Urologia Ospedale Sant'Andrea Roma

 
4.1 (14)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Urologia dell'Azienda Ospedaliero Universitaria e Policlinico Sant'Andrea di Roma, situata in Via di Grottarossa 1035-1039, ha come Direttore il Dott. Andrea Tubaro. Il reparto eroga prestazioni di Uro-oncologia, svolgendo attività assistenziali che includono la diagnostica, le terapie integrate (mediche e chirurgiche), le terapie palliative ed i successivi controlli di tutte le neoplasie dell’area urologia che comprendono: Tumori del rene, Nefrectomia chirurgica, Nefrectomia laparoscopica, Enucleoresezione dei tumori renali, Tumori della vescica, Chirurgia endoscopica, Cistectomia radicale con ricostruzione della vescica, Chemioterapia endovescicale (citostatici, BCG e Synergo), Tumori della prostata, Prostatectomia radicale, Radioterapia, Brachiterapia, Tumori del Testicolo, Orchifunicolectomia, Linfoadenectomia retroperitoneale, Tumori del pene. In regime di Day hospital- day surgery svolge attività di Chemioterapia endovescicale per i tumori della vescica, Biopsia prostatica, Chirurgia endoscopica della vescica, Chirurgia del varicocele, Chirurgia scrotale. Attività Ambulatoriale: Urologia generale, Andrologia, Diagnostica precoce del tumore prostatico, Ecografia urologica, Endoscopia urologica, Urodinamica, Riabilitazione del pavimento pelvico. L'Unità di urologia si compone inoltre delle seguenti 2 Unità Operative Semplici U.O.S.: Chirurgia genitale maschile; Chirurgia urologica mini-invasiva. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Prof. Stefano Petta (responsabile U.O.S. di Chirurgia Genitale Maschile), Prof. Andrea Tubaro (responsabile U.O.S. di Chirurgia Mini-Invasiva), Dott. Alberto Trucchi, Dott. Hassan Fattahi, Dott. Gianluca Nesi, Dott. Cosimo De Nunzio, Dott. A. Carluccini.

Recensioni dei pazienti

14 recensioni

 
(7)
 
(3)
 
(3)
 
(1)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.1
 
4.4  (14)
 
4.1  (14)
 
4.2  (14)
 
3.9  (14)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento alla prostata

Intervento di disostruzione tramite TURP.
Assistenza ai pazienti ottima sia da parte dei medici che soprattutto da parte delle infermiere, dei veri e propri angeli custodi, meriterebbero molto di più.

Patologia trattata
Ipertrofia prostatica.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Insuperabili

A seguito di emorragia diverticolare mi è stato evidenziato un tumore del rene sinistro.
Sono quindi stato operato di nefrectomia e sigmoidectomia.
Credo che in Italia siano invidiati da tutti per la loro competenza e disponibilità.

Patologia trattata
Tumore del rene sx.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Familiare di un paziente

Dopo essere entrata dal pronto soccorso, mia madre è stata dimessa con ancora la febbre dopo 4 giorni ed un’infezione renale trattata come una cistite. La febbre si può curare a casa, mi hanno risposto.
Siamo stati costretti ad andare privatamente per un intervento che avrebbero dovuto fare loro dal primo giorno. Per quanto riguarda la nostra esperienza personale, professionalità, capacità, pulizia e gentilezza pari a zero.

Patologia trattata
Infezione renale.


Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Intervento a cielo aperto per IPB

Pur riconoscendo i grandi sforzi compiuti dal personale infermieristico di un reparto decisamente sovraffollato e non avendo le competenze per mettere in dubbio le capacità professionali del team di urologia, non consiglio il prof. Tubaro per la sua freddezza, per l'assenza di empatia e per l'incapacità di dare al paziente e ai familiari quel minimo di informazioni che mi sembrano dovute non solo eticamente, ma anche umanamente.
E, soprattutto, per il quasi totale disinteresse nel quale si è trovato il paziente durante la convalescenza.
Basti pensare che mio padre, a 25 giorni da una operazione di prostata a cielo aperto con diverse complicazioni, ha sviluppato un'epididimite al testicolo sinistro con diversi giorni di febbre alta. Non avendo alcun recapito per raggiungere direttamente il professore, abbiamo quindi telefonato varie volte in reparto parlando con i dottori di servizio. La prima volta per avere conferma della terapia prescritta dal medico di base, poi per sapere cosa fare allo scadere della terapia, visto che, anche se vi erano stati dei miglioramenti, l'infezione non sembrava debellata. Ci è stato dato un appuntamento per la visita ben 18 giorni dopo. Ovviamente ci siamo rivolti altrove, nonostante il paziente sia stato per anni in cura con il professore.

