Dettagli Recensione

 
Ospedale Sant'Andrea di La Spezia
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Esperienza pessima

La prima volta vengo indirizzata in reparto dal pronto soccorso, in quanto in gravidanza presentavo febbre alta e problemi respiratori.
Dopo una lunga attesa ci vogliono 2 medici per notare che sono in aborto spontaneo da 2 settimane (notare che il giorno prima mi avevano visitato al consultorio ginecologico della Asl, secondo i quali stavo benissimo, solo influenza in feto, per loro stava bene) .
Vogliono programmare il raschiamento da lì a una decina di giorni, ma io rifiuto, salgo a Milano al Buzzi dove mi somministrano antibiotico in vena e programmano il raschiamento da li a 2 giorni per urgenza.
Al Buzzi si accorgono che respiro male, vado dallo pneumologo che riscontra una polmonite infettiva, quindi devo fare una biopsia e un lavaggio polmonare.
Facendo indagini più approfondite, viene fuori che l'influenza mal curata dalla mia dottoressa della mutua di La Spezia, è diventata una bella polmonite che ha causato l'aborto e gli antibiotici dati a casaccio a Spezia l'hanno solo resa più resistente.
Dopo 2 anni sono di nuovo incinta, mi seguono quelli della Asl 5, faccio il b test e le morfologiche tutte a Spezia e mi fido, perché gli esami del sangue sono a posto come tutti gli altri.
Fortunatamente decido di partorire a Milano per avere aiuto dai parenti, avendo già un altro figlio piccolo.
Il 28 aprile faccio l'ultima ecografia a Spezia, dove dicono che è tutto a posto. Il 5 maggio vado al Buzzi, dove con l'ecografia scoprono che la bambina ha una ernia diaframmatica fetale, ha cioè stomaco e fegato risaliti in torace che hanno compresso un polmone è spostato il cuore al centro del torace.
La bambina deve nascere con cesareo, intubata e messa in terapia intensiva (una patologia a rischi di vita). Mi spostano al Niguarda, dove salvano la vita della piccola, che ora sta bene.
A Spezia non si sono accorti di nulla.. e questa patologia necessita di intervento immediato, quindi il tempo di accorgersene e spostarla in elicottero poteva essere fatale..
Mi chiedo come sia possibile che dopo mesi di ecografie non si siano accorti di nulla, ha il cuore al centro del torace!!! A Milano se ne sono accorti alla prima ecografia.

Patologia trattata
Gravidanza.

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute