Radiologia interventistica Ospedale Sant'Andrea Roma

Radiologia interventistica Ospedale Sant'Andrea Roma

 
5.0 (2)
Scrivi Recensione
Il reparto di Radiologia interventistica dell'Azienda Ospedaliero Universitaria e Policlinico Sant'Andrea di Roma, situata in Via di Grottarossa 1035-1039, ha come Responsabile il Dott. Michele Rossi. Il reparto è un'Unità Operativa Semplice afferente a quella Complessa di Radiologia che eroga le seguenti prestazioni: Angioplastiche di vasi periferici non coronarici con o senza posizionamento di stent; Angioplastica e stenting delle carotidi; Posizionamento di endoprotesi o stent ricoperti per esclusione di aneurismi toracici, addominali o splancnici e periferici; Fibrinolisi tromboaspirazioni meccaniche e ricanalizzazioni in ischemie critiche; Ricanalizzazione e angioplastica sotto il ginocchio nel trattamento del piede diabetico; Ricerca e terapia sanguinamenti; Drenaggi Biliari o toraco-addominali; Paracentesi-toracentesi; Nefrotomie percutanee. In regime ambulatoriale svolge attività di diagnostica non invasiva (ecocolordoppler, Angio RM e Angio TC) delle malattie cardiovascolari, mentre in regime di D-H esegue vertebroplastiche, biopsie eco o TC guidate, flebografia spermatica ed embolizzazione varicocele.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0  (2)
Assistenza 
 
5.0  (2)
Pulizia 
 
5.0  (2)
Servizi 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Embolizzazione fibromi uterini multipli con compre

Un ginecologo del S. Andrea, a causa di un utero raddoppiato di volume per fibromi multipli sierosi, sottomucosi e uno sul legamento di 11 cm., mi ha proposto l'isterectomia a cielo aperto, cioè con taglio dell'addome. Avendo già fatto anni fa al Gemelli miomectomia a cielo aperto, sapevo bene cosa mi aspettava e ho rifiutato. Fra l'altro sono in terapia con immunosoppressori da anni a causa di spondilite anchilosante autoimmune e un simile intervento invasivo mi avrebbe costretto a sospendere per molto tempo la terapia, col riacutizzarsi così della spondilite. Ma al tempo stesso l'utero così grosso comprimeva la vescica, con continuo stimolo alla minzione, specie notturna.
Sentir parlare della radiologia interventistica del S. Andrea è stata una svolta. Intervento mini invasivo (punto d'ingresso del catetere all'inguine di meno di un cm.), anestesia epidurale (mentre l'isterectomia avrebbe richiesto quella totale), grandissima professionalità e bravura di tutta l'equipe dei medici radiologi interventisti (mi ha operato proprio il professor Michele Rossi) e del medico anestesista, sempre molto attento al controllo del dolore operatorio e della nausea e pronto a un supplemento di anestesia causa il protrarsi della durata dell'intervento (2 ore), essendo tantissimi i fibromi da embolizzare. Sempre l'anestesista ha saputo gestire efficacemente il dolore postoperatorio. Una sola notte di degenza, convalescenza a casa con terapia analgesica, antibiotica e antinausea per 7 giorni. Solo i primi 3 giorni ho avuto dolori a crampo all'utero e forte nausea, mai febbre. Dopo 2 settimane più nessun dolore e ho potuto riprendere anche l'attività sportiva.
Un grazie di cuore a tutti i medici della Radiologia interventistica.

Patologia trattata
Utero fibromatoso con miomi multipli.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Aneurisma splenico

Sono stata operata a settembre del 2014 di aneurisma splenico. Vorrei ringraziare tutto il reparto di chirurgia vascolare per la cortesia, la radiologia interventistica e tutti i medici per l'attenzione e la scrupolosita' dimostrata anche in relazione alle altre mie patologie. Un sentito ringraziamento, di cuore, al Dott. Rossi ed ai dottori Stella e Battocchio della chirurgia vascolare.
Cristina

Patologia trattata
Embolizzazione aneurisma splenico.


Altri contenuti interessanti su QSalute