Gastroenterologia San Filippo Neri

 
4.4 (8)
Scrivi Recensione
Il reparto di Gastroenterologia dell'Ospedale San Filippo Neri di Roma, situato in via Martinotti 20, ha come Direttore il Dott. Riccardo BALLANTI. Il reparto, dotato di 12 posti letto, tratta malattie dell'apparato digerente ed epatiche, il paziente emorragico e le fisiopatologie digestive, svolgendo lo screening di neoplasie dell'apparato digerente, delle vie biliari ed epatiche e gestendo il paziente in nutrizione artificiale domiciliare. L'ambulatorio di endoscopia digestiva svolge le seguenti attività: Endoscopia diagnostica ed operativa, Arresto emorragie digestive, Prevenzione cancro dello stomaco e del colon, Polipectomie, Dilatazione dell'esofago e del colon, Diagnostica ed operativa sulle vie biliari. Il reparto accoglie poi, oltre all'unità operativa semplice di Epatologia, gli ambulatori di Malattie infiammatorie intestinali, di Fisiopatologia digestiva, Epatologico - malattie rare e di Celiachia - altre malattie rare gastroenterologiche. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Emanuela Amadei, Annalisa Aratari, Giuseppe Bazuro, Marco Bianchi, Antonio Ciaco, Angelo Dezi, Virginia Festa, Salvatore Iaquinto, Roberto Luchetti, Alessandra Moretti, Ruggero Orefice, Claudio Papi, Maurizio Tarquini.

Recensioni dei pazienti

8 recensioni

 
(6)
4 stelle
 
(0)
 
(2)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.4
 
4.5  (8)
 
4.3  (8)
 
4.5  (8)
 
4.4  (8)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Visita con dott.ssa Aratari Annalisa

Oggi sono stata ad una visita preventiva presso l'ospedale San Filippo Neri con la dott. Aratari Annalisa. Dal mio screening era risultato sangue occulto nelle feci, ero impaurita sia per la visita per che per la possibile prescrizione di colonscopia. La dottoressa mi ha messo a mio agio e mi ha fatto capire dettagli con professionalità e pazienza. Farò questa colon in anestesia totale. Spero di ritrovare per i miei controlli la dott.ssa Aratari. A volte poi tutti si lamentano della sanità, ma a volte può succedere anche che le cose vadano in maniera diversa.
Ottimo servizio: senza attese, tanta professionalità e pazienza.
Grazie di cuore per tutto, grazie dottoressa.
Ci sentiamo dopo la colonscopia.

Patologia trattata
Sangue occulto nelle feci.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

OTTIMO SERVIZIO E PROFESSIONALITA'

Ho eseguito oggi presso il reparto di gastroenterologia del San Filippo Neri una colonscopia per screening da sangue occulto delle feci.
Ho riscontrato tanta professionalità, disponibilità e assistenza.
Sono contenta di esprimere un parere positivo in questa nostra sanità sempre tartassata da giudizi negativi.
Grazie a tutti gli operatori del reparto.

Patologia trattata
Colonscopia per sangue occulto nelle feci.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Ostilità al pubblico

Durante l'effettuazione di una ecografia al fegato, ho riscontrato una ostilità al pubblico che mi ha messo a disagio e fatto sentire più malato..

Patologia trattata
Steatosi.

Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Piaghe da decubito: una grave negligenza

Mio nonno Nicola è stato dimesso da questo reparto lo scorso sabato. E' stato ricoverato per un problema oncologico scoperto alla metà di luglio. L'ultimo ricovero è durato circa 10 giorni, terminati i quali lo abbiamo riportato a casa con una dimissione protetta.

Naturalmente durante il ricovero è stato curato in ogni modo da noi familiari: lavato, accudito, pettinato, rasato, accarezzato, controllato, coccolato. Ci siamo presi cura anche della pelle della sua schiena, allo scopo di prevenire l'insorgere di piaghe da decubito dovute alla posizione. Tuttavia ci è stato detto dagli infermieri che il cambio del pannolone era di loro competenza e di non farlo noi.

Sabato, al ritorno a casa, abbiamo cambiato mio nonno. Togliendo il pannolone abbiamo trovato una grande, profonda e malconcia piaga da decubito nella zona dell'osso sacro, alla quale nessun infermiere aveva mai accennato. Questa incuria nei confronti del nostro caro, la negligenza da parte degli infermieri nel non effettuare le manovre di prevenzione (cambio della posizione, materasso antidecubito ecc.) e soprattutto la loro omertà, che ci ha impedito di fare qualsiasi cosa per lui, sono stati per noi fonte di ulteriore dolore in questi giorni già dolorosi.

Aggiungo solo che l'intervento di un infermiere a domicilio che abbiamo pagato privatamente ha, in pochi giorni, migliorato notevolmente la situazione delle piaghe di mio nonno. Mi chiedo quindi: non avrebbero gli infermieri dell'ospedale, potuto fare lo stesso? E se no, non avrebbero dovuto informarci, così che noi potessimo contribuire ad esempio procurando un materasso antidecubito o girandolo noi? E in ultimo, i medici che visitano quotidianamente i pazienti, non sarebbero tenuti a controllare anche visivamente lo stato del paziente? Oppure leggono solo le analisi?

Patologia trattata
Tumore del pancreas.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Epatologa Dott.ssa Alessandra Moretti

Vorrei manifestare la mia profonda gratitudine nei confronti delle dottoresse A. Moretti e F. Chiesara per la elevata professionalità e la straordinaria disponibilità nel prendersi cura della mia persona e di quella di tutti gli altri pazienti. Sono state sempre presenti senza far mai mancare incoraggiamento e sostegno anche nei momenti più difficili della malattia, al fine di non farci mai perdere la speranza nella guarigione, che è puntualmente avvenuta grazie soprattutto all'opera di questi due angeli custodi.
Ritengo giusto far sapere che in questo nostro paese non esiste solo la malasanità, ma anche e soprattutto l'opera di persone straordinarie come costoro.

Patologia trattata
Epatite C e cirrosi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dottor A. Ciaco

Il dottor Antonio Ciaco è un grandissimo professionista: oltre ad essere eccellente e competente come dottore, è anche una persona UMANA. Lo ringrazio infinitamente perchè mi ha ridonato una speranza di guarire, e l'ha fatto. Merita molto.

Patologia trattata
Gastrite ed altre cose relative all'intestino.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellente

Il medico che mi segue da circa 20 anni, il dott. Papi, può essere chiamato medico con la maiuscola per la competenza, la disponibilità, la serietà e la coscienza con cui opera. L'intera équipe lavora coscienziosamente e in collaborazione e personalmente ritengo che esprimano il top degli ospedali italiani.

Patologia trattata
Colite ulcerosa.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Gastroscopia, dott. Bianchi

ieri ho fatto una gastroscopia e, nonostante la mia paura, mi sono trovata molto bene. Il Dott. Bianchi ed i suoi assistenti sono stati gentilissimi oltre che molto bravi, mi hanno rassicurata tutto il tempo facendomi sembrare questo esame meno invasivo di quanto realmente sia. Grazie!!!

Patologia trattata
gastroscopia.


Altri contenuti interessanti su QSalute