Urologia Ospedale Udine

 
3.1 (6)
4987  
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto Clinica Urologica dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Udine, situato in Piazzale Santa Maria della Misericordia 15, ha come Direttore il Dott. prof. Vincenzo Ficarra. Il reparto, situato al quinto piano del Padiglione 5, svolge inoltre attività ambulatoriale, suddivisa per tipologia di patologia: ambulatori divisionali Piastra ambulatoriale (cambio catetere vescicale, prime visite, visite pre e post ricovero, andrologico, oncologico, funzionale); ambulatori Specialisti Reparto di Urologia (prostata, oncologico vescica, oncologico rene, calcolosi, pro Act ed Act, Ecografie). Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dr.ssa Maria Abbinante, Dr. Sergio Bierti, Dr. Simone Crivellaro, Dr. Gioacchino De Giorgi, Dr. Giuseppe Descloux, Dr.ssa Paola Galassi, Dr.ssa Barbara Grossetti, Dr. Paolo Guaitoli, Dr.ssa Luisa Paganin, Dr. Silvio Praturlon.


Recensioni dei pazienti

6 recensioni

 
(1)
 
(2)
 
(1)
 
(2)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.1
 
3.5  (6)
 
3.3  (6)
 
2.7  (6)
 
2.8  (6)
Recensioni più utili
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
16 Luglio, 2017
Daniele Livon
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Ricovero tardivo con sviste e ritardi

MORFINA A RAFFICA, due dimissioni dal PS ravvicinate e una terza dimissione pronta al terzo ricovero al PS, che si è tramutata in ricovero urgente presso il reparto di Urologia solo dopo l'ennesimo attacco di dolore acuto sopraggiunto proprio quando volevano di nuovo liberarsi di me. Solo dopo le proteste dei miei famigliari, sono stato finalmente ricoverato in UROLOGIA e operato di urgenza SABATO MATTINA, dopo aver fatto una TAC con contrasto venerdì in regime di ricovero.
Pensare che si erano premurati di prenotarmi la TAC alle dimissioni dal primo accesso al PS, per il lunedì successivo, con attesa di circa 6 giorni con dolori lancinanti e impossibilità a svolgere la mia attività normale. E possibile che per avere una TAC di urgenza una persona debba essere imbottita di farmaci, dimessa per due volte con sofferenze atroci e debba sentirsi dire che a casa con la tachipirina passa il dolore??
Il mio rene è bloccato da un calcolo e durante questa trafila ho dovuto attendere di essere visitato da un urologo per ore su una sedia, o barella, anche presso gli ambulatori di urologia, dove venivo lasciato dal personale del PS in attesa della visita senza assistenza e tra gente che entrava in ambulatorio con le proprie gambe prima di me! Di questo sono testimoni amici e parenti, e mia moglie ha perfino contattato il nostro avvocato per un intervento ed eventuale denuncia dato il protrarsi della mia sofferenza e dell'attesa per avere un ricovero urgente. Il mio rene era bloccato dal calcolo fin dal primo accesso al PS, perciò le mie condizioni erano gravi fin dall'inizio di questa trafila e non solo la sera del ricovero. Non è possibile che per problemi interni dell'Ospedale io abbia dovuto soffrire per ben quattro giorni, rischiando, dato che i parametri della pressione salivano alle stelle a causa del dolore intenso ed insopportabile.

Patologia trattata
Calcoli renali.
Trovi utile questa opinione? 



13 Mag, 2017
silvano
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Tutto ok

Complimenti, intervento andato bene. Ottimo reparto sotto ogni punto di vista.

Patologia trattata
Fimosi in paziente adulto.
Trovi utile questa opinione? 
14 Aprile, 2017
Stefani
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Mancanza di professionalità

Siamo venuti da Tolmezzo dopo intervento di TURV vescicale con indicazione per trattamento immunoterapico. Udine sarebbe stata la scelta più comoda per un trattamento settimanale per 6 settimane. Purtroppo il dottor Praturlon, senza guardare gli esami fatti e le lettere dei colleghi, ha immediatamente rifiutato la paziente, riferendo come giustificazione il fatto che avevano avuto esperienze negative su pazienti operati altrove. In maniera altrettanto non professionale, ha parlato di costo elevato del farmaco e scarsa disponibilità. Per concludere, l'assistente ha detto alla paziente che ci sono pazienti che sono peggio di lei!

Un raro esempio di mancanza di educazione e professionalità!

Patologia trattata
Carcinoma vescicale (ma non trattato in struttura).
Trovi utile questa opinione? 



07 Marzo, 2014
Alberto
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
2.0

Un reparto così così

Un reparto senza infamia e senza lodi. Comunque al secondo tentativo chirurgico e' andata bene.

Patologia trattata
Ipertrofia della prostata.
Trovi utile questa opinione? 
24 Mag, 2013
Alessandra
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Pessima esperienza

Intervento non risolutivo e a distanza di 2 anni sono da capo. Area degenze indecente con camerate "da caserma". Avevo pagato una stanza dozzinanti per questo motivo, ma puzzava di fogna e il riscaldamento andava parzialmente. Siamo nel 2013...
Poi aggiungo che la spinale non mi aveva preso bene, ma hanno continuato ad operarmi e io sentivo il taglia-cuci. A fine intervento si sono stupiti che muovessi le gambe visto che dovevo essere anestetizzata...: ma se mi lamentavo proprio per questo!!!

Patologia trattata
Stenosi dell'uretra.
Trovi utile questa opinione? 
10 Agosto, 2011
marco
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

ottima competenza, pessima struttura

A parere mio, e quindi è un'opinione personale, l'80% del personale del reparto è responsabile e cortese ed i medici, nella quasi totalità, sono molto professionali.
la pulizia è al massimo che la struttura consenta; la struttura infatti è di 60 anni fa ed offre il minimo di ciò che una persona nel 2011 possa aspettarsi da un ospedale, rasentando la vergogna ed evidenziando la grande carenza ed inadeguatezza dei servizi.
diciamo che entrando in questo padiglione la prima cosa che mi è passata per la mente è stata "dove sono finito", l'angoscia mi ha assalito e l'idea di fuggire aveva quasi preso il sopravvento..
Comunque 10 e lode al personale ed ai medici con buona volontà che lottano contro l'amministrazione per riuscire a dare al malato tutto quello di cui ha bisogno, ed è ciò che secondo me mantiene ancora in piedi questa struttura.
quindi riassumendo: pochi investimenti ma grande volontà delle persone che vi lavorano.
Il popolo friulano dovrebbe prendere atto di questa situazione e chiedere spiegazioni ai politici passati e presenti.

Patologia trattata
intubazione uretere (riparazione errore ospedale di s.daniele del friuli).
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute