Dettagli Recensione

 
Ospedale Umberto I di Torino
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Non soddisfatta

Siamo andati in visita privatamente dalla dottoressa Crocellà per un problema di reflusso e gastrite di mia mamma. La dottoressa, insospettita dagli esami del sangue che evidenziavano una lieve anemia, ha prescritto nuovi esami; peccato che dagli esami portati in visione era già evidente un problema al fegato (epatopatia cronica in evoluzione cirrotica) che infatti un ematologo delle Molinette ha subito visto dalla lettura degli esami e si è sorpreso che un gastroenterologo non avesse notato.
Tornati dalla dottoressa preoccupati dal quadro clinico, le espongo le mie preoccupazioni. E alla domanda: "adesso cosa possiamo fare per curare la cirrosi?", la risposta è stata "Se la tiene, non ci sono cure". Posso anche accettare la svista nella lettura degli esami, ma siamo rimaste molto deluse dall'umanità della dottoressa.
Ovviamente non siamo più tornati dalla dottoressa, ed adesso mia mamma è in cura alle Molinette presso il dipartimento della dottoressa Alessia Ciancio, medico umano e comprensivo.
La mia critica quindi non è verso il reparto, ma verso il medico che ci ha seguite.

Patologia trattata
Epatopatia cronica in evoluzione cirrotica.

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
Per Ordine 
 
Inviato da anna maria
13 Aprile, 2017
Purtroppo c'è del vero in quello detto dalla dottoressa, la cirrosi si tampona, non si cura... Esperienza con la mia povera mamma, deceduta, perché nel 1980 alle Molinette un medico non è stato in grado di evidenziare una patologia epatica curabilissima con paziente in ittero..
Ha detto bene: non sono i reparti, ma le persone!
Inviato da Angelo Beccaria
29 Aprile, 2019
Io ho effettuato una visita dal Dott. ROCCA ed ho trovato una persona umana e molto competente. Personalmente consiglio lui e i reparto.
2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute