Malattie infettive universitarie Policlinico Siena

Malattie infettive universitarie Policlinico Siena

 
3.9 (5)
Scrivi Recensione
Il reparto Malattie infettive universitarie dell'Ospedale Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena, situato in località Le Scotte in viale Bracci 16, ha come Responsabile il Dott. Andrea De Luca. Il reparto fa parte del Dipartimento di Medicina interna e specialistica ed effettua ricoveri di pazienti in età pediatrica e di adulti con patologie infettive autoctone e da importazione. Le attività peculiari del reparto si svolgono tramite il laboratorio Diagnostico di Parassitologia, l'ambulatorio di Medicina dei Viaggi e delle Migrazioni, nonchè tramite consulenze infettivologiche in gravidanza e consulenze infettivologiche nel paziente pediatrico e nel neonato.

Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
3.9
Competenza 
 
3.8  (5)
Assistenza 
 
3.6  (5)
Pulizia 
 
4.4  (5)
Servizi 
 
3.6  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

L'uomo e la cartella clinica

Non posso dire molto sul reparto in generale, dove sono stato inviato per una visita che doveva accertare la possibilità di continuare delle terapie radioterapiche e chemioterapiche in presenza di epatite C. Il medico con cui ho avuto a che fare sembrava molto competente, ma è sembrato molto più interessato alla mia decennale e voluminosa raccolta di esami, che ha fatto interamente fotocopiare da un suo assistente, più che a me come persona. Non mi ha chiesto niente della mia vita, del mio lavoro, nè se la terapia che aveva intenzione di propormi dopo radio e chemio avrebbe potuto avere un impatto sulla mia vita quotidiana, lavorativa, familiare, se fosse stata cioè compatibile. Principalmente per questo poi ho rinunciato a ripresentarmi e a curarmi, con l'impressione che il medico avesse visto la mia cartella clinica ma non me.

Patologia trattata
Epatite C.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Solo grazie

Con il dott. De Luca ho iniziato la cura nel 1998. Quando si è trasferito a Siena, ho preferito fare molti km. in più (abito a Sora- FR) ma continuare ad essere curato da lui. A Siena ho trovato un servizio veramente eccellente, e considerare che Lui era al Gemelli a Roma, ma a Siena tutto è più rispettoso del malato. Le infermiere sempre cortesi, i medici altrettanto.
Non so cosa dire, solo che io al Sud queste cose le sognavo, a Siena mi vengono offerte.
N.B.: tutto gratis (SSN) e mai una visita richiesta extraospedaliera. Faccio controlli ogni tre mesi, non solo epatici ma anche cardiaci e altro. Non posso smettere la cura, ho alcune limitazioni (bere/ mangiare) ma sto bene.

Patologia trattata
Epatite cronica.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Professionali e cortesissimi

Il reparto è vecchiotto ma ben tenuto, massima pulizia e manutenzione delle strutture. I medici sono competenti, presenti, comunicano continuamente con i pazienti. L'assistenza infermieristica? Costante ed attentissima. La cosa che si coglie immediatamente è il lavoro di squadra ed il coordinamento interno. Sono stata trattata benissimo sotto tutti gli aspetti. Non ho un nome in particolare da segnalare, e tutta la squadra che funziona. I miei ringraziamenti!

Patologia trattata
Dengue.


Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Protesta..

Sono veramente sconcertato e molto arrabbiato per il comportamento assolutamente non professionale di alcuni medici. Menefreghismo totale e zero assistenza.
Vorrei portare a conoscenza il Dott. De Luca alcuni "Disservizi" ma io lo chiamerei "Menefreghismo da parte di alcuni Medici del Suo reparto.
Mi chiamo Giorgio Brescia e sono in cura presso il Policlinico le Scotte nel Reparto "Oncologia medica" e contemporaneamente nel Reparto "Reumatologico". Circa 3 mesi fa, facendo un Controllo più approfondito nel reparto Oncologico, sono risultato positivo al Test Hiv, perciò la Dott.ssa del Reparto chiamava una Sua Collega delle malattie infettive. Si presentava una signora piuttosto anziana con occhiali, di cui al momento non ricordo il nome, che in modo molto aggressivo ed assolutamente indelicato mi domandava se io avevo avuto rapporti omosessuali, senza neanche prima informarsi chi ero, cosa facevo, da dove venivo e semmai cosa ci facevo nel reparto Oncologico.
Io le Rispondevo che ero Sposato e Non avevo Mai avuto rapporti con Persone del mio stesso sesso, lei continuava ad affermare che era Impossibile, comunque la "Sig,ra" mi dice di prendere appuntamento con lei per una visita più accurata.
Viene preso un appuntamento ed il giorno che io mi presento nel Reparto Infettivi (premetto che io sono residente a Viareggio in prov. di Lucca), tale "Sig.ra non c'è, vengo affidato allora alla Dott.ssa Gonnelli, che gentilmente mi spiega cosa devo fare. Cerco anche con Lei di parlare di ciò che mi è accaduto, e cioè che potrei avere contratto il Virus avendo io sostenuto 5 trasfusioni sia al Policlinico le Scotte che all'Ospedale Versilia, ma comunque pare solo che chi è positivo al Virus HIV sia solo un omosessuale oppure un tossico dipendente. La Dott.ssa Gonnelli mi prende appuntamento il giorno 14 Luglio 2015 per un prelievo e la successiva visita il 18 Agosto 2015. Vengo a Siena a fare il prelievo ed arrivo alle in reparto Infettivi alle 9.30 esatte. Mi presento in uno Studio e già vengo ripreso dal personale perché troppo tardi per fare il prelievo.. Dopo tante storie, mi fanno 'sto prelievo e ritorno a casa mia a Viareggio. Ritorno a Siena il giorno 18 Agosto alle ore 14.30 per la visita con la Dott.ssa Gonnelli, per avere anche il responso delle analisi fatte il 14 Luglio 2015. Mi fanno aspettare più di 1 ora ed alla fine mi viene detto che la Dott.ssa Gonnelli non c'è, mi fanno ancora aspettare (devo precisare che ero rimasto solo in attesa, perchè ero l'ultimo appuntamento della giornata), dopo circa 40 minuti si presenta la Dott.ssa Galluzzi che mi avvisa che sarà lei a visitarmi.
Iniziamo a parlare e la Dott.ssa Galluzzi non riesce a trovare la documentazione che mi riguarda, dopo varie richieste -credo all'ufficio accettazione- si trovano i documenti, che poi e praticamente solo il responso delle mie Analisi. La Dott.ssa controlla e mi mette al corrente che le Analisi da me sostenute non sono chiare, mi dice che devo ritornare a Siena il giorno 21 Settembre, cioè oggi che sto scrivendo, per ripetere le analisi e che poi dovrò ritornare a nuova visita il giorno 20 Ottobre alle ore 13.00.
Ora dico, ma è Mai possibile che non ho neppure iniziato a concretizzare qualcosa nel reparto Infettivi, che mi vengo causati tutti questi disservizi??? Voglio ricordare al Dott. Andrea de Luca che sono pure un invalido al 100 % con una miriade di patologie che non sto a menzionare e vengo trattato come una "COSA" e non come una persona che ha diritto di essere curata come tutti, ma che tutti nel Suo Reparto se ne sono "FREGATI". Questa è la mia protesta...
E comunque mi riservo di mettere al corrente la "Direzione Sanitaria" per avere ragione di ciò che mi è Accaduto.
Saluti, Giorgio Brescia

Patologia trattata
Hiv +.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto

Sono ricoverata da 10 giorni nel reparto malattie infettive universitarie e mi sento in dovere di esprimere il mio apprezzamento verso il personale medico e infermieristico per la professionalità, cortesia ed educazione con le quali svolgono il proprio lavoro.
Uno staff da prendere veramente come modello per la sintonia fra loro che porta ad un ottimo risultato verso il paziente.
Grazie, Carolina

Patologia trattata
Encefalite.


Altri contenuti interessanti su QSalute