Chirurgia plastica Ospedale Lecco

 
3.8 (1)
Scrivi Recensione
Il reparto di Chirurgia plastica e ricostruttiva dell'Ospedale Alessandro Manzoni di Lecco, situato in Via dell'Eremo 9/11, ha come Responsabile il Dott. Tommaso Guzzetti. Il reparto è una struttura semplice dipartimentale del Dipartimento chirurgico che effettua interventi di chirurgia plastica e ricostruttiva. L'unità operativa si occupa prevalentemente di chirurgia dei tumori cutanei, chirurgia ricostruttiva mammaria, chirurgia degli angiomi, chirurgia ricostruttiva negli esiti di trauma degli arti, chirurgia delle malformazioni congenite, chirurgia ricostruttiva ginecologica. Il servizio è nato dalla esigenza di completare l'organico costruito intorno all'ambito oncologico, avendo non solo chirurghi abili a intervenire sulle neoplasie, ma figure professionali capaci di occuparsi delle fase post operatoria, dai lavori di cesello per correggere i difetti morfologici secondari, a interventi su neoplasie, alle operazioni ricostruttive secondarie a traumi.

Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
2.0  (1)
Assistenza 
 
4.0  (1)
Pulizia 
 
5.0  (1)
Servizi 
 
4.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Delusione

Mio figlio Federico 8 anni ha subìto una contusione frontale correndo a piedi e sbattendo contro lo spigolo di un pilastro in cemento.
Taglio verticale di circa 4 cm. su fronte e sopracciglio sinistro.
Intervento immediato, pronto soccorso di Giussano (MB) con ricucitura ferita.
Purtroppo, oltre a cicatrice inevitabile, alla fine il sopracciglio rimane diviso in 2 pezzi completamente non allineati tra loro (circa 4-5 mm.).
Prenoto visita a Lecco - CHIRURGIA PLASTICA - e mi dicono che si puo' migliorare la situazione con intervento che diminuirebbe la distanza tra le due parti di sopracciglio.
Intervento avvenuto 17-2-2014.
Risultato negativo con nuova cicatrice, sopracciglio staccato piu' di prima, cute in corrispondenza della cicatrice
che ha formato come un rilievo e paradossalmente alcune ciglia che crescono in posizione anomala più in alto di qualche millimetro.
Visita ambulatoriale del 15-4-2014: mi dicono che l'intervento e' corretto e di ripassare dopo un anno per nuovo controllo.

Ho le foto di prima e dopo l'intervento, dove e' evidente il peggioramento.

Quello che fa rabbia e' che quando ho chiesto prima dell'intervento se si poteva migliorare la situazione, mi e' stato detto di sì (parzialmente). Alla visita di controllo successiva all'intervento mi e' stato detto che non si poteva fare molto.
Ma allora perche' si e' intervenuto? Perche' un medico non ammette di aver preso una cantonata?
Risultato: bambino gia' timido per carattere, ora in difficolta' a confrontarsi con altri e per il momento non ne vuole sapere di un nuovo intervento correttivo.
Mi consigliate un posto specializzato in zona Como- Lecco- Monza?

Patologia trattata
Correzione cicatrice sopracciglio sx con intervento di chirurgia.