Sereupin

Sereupin

 
3.3 (6)
Scrivi Recensione
Principio attivo
Paroxetina
Indicazioni
  • Attacchi di panico
  • Depressione
  • Disturbo d'ansia
  • Disturbo ossessivo-compulsivo
Sereupin è un farmaco che ha come principio attivo la Paroxetina (paroxetina cloridrato emiidrato), inibitore selettivo della ricaptazione della serotonina, commercializzato a partire dal 1992 ed utilizzato per il trattamento dei seguenti disturbi: Depressione maggiore, Disturbo ossessivo compulsivo, Disturbo d’ansia sociale/fobia sociale, Disturbo da attacchi di panico con o senza agorafobia, Disturbo d’ansia generalizzata, Disturbo da stress post-traumatico. Il farmaco è disponibile sotto forma di sospensione orale, oppure sotto forma di compresse bianche di forma ovale biconvessa rivestite con film (le compresse devono essere deglutite piuttosto che masticate).

Recensioni dei pazienti

6 recensioni

 
(1)
 
(2)
 
(2)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.3
 
3.7  (6)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Efficacia
Assenza di effetti collaterali
Commenti
Farmaci
Indica la tua fascia di età
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
3.5
Efficacia 
 
4.0
Assenza di effetti collaterali 
 
3.0

In cura alla Psichiatria del Policlinico di Siena

Con il Sereupin ho risolto il problema degli attacchi di panico, anche se purtroppo è un medicinale che tende a fare ingrassare...
Comunque ottimo direi.

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
Attacchi di panico.


Voto medio 
 
5.0
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
5.0

FANTASTICO!

Non riuscivo più a far niente, soprattutto a casa.. Avevo perso voglia di vivere e di uscire di casa.
Sereupin mi ha tolto tutta la nube che avevo in testa!

Fascia di età
Da 25 a 40 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Depressione.
Voto medio 
 
2.5
Efficacia 
 
2.0
Assenza di effetti collaterali 
 
3.0

Insoddisfatto

Ho iniziato a prendere Sereupin nel 2016. Non ho visto quel granchè di progressi nel "combattere" il mio malessere interiore. Anzi, ho avuto molti alti e bassi come se l'assunzione del farmaco fosse del tutto relativa. Il peggio è il periodo di dismissione del farmaco: infatti procura tutto ciò che è scritto nel foglio illustrativo, con forte disagio fisico. Oltre ciò, pure la sfera sessuale ne ha risentito (in male) dei suoi effetti indesiderati. Mai più!!!

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Depressione.


Voto medio 
 
1.5
Efficacia 
 
2.0
Assenza di effetti collaterali 
 
1.0

Opinioni per Sereupin (Paroxetina)

Pessimo come quasi tutti gli antidepressivi: funziona poco sui sintomi ansiosi ed annulla la voglia sessuale e l'erezione.

Fascia di età
Oltre 60 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Ansia depressiva reattiva.
Voto medio 
 
4.0
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
3.0

La mia esperienza

Più o meno dall'età di 25 anni, in concomitanza con la fine dell'università, ho iniziato ad avere crisi di ansia ed attacchi di panico. Ho cercato all'inizio di gestire la cosa da sola, ma senza riuscirci. Pensavo che le mie crisi fossero dovute "solo" alla paura del futuro (troverò il lavoro che fa per me con questa laurea? troverò lavoro? sarò precaria?), quindi quando ebbi un'ottima offerta di lavoro non ebbi più scusanti. Ma ahimè l'ansia è aumentata ancora di più e da sola non riuscivo più ad uscirne, e avrei pure rischiato di compromettere tutto (ci è mancato pochissimo..). Ho quindi iniziato con lo Xanax, che mi ha dato dei bei benefici. Dopo qualche anno ho smesso gradatamente di assumerlo. Ecco.. punto e a capo!! E' lì che la psichiatra mi ha prescritto la Paroxetina, da iniziare in concomitanza con delle sedute dallo psicologo. Sinceramente non pensavo di trovarmi così bene con questo binomio di cura, sia farmacologico che medico, i risultati sono stati davvero buoni e da non riuscire quasi a uscire di casa, a guidare e quant'altro, sono diventata una persona quasi normale. Gli effetti collaterali, che ci sono stati, sono rientrati nella casistica standard, quindi nel primo mese circa ho sofferto di tremori, di svarioni e giramenti di testa e di una sindrome psicomotoria (detta acatisia). Ma era sinceramente nulla se confrontato con l'ansia che prima mi stava distruggendo.
La mia sembra una bella favola, ma il finale invece, purtroppo, non è dei migliori. Infatti, quando oramai avevo una stabilità, sia familiare che professionale, ed ero serena, ho smesso di assumere il Sereupin. Tutto ok fino a quando, dopo circa 11 mesi che avevo smesso, sono ricomparse le crisi d'ansia, accompagnate da episodi di iperventilazione e tachicardia. Adesso sono qui che non so cosa fare, se ricominciare col Sereupin o meno..

Fascia di età
Da 25 a 40 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
Disturbo d’ansia.
Voto medio 
 
3.0
Efficacia 
 
4.0
Assenza di effetti collaterali 
 
2.0

Luci ed ombre..

Ho avuto un rapporto strano e combattuto con questo farmaco, dal quale alla fine non sono riuscito a "staccarmi". Soffro di depressione, forte, da circa 3 anni, scatenata da brutti e pesanti episodi familiari. Forse la depressione era comunque latente in me da tempo? Non lo so, con lo psicologo forse un giorno arriveremo a capire anche questo. Sta di fatto che 3 anni fa ho iniziato a stare male davvero, necessitando assolutamente di aiuto farmacologico. Il Sereupin è stato il mio primo farmaco e si era deciso di partire "con calma". Ho iniziato con i 10 mg. Nonostante la quasi immediata efficacia, è stata davvero dura per gli effetti collaterali, che su di me sono stati molteplici. A parte alcuni molto fastidiosi ma sostanzialmente gestibili - e parlo, per fare qualche esempio, di sbalzi di umore e irritabilità, di assopimenti e sonnolenza accompagnati da una specie di apatia - il peggiore è stato il crollo totale della libido. E nei momenti in cui la voglia invece ricompariva, il mio desiderio mentale non era mai seguito dal corrispettivo fisico, insomma: nessuna erezione. Potete ben immaginare cosa sia per un uomo questo... stai meglio da un lato e poi ti ritrovi a stare male per motivi nell'ambito sessuale..
Ora è circa un anno che ho raggiunto un discreto equilibrio (e che non assumo farmaci) e non so, tornando indietro, se rifarei lo stesso iter o se rischierei a farmi prescrivere un altro farmaco. Questa attuale indecisione è dettata dal fatto che il Sereupin mi ha fatto davvero stare bene, perchè mi ha fatto sentire sereno, i problemi e i cattivi pensieri non mi attanagliavano più come una morsa terribile, ma mi scivolavano di dosso, avevo una serenità verso le cose e le persone davvero incredibile, riuscendo così ad affrontare le varie problematiche che dovevo risolvere in quel periodo. Insomma: mi ha permesso di andare avanti e di migliorare tantissimo me stesso.
PS: se si dimentica di prenderlo, arrivano subito brutti effetti da astinenza, ma garantisco che spariscono quasi subito non appena lo si riprende.

Fascia di età
Da 25 a 40 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Depressione.


Altri contenuti interessanti su QSalute