Endocrinologia Galliera

 
4.0 (2)
Scrivi Recensione
Il reparto di Endocrinologia dell'Ospedale Galliera di Genova, situato in Mura delle Cappuccine 14, ha come Responsabile la Dott.ssa Patrizia Del Monte. Il reparto è una S.S.D. che si occupa di tutte le patologie endocrino - metaboliche: ipofisi, tiroide, ghiandole surrenali, gonadi, paratiroidi e metabolismo calcio-fosforico, pancreas endocrino, obesità, disturbi alimentari (anoressia, bulimia). Nella struttura è operativo un Centro per le malattie ipofisarie ed uno per i disturbi alimentari. Il reparto interagisce inoltre col Centro della Tiroide ed ha collegati gli ambulatori di chirurgia endocrina, di neuroendocrinologia chirurgica e l'ambulatroio dei disturbi del comportamento alimentare. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dott.ssa Carla Micaela Cuttica, Dott. Alessandro Marugo. Dietiste: Dott.ssa Daniela Cella, Dott.ssa Paola Robotti.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0  (2)
Assistenza 
 
3.0  (2)
Pulizia 
 
5.0  (2)
Servizi 
 
4.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Acromegalia

Ho frequentato questo reparto per più di 6 anni (intervento neurochirurgico e 6 anni di terapia con Octreotide) ed è l'unico dell'ospedale Galliera per cui mi senta di espormi e di non consigliare. Il Responsabile è una dottoressa in odore di pensione, dal carattere intrattabile. Non mi ha mai nemmeno consigliato esami al di fuori dell'ambito dell'endocrinologia, nonostante la mia patologia dia problematiche molto più ampie, stando ben attenta a non deviare dal protocollo medico o compiere qualsivoglia tentativo di far star meglio il paziente perché sarebbe un rischio inutile (per lei). Inutile provare a chiedere consigli, sostegno psicologico o concordare alcunché, impossibile anche riuscire ad estrapolare più di 4 parole per visita e, se non fai quello che dice lei, vieni cacciato (nel vero senso della parola) ed lasciato a te stesso, come è successo a me. Ci sono due dirigenti medici, vorrei tanto parlare bene della giovane dottoressa, ma non la conosco e non ho mai avuto il piacere di essere visitato da lei. Sul primo dirigente invece ho avuto molti pareri, tutti unanimi nel giudizio, ma preferisco non parlare delle persone solo "per sentito dire". Le infermiere sono spesso scorbutiche ma non gliene faccio una colpa. Oggi sono alla ricerca di una valida alternativa che spero di trovare nell'Ospedale San Martino, centro di riferimento per la mia patologia, ma la cosa grave è che sono anche senza piano terapeutico poiché non ero "meritevole" di avere il rinnovo, colpevole di aver volutamente saltato due dosi in 6 mesi (previo accordo con la farmacia dell'ospedale), nel tentativo di fare un piccolo scarico di terapia, cosa che richiedevo da tempo visto che i miei valori erano dentro al range da circa 5 anni, ma senza ottenere la minima considerazione.
Purtroppo non vedo sbocchi positivi da questa situazione, è un peccato per un ospedale pieno di eccellenze.

Patologia trattata
Acromegalia.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Rapporto con i pazienti

Ottimo reparto che si distingue per le seguenti caratteristiche:
alta professionalità e disponibilità verso il paziente.

Patologia trattata
Tiroidite Hashimoto.