

Patologia trattata
Distorsione caviglia.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Mai più......

Ho portato mia figlia di 12 anni che, dopo una caduta, accusava forte dolore alla gambe, dalla coscia in su. Dopo lunga attesa è stata visitata e, senza neanche una radiografia, le hanno diagnosticato un' emergenza al nervo sciatico, prognosi: 3 giorni. Dopo una notte di pianti per il dolore, il giorno seguente siamo andati al CTO. Lì, dopo visita ortopedica e radiografia, la diagnosi è stata: avulsione tuberosa ischiatica destra : in poche parole frattura di un osso, non ingessabile per la posizione in cui si trova. Quindi stampelle per 30 giorni e riposo.... Tornerei a Torregalli? Di sicuro non per dolori simili.... Comunque gli infermieri sono stati tutti molto gentili.

Patologia trattata
Avulsione tuberosa destra.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

FRATTURA

Mi sono presentato il 08/03814 con mio figlio di anni 12 alle ore 15.00; aveva forte dolore al braccio sinistro. Dopo circa 3 ore di attesa il medico ci ha visitati (5 minuti) dicendoci di fare una RX al braccio del bambino. Dopo un'altra ora in attesa, entriamo in radiologia per l'esame, risultato: frattura del polso. Rimaniamo in attesa ancora stanchi, con il bambino esausto e dolorante e ad un certo punto arriva una signora con una caviglia gonfia; sento che si tratta di una persona conosciuta all'interno dell'ospedale. Le infermiere le sono tutte intorno e capisco che si tratta di una dottoressa che lavora all'interno della struttura. Questa viene subito fatta passare per RX immediatamente, quando intanto le ore passano e io il mio bambino siamo ancora su quella sedia - cinque ore ad aspettare l'ortopedico, mentre la signora (dottoressa) viene fatta passare avanti sfacciatamente senza rispetto per le persone che aspettano come mio figlio da ore!!!!
Dopo essere sclerato un po' con tutto il personale, vengo subito chiamato per il gesso!!! Cosi' io e il mio bambino lasciamo il pronto soccorso dopo 6 ore e mezza!!!! Spero in una risposta da parte del responsabile della struttura.

Patologia trattata
Frattura a legno verde del terzo distale della diafisi radiale ed ulnare.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
2.0

Pronto soccorso Torregalli

Mi sono presentata con un forte dolore al petto e mi è stata diagnosticata l'ansia; invece, dopo 6 giorni, mi è venuto un infarto del miocardio, avevo una occlusione del 99/100 del vaso più importante e non solo: tutto questo nonostante gli avessi detto che c'era familiarità con i miei genitori (tutte due cardiopatici). Per fortuna che sono ancora qua a raccontarlo.. Ora io non mi farei curare nemmeno una unghia in questo PS. E sì che basterebbe fare le cose con meno leggerezza.. e forse, con una prova da sforzo - come mi hanno fatto al Santa Maria nuova, avrebbero visto la mia cardiopatia ischemica cronica.

Patologia trattata
Cardiopatia ischemica scambiata per ansia.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Errata diagnosi

Il medico del P.S., di cui non ricordo il nome ma che non era italiano, mi ha dimessa con diagnosi di attacco di ansia, per il forte dolore addominale con cui mi sono presentata in emergenza. Due giorni dopo con una semplice ecografia fatta in uno studio privato (mentre al P.S. mi hanno fatto solo i raggi) mi sono stati riscontrati calcoli alla cistifellea, dunque quel giorno avevo avuto delle coliche biliari, altro che ansia.. Adesso provo rabbia, anche per l'atteggiamento indisponente del suddetto medico! Il personale infermieristico invece è stato molto disponibile, nonostante ci fossero stati veramente tanti pazienti, bravi.

Patologia trattata
Dolore addominale acuto.


Altri contenuti interessanti su QSalute