Medicina del dolore Ospedale San Martino Genova

Medicina del dolore Ospedale San Martino Genova

 
0.0 (0)
Scrivi Recensione
Il reparto di Medicina del dolore dell'Ospedale San Martino e Cliniche Universitarie Convenzionate di Genova, situato in Largo Rosanna Benzi 10, ha come Direttore il Prof. Launo. L'Ambulatorio di Medicina del Dolore, situato presso la Clinica Chirurgica, esegue le seguenti terapie mediche: Terapie fisiche; Terapie invasive (infiltrazioni punti trigger, infiltrazioni peri o intrarticolari, blocchi peridurali, blocchi delle faccette articolari, blocchi del simpatico, blocchi con guanetidina, posizionamento di stimolatori midollari, posizionamento di pompe per l'infusione intratecale o peridurale di farmaci); Terapie chirurgiche (alcolizzazione del plesso celiaco). Per arrivare alla diagnosi il paziente viene sottoposto a: Anamnesi clinica ed esame obiettivo generale e specialistico per il dolore; Valutazione neuropsicologica; Prescrizione e/o valutazione esami strumentali standard (RX, TAC, RMN, EMG, Ecografia ecc.); Prescrizione ed esecuzione in loco di esami specialistici (neurometria, teletermografia); Prescrizione ed esecuzione di tests specialistici (test alla morfina, test alla lidocaina, test al baclofen). Fanno parte dell'equipe medica il dott. Palermo ed il dott. Nicoscia. Se desideri commentare, consigliare o recensire prestazioni specialistiche, dottori dell'equipe medica di reparto, punti di forza e punti deboli dell'unità sanitaria, errori medici e richiesta danni - rimborsi, racconta qui la tua storia e fai sapere agli altri lettori cosa ti è successo. Confrontati e scopri cosa ne pensano gli altri: l'opinione di ogni paziente è importante.

Recensioni dei pazienti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.


Altri contenuti interessanti su QSalute