Dettagli Recensione

 
Ospedale Bolognini di Seriate
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Peccato

Il reparto è un buon reparto, l'unica eccezione è la trasparenza sulle terapie. Mi hanno curato per sei mesi e all'atto delle dimissioni dal reparto chiesi che tipo di comportamento, vita ed eventuali controindicazioni ai farmaci esistevano. Non si preoccupi conduca la vita di prima, mantenga una dieta priva di sale ecc.ecc.
Mi ritrovo 6 mesi dopo con incubi, depressione, tachicardia ed un forte calo della libido ed impotenza sessuale! Ho richiamato il reparto, dove mi è stato detto sulle prime che i medicinali combisartan e bisoprololo non provocavano tutto ciò. Obiettai dicendo che sui fogli dei medicinali stessi alla voce casi comuni e non rari, vi erano i miei sintomi! Allora il dottore mi ha risposto che non dicevano ai pazienti questi dettagli, soprattutto l'impotenza, altrimenti i pazienti non assumevano i farmaci!!!
Complimenti, bravi io ci ho guadagnato la fine di una relazione, e sono molto depresso. Il malato è un essere umano con una sua vita sentimentale ed affettiva!!! Voto in merito 0.

Patologia trattata
Cura cardiologica causa ischemia cerebrale.

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
Per Ordine 
 
Inviato da elena
11 Mag, 2015
Trovo che la fine di una relazione causa problemi di salute, sia una cosa che non sta nè in cielo nè in terra.. Mio padre a 37 anni ebbe il primo infarto: cardiopatia ischemica permanente, a 50 il secondo, 13 stan nelle coronarie, calo della libido e problemi erettili dovuti alla malattia di per sè, farmaci eccetera, ma non per questo mia madre l'ha mollato. Ringrazi il cielo di essere ancora in vita!
Inviato da paolo
11 Gennaio, 2016
Sulla virtù vera o presunta delle donne non voglio commentare, ma non si può secondo me obbligare una donna ad ua vita senza sesso se il partner diventa impotente! Quindi risposte inutili ed evasive. L'astinenza dal sesso deve essere scelta, non imposta!! E a lei sig. Alberto le suggerisco di passare ai calcioantagonisti, tipo Diltiazem, che sostituisce benissimo i betabloccanti, magari Retard, senza gli effetti disastrosi dei betabloccanti! Eventualmente chieda per il Viagra che funziona e non alza la pressione come molti pensano.
Saluti.
2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute