Ospedale di Terracina

 
3.4 (16)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Firenze 10, Terracina (LT)
Telefono
0773 7081
L'Ospedale Alfredo Fiorini è situato a Terracina in provincia di Latina in Via Firenze 10, nei pressi della stazione ferroviaria. La struttura, ospedale a gestione diretta Presidio Centro dell'ASL di Latina, eroga le proprie prestazioni nelle seguenti principali Unità operative: Chirurgia Generale (53 posti letto), Medicina Generale (52 posti letto), Ortopedia e Traumatologia (26 posti letto), Ostetricia e Ginecologia (20 posti letto), Pediatria (7 posti letto), Pronto Soccorso.

Recensioni dei pazienti

16 recensioni

 
(8)
 
(1)
 
(1)
 
(4)
 
(2)
Voto medio 
 
3.4
 
3.8  (16)
 
3.4  (16)
 
3.4  (16)
 
2.9  (16)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Pronto Soccorso

Mille grazie al pronto soccorso per l'aiuto competente e la cura amichevole data a nostro figlio, che è stato curato nelle nostre vacanze a causa di un collasso circolatorio e dolore addominale, che poi è andato rapidamente meglio. È una bella sensazione trovare tali aiuto e umanità in una situazione per noi difficile. Grazie ancora.

Patologia trattata
Debolezza, crampi addominali.



Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Operazione cataratta

Sono stata operata alla cataratta il 4 febbraio 2019. Personale, équipe medica, rien à dire, però non si lascia una donna di 83 anni in pigiama nel blocco operatorio per 2 ore. Ho segnalato che sentivo freddo, ho chiesto se mi potevo alzare e loro (sempre gentilmente) mi confortavano dicendomi di avere un po' di pazienza... Risultato: sto curando una bronchite! Ho saputo dopo che c'era stato un problema nell'operazione della paziente prima di me. Faccio un'altra osservazione: troppo confusione, voci che s'incrociano.

Patologia trattata
Cataratta.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Pronto Soccorso, piacevole sorpresa

Volevo segnalare la competenza, la professionalità e la gentilezza che ho trovato al pronto soccorso dell'Ospedale di Terracina. Sono stata assistita con grande accuratezza.
Grazie a tutto il personale.

Patologia trattata
Caduta da bicicletta.

Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Reparto Chirurgia

Ieri 24/03/2018 sono stato dimesso dopo l'asportazione della tiroide.
Finalmente a casa, ma con una nota di grande gratitudine per l’equipe del reparto di Chirurgia dell’ospedale di Terracina, magistralmente diretto dal primario, Prof. De Cesare.
Una sinfonia di alta professionalità, profonda umanità, simpatia e cordialità.
GRAZIE.

Patologia trattata
Tiroidea.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Reparto Chirurgia

In quattro giorni di ricovero, per una subocclusione intestinale solo tre clisteri. Il dottore continuava a rassicurare la moglie dicendo che si sarebbe sbloccato. Il paziente peggiorava di giorno in giorno, nessun esame è stato fatto per approfondire il caso, se non il lunedì mattina (dal venerdì che il paziente era ricoverato), dietro richiesta esplicita dei familiari di fare una Tac. Quindi direttamente giù dal radiologo e da lì in sala operatoria d'urgenza: il colon era super intasato, stava per scoppiare e sotto ad ostruire il tutto c'era un tumore.
I parenti del paziente hanno preferito farlo operare in un altro ospedale.

Patologia trattata
Subocclusione intestinale.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

RINGRAZIAMENTO

Voglio ringraziare il personale del P.S., in particolare il dr. Picozza e l'infermiera Vienna ed altri per l'assistenza prestatemi con solerzia, professionalita' e competenza, nonche' tutto il personale della Medicina, a partire dalla dr.ssa Dalmaso e tutto lo staff.
Elogi inoltre per i vari servizi dialisi- cardiologia- radiologia - non e' la prima esperienza ed il trattamento e' costantemente uguale.
Un ottimo ospedale che serve la parte centrale della provincia.
Grazie a tutti.

Patologia trattata
SCOMPENSO CARDIO-RESPIRATORIO.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Una rassicurante sorpresa

A causa di un'improvvisa fibrillazione atriale, sono stato catapultato dalla spensieratezza della spiaggia di Terracina al Pronto Soccorso del locale Ospedale, in un primo tempo, e nel relativo reparto di medicina dopo, per complessivi quattro giorni. Ebbene, posso testimoniare che in questi giorni di evidente preoccupazione ho vissuto un'esperienza assolutamente positiva e tranquillizzante, perchè mi sono visto circondato ed assistito da un personale medico e paramedico assolutamente competente, disponibile e dotato di grande umanità. Ho in particolare piacere di citare tra i professionisti che mi sono rimasti nel cuore, la Dr.ssa Iorio dai suoi amabili tratti, il Dr. Alfieri, particolarmente attento e scrupoloso nel delineare una diagnosi - entrambi del Pronto Soccorso - e la dr.ssa Stivali del reparto di Medicina con la sua competenza e disponibilità ed infine, dulcis in fundo, la preparatissima da un punto di vista professionale e ricca di grande umanità dr.ssa Dalmaso che, nella sua qualità di primario, conduce l'intero reparto con mano ferma con tangibili risultati da ogni punto di vista.
Per un cittadino romano - come me - abituato al caos ed alla disorganizzazione di tanti mastodontici Ospedali della Capitale, che pur godono di ben più cospicue risorse finanziarie e di personale, un'esperienza (quale la mia) vissuta nel piccolo Ospedale di Terracina, risulta essere una tranquillizzante sensazione di protezione e di speranza per il futuro.

Patologia trattata
Fibrillazione atriale.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Frattura femore scomposta

Ho 42 anni, il 2016 dal pronto soccorso dell'ospedale Dono Svizzero di Formia, venivo trasferito al reparto ortopedia del Fiorini di Terracina per una frattura scomposta del femore non semplice. Operato dopo 2 giorni dal primario di ortopedia dell'ospedale Dono Svizzero di Formia e dall'equipe ortopedica del Fiorini, mi veniva impiantato un chiodo lungo. Ringrazio tutti per la professionalità e la cortesia che mi sono state rivolte.
Pulizia giornaliera accurata. Ambiente ben riscaldato. Unica lamentela: i materassi che si imbarcano, fastidiosi per le lunghe degenze.
Dimesso dopo 15 giorni, sono a casa in attesa della visita di controllo. Ho il divieto di carico sull'arto ed eseguo esercizi di riabilitazione insegnatomi al Fiorini. Ho già ripreso buona parte della forza alla gamba, mi rendo conto che l'intervento è perfettamente riuscito. Grazie a tutti.

Patologia trattata
Frattura femore scomposta.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Pronto soccorso

Sono stata soccorsa ieri sera con l'ambulanza e in seguito all'ospedale.
I miei complimenti e ringraziamenti di cuore vanno a tutte le persone che mi hanno assista. Meritano veramente di essere elogiati. Grazie.
Terracina 8 novembre 2016.

Patologia trattata
Mal di stomaco e dolori dietro la schiena.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso - infezione gengiva

A seguito di una infezione alla bocca dolorosissima e infelice, in quanto il gonfiore non mi permetteva di chiudere la bocca, mi sono recato alle 5.00 di notte al pronto soccorso dell'ospedale Fiorini di Terracina.
L'infermiere che mi ha chiesto che avevo, senza visitarmi e sapere la mia situazione clinica mi dice che devo andare dal dentista e prendere antidolorifici e che non era da pronto soccorso e che avrei aspettato molto per vedere il medico. Dato che era domenica e agosto in una città dove non conoscevo nessuno, e vedendo la sala di attesa vuota, decido di rimanere.
L'attesa dura inspiegabilmente 2 ore, alle 7.00 chiamo l'infermiere e mi arrabbio e dopo 2 minuti, guarda caso, un medico si libera. Pensavo fosse l'infermiere l'incompetente, invece la dottoressa lo è stata ancora di più: mi ha detto che era il dente del giudizio e che non poteva fare niente.. Solo su mia insistenza mi ha dato un anti dolorifico.
La mattina successiva ho chiamato il mio medico di fiducia e il dentista ed entrambi mi hanno detto che andava curata l'infezione, prescrivendomi antibiotico e antidolorifici.
Vorrei ricordare a tutti i medici che se uno ha un problema alla bocca, infezioni, tagli eccetera, non è un problema odontoiatrico ed è contro la legge ed il loro codice non curare il paziente.

Patologia trattata
Infezione gengiva.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Pronto Soccorso

Nonostante il sovraffollamento quasi da collasso del pronto soccorso, devo dire che fanno miracoli.
Nove ore 9, di permanenza nella struttura per un codice verde, ma entrato nel PS ho dovuto constatare che metà delle barelle occupate erano destinate a extracomunitari ubriachi che avevano avuto il coraggio di chiamare 1 ambulanza a testa e sprecare così un prezioso servizio.
Ho dovuto assistere alla strafottenza di uno dei compari di questi, che oltretutto rompeva l'anima (per non dire altro) perchè erano 2 ore che erano lì (come se tutti noi altri fossimo dei poveri scemi ad aspettare) infastidendo il gentile e impagabile personale.
Ad un certo punto, uno di questi si e' messo a vomitare... e via altro tempo.. mentre gente fuori a fare la fila per essere curata per cose vere.
E' stata una pena per me contribuente e cittadino civile, vedere questi ragazzi del personale sprecarsi con queste cose.
Io direi di INSERIRE UN SUPERTICKET PER LE CURE DERIVATE DA COMPORTAMENTI SCONSIDERATI COME L'ABUSO DI ALCOL. ALLORA 1000 EURO PER AMBULANZA E ALTRI 1000 PER LE CURE. E SE NON PAGHI, VIA DALL'ITALIA.

Patologia trattata
Contrattura muscolare a seguito di caduta.
Punti di forza
Gentilezza e pazienza e molta competenza e attenzione a ciò che fanno.
Punti deboli
Troppa gentilezza e pazienza con certa gente..
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

DISSERVIZIO CASSE RISCOSSIONE

Mi reco il 13 ottobre a ritirare 2 cartelle cliniche di mia moglie. La impiegata alle informazioni gentilmente mi indica l'ufficio per il ritiro. Mi reco nell'ufficio dove un gentile signore mi dice che le cartelle sono pronte e che mi devo recare alla cassa a pagare i circa 20 euri corrispondenti.
La gentilezza finisce qui.
Vado alla cassa e prendo il mio numero, il 78. Noto che il display indica il numero 92. UAUUUU penso, quasi 90 numeri di attesa!!!
Saranno veloci......
Noto che ci sono 5 casse e di queste 4 sono aperte. Va beh, penso, non male alla fine, guardo l'orologio e vedo che sono le 11.35.
Dopo un po' capisco che 1 cassa praticamente non lavora. E' la cassa per gli invalidi ed e' giusto che chi e' invalido non faccia la fila, ma la logica vorrebbe che se non ci sono invalidi in fila, beh, intanto la cassiera potrebbe attendere i clienti non invalidi.
Invece in quella cassa c'e' una signora bionda che fondamentalmente non fa quasi nulla, sbriga un invalido ogni tanto e poi si dedica soprattutto al suo specchietto portatile e ai suoi trucchi.
Intanto persone anziane (ma non invalide) aspettano.
Alle 12.00 la miss mondo degli invalidi cala la tapparella e se ne va in pausa pranzo, quindi rimangono solo 3 casse aperte.
Poco male penso io, tanto la signora in questione nulla faceva, quindi che se ne vada in pausa pranzo, anzi, che ci rimanga pure.
Alle 12.15 un altro cassiere abbassa la tapparella e se ne va in pausa pranzo pure lui.
Mmmmmm la situazione si fa critica, solo 2 casse e tante persone (molti anziani) in attesa.
Alle 12.30 il colpo di scena, anche un altro cassiere abbassa la tapparella e se ne va.
1 SOLA CASSA con almeno 70 persone in attesa. Passano circa altri 15 minuti, il mio numero si avvicina, ne mancano 4 ancora quando squilla il cellulare dell'unica cassiera, la quale risponde e si allontana per attendere in orario di ufficio a una chiamata privata e "fottendosene" della gente in fila.
Molti si spazientiscono, un signore con 4 bypass comincia a protestare giustamente.
L'impiegata non se ne cura, finisce la sua privata chiamata e poi torna alla cassa.
Quando arriva il mio turno, essendo un tipo molto tranquillo, chiedo educatamente alla signorina se le pareva corretto aver lasciato un posto di attenzione al pubblico con tanta gente anziana in fila per fatti privati. Le ricordo che essendo una dipendente pubblica, questo non lo puo' fare.
Mi risponde con una certa strafottenza dicendomi che se voglio posso andare a reclamare in direzione.
Le dico bene, mi dà il suo nome e cognome??
Si rifiuta.
Faccio presente che essendo una dipendente pubblica non puo'.
Non avendo altri argomenti decide di non parlare piu'.
Io, per non intralciare ulteriormente le povere persone in fila, tronco la discussione, la ringrazio in modo sarcastico e le dico che comunque segnalero' la sua poca professionalita'.
Ora, sperando che all'ospedale di Terracina esista una direzione (cosa che dubito), segnalo qui su QSalute.
Il giorno era il 13 ottobre, l'ora era le 12.50, la cassa era la cassa 3. L'impiegata era una donna, giovane, capelli scuri, cellulare iphone con custodia rosa, unghie lunghe e rosse.
Se qualcuno dell'ufficio di relazione al cliente dell'ospedale di Terracina legge i commenti dei pazienti su questo sito, sa di chi parlo e potra' prendere i provvedimenti del caso.
Ultima cosa, pronto a testimoniare.
Ultimissima cosa. Conoscendo un pochino l'ospedale di Terracina, nessuno fara' nulla, ma il mio reclamo rimarra' comunque su un sito che centinaia di persone consultano; e questo basta.

Patologia trattata
Ritiro Cartelle cliniche.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Esperienza pessima in Pronto Soccorso

Nell'Agosto 2008, dopo esser caduto con la mia moto nei pressi di Terracina, i miei amici decisero, viste le profonde escoriazioni che avevo su ogni sporgenza del corpo e un ustione sul braccio sinistro, di portarmi in ospedale per effettuare delle medicazioni.
Giunto all'ospedale di Terracina, dopo aver atteso due ore in una sala vuota!! decidono finalmente di "medicarmi". Danno una grossolana pulita alle ferite, sul gomito sinistro era presente un buco che arrivava fino a scoprire l'osso, che è stato coperto con delle garze (no punti, no colla), mi viene prescritto un leggero antibiotico, applicate delle garze, fasciato con garza il braccio sinistro e mi dicono di tornare in ambulatorio dopo 48 ore per le medicazioni. Con mia sorpresa dopo due giorni il braccio sinistro era diventato violaceo, da sotto la garza che copriva l'ustione usciva costantemente pus, tanto che al secondo giorno sembrava di avere un gesso, più che una fasciatura. Al momento della medicazione, mi viene detto che l'ambulatorio è chiuso e che sarei potuto ritornare tra altre 48 ore, senza neanche vedere lo stato in cui versavano le ferite. Il braccio era completamente gonfio e viola, tanto che le nocche della mano sinistra si erano sostituite a delle "fossette" come quelle dei neonati, il sangue non passava più a causa della fasciatura sull'avambraccio sinistro ed iniziavo a sentirmi male. Avevo la febbre. Chiamai aiuto da Roma e mi feci riportare su in macchina, dove di corsa presi la via del Sandro Pertini. Mi ricordo gli ultimi chilometri, non finivano mai ed il mio stato peggiorava. Arrivati, mi hanno pulito le ferite (c'era ancora terra e asfalto dentro) prescritto un antibiotico con dosaggi adeguati ed informato che il braccio sinistro stava andando in cancrena, e che se avessi atteso altri giorni sarei sicuramente finito in setticemia. Se oggi sono qui a scrivere quanto è accaduto, è solo grazie ai consigli di chi non è medico ed al mio buon senso, che mi ha detto di non fidarmi di questo ospedale e soprattutto del pronto soccorso.

Patologia trattata
Escoriazioni post incidente stradale.
Punti di forza
Non pervenuti
Punti deboli
Struttura fatiscente, difficilissimo da trovare, personale e medici INCOMPETENTI.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Reparto di Chirurgia

Sono stato operato di sinus pilonidalis il 28/12/2011 in regime di day hospital con tecnica chiusa senza drenaggio.
Uscito dall'ospedale, dopo appena due ore sono svenuto per reazione allergica all'antibiotico. L'indomani inizio a prendere un antibiotico da 1000 per 7 giorni; due giorni dopo la prima medicazione, fatta dal chirurgo che mi ha operato, tutto sembrava ok e quindi mi prescrive di tornare a medicarmi dopo altri 2 giorni. Mi presento in ospedale e dopo 3 ore di attese mi rimandano a casa dicendomi che non c'era nessuno per potermi medicare e che potevo tornare anche dopo altri 2 giorni. Rivado a medicarmi e stavolta mi medica un'altra dottoressa, che mi dice che la ferita era infetta e andavo incontro al cedimento dei punti e alla completa riapertura della stessa. Mi prescrive un altro antibiotico da 500 per 10 giorni. Inizio cosi' un ciclo interminabile di medicazioni ed un mese pieno di antibiotico da 1000. Nel mentre il chirurgo che mi ha operato si fa negare pur essendo presente nella struttura. A meta' gennaio iniziano le forti reazioni di orticaria su tutto il corpo, dovute all'assunzione degli antibiotici e mi e' stato detto che invece ero allergico agli ulivi, o alla polvere dato che abito in campagna (mai stato allergico a nulla). Stringo i denti e inizio una cura di Zirtec che si protrarra' per circa 2 mesi, poiche' appena la stoppavo mi gonfiavo peggio di prima. La guarigione della ferita e le medicazioni sembravano procedere bene, sino al giorno in cui l'infermiera che mi medicava si accorge della presenza di una fistola scappata all'occhio del chirurgo. Dopo due giorni mi medica il chirurgo stesso e dice che era solo una depressione della ferita. Continuano a medicarmi con creme, spray, placche irocolloide ma la ferita non chiude. Dopo 3 mesi arrivano a dirmi addirittura che ero malnutrito e dovevo mangiare piu' carne, ipotizzano il diabete e non sapevano piu' con cosa altro medicarmi; e la ferita stava solo peggiorando.
Allora mando tutti a quel paese e mi rivolgo da un professore primario all'ospedale di Fondi. Al primo sguardo che mi ha dato, mi ha detto che sono da rioperare perche' c'e' una vistosa fistola da togliere e il fatto che la ferita non si chiudesse dipendeva ovviamente dalla fistola e dalle cattive medicazioni, che mi hanno portato a forti infiammazioni, le quali hanno contribuito alla nascita anche di un granuloma sul bordo della ferita. A breve mi opero a Fondi e mi sono promesso che mai piu' rimettero' piede all'ospedale di Terracina!

Patologia trattata
Cisti pilonidale.
Punti deboli
competenza dei medici chirurghi e degli infermieri professionali; carenza dei servizi; forte disorganizzazione interna; poca cura verso il malato.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso e OBI: deluso

Sono stato messo in osservazione per legge per 24 ore.
Camera e servizi fatiscenti e sporchi.
Al mattino mi aspettavo almeno un elettrocardiogramma, o una misurazione della pressione e della temperatura corporea.
Passate le ventiquattro ore, il medico di turno non aveva avuto informazioni di nessun genere. Ho dovuto richiedere la cartella clinica per firmarla e andar via.
Nessuna possibilità di ricevere copia della cartella per poter avere informazioni da dare al mio medico di famiglia a Lugano. Non è neanche possibile richiederla per E-mail poichè sprovvisti (Credo).
Mi spiace che l'opinione pubblica sia cosi negativa sui servizi ospedalieri a Terracina, ma devo ammettere che non hanno tutti i torti.
Capisco anche che non avete molti mezzi a disposizione.

Patologia trattata
Aritmia e pressione alta.
Punti di forza
Tempismo e competenza.
Punti deboli
Struttura fatiscente/ Comunicazione inesistente.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Dermatologia: efficacia e competenza

Finalmente dopo varie terapie ho risolto il problema.

Patologia trattata
Psoriasi.
Punti di forza
Assistenza ed efficacia delle cure.


Altri contenuti interessanti su QSalute