Patologia trattata
Adenoma Prostatico.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
2.0

Malnutrizione, solitudine, abbandono

Ho ricoverato mia Mamma per un carcinoma di alto grado alla vescica. Prima della Turb il dott. Tubaro mi dice "con un po' di fortuna salveremo la vescica con le instillazioni. Altrimenti si fará la cistectomia radicale e ci sará la guarigione completa". Dopo la Turb, con l'esame istologico in mano consegnatomi con 10 giorni di ritardo, mi viene detto "si fará la cistectomia radicale e anche la chemio". Dopo l'operazione mi viene detto "non guarirá, cercheremo di guadagnare tempo". Mia mamma giá portava 2 sacche esterne per l'urina. Da quel momento in poi, dopo la dimissione dall'ospedale (durante il cui soggiorno fu chiesta una consulenza neurologica per un dolore costante e terribile agli arti inferiori, ma in 15 giorni non si è visto nessuno) mia mamma è stata abbandonata a sè stessa, nonostante una volta a settimana andassimo in visita dagli oncologi - ogni volta ne incontravamo 2 diverse che ricominciavano il discorso vedendola per la prima volta e dicendo "vada a casa, mangi e beva". A nulla sono valse le mie preghiere di aiutarmi in quel momento, mia mamma non si alimentava più ed io ero sola a casa con lei. Ho chiamato io una assistenza infermieristica a casa. Ho comprato di mia sponte alcuni integratori da assumere in farmacia. Il Prof. Tubaro e la Dott.ssa Federica Puccini mi hanno letteralmente abbandonata..
Mentre ricoveravo di giovedì disperata mia mamma a Villa Margherita, nella speranza di non restare da sola e aiutarla, il Prof. Tubaro mi scrisse "cerco gli oncologi lunedì." Mia mamma se n'è andata il sabato ed io non so ancora se Tubaro abbia mai 'trovato' gli oncologi.

Patologia trattata
Carcinoma vescicale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ipertrofia prostatica benigna

Desidero ringraziare il Dott. Andrea Tubaro, di cui ho apprezzato la nota perizia unitamente a modestia e cortesia costanti, che mi hanno consentito di sottopormi all'intervento e di cui conservero' a lungo il ricordo.

Patologia trattata
Ipertrofia prostatica benigna.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Breve testo valutativo

HO FATTO UNA VISITA DAL PROF. TUBARO AL S. ANDREA IL 07 GIUGNO 2016 PER INFEZIONI IMPORTANTI E RECIDIVANTI ALLE VIE URINARIE E, SOPRATTUTTO, ALLA PROSTATA. IL PROF. TUBARO MI DISSE CHE DOVEVA SENTIRE IL PARERE DELL'INFETTIVOLOGO E CHE SE NE RICORREVANO LE CIRCOSTANZE, MI AVREBBE OPERATO. COMUNQUE MI AVREBBE CONTATTATO NEL GIRO DI UNA SETTIMANA. A TUTT'OGGI 04 AGOSTO 2016 ANCORA ASPETTO..
ISIDORO MARCHETTI

Patologia trattata
INFEZIONI RECIDIVANTI VIE URINARIE.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Complimenti

Complimenti per tutto il sistema del reparto del prof. Tubaro, al meglio della competenza e professionalità di tutto lo staff. Per il dottore, Esperto di nome e di fatto, una particolare nota di merito. Grazie.

Patologia trattata
TURP (luglio 2013).
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Consulto per neoformazione al rene destro

Per una neoformazione renale entro i 5 cm. di diametro, l'unica via propostami è stata la nefrectomia radicale, cioè l'asportazione del rene. Rivolta altrove per altri pareri, sia al San Camillo che dal miglior urologo chirurgo di Roma (prof. Pansadoro) mi è stato detto che il rene non va assolutamente asportato e che l'intervento si può effettuare benissimo salvando l'organo. Sono ora in lista d'attesa altrove.

Patologia trattata
Neoformazione rene dx.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
5.0

L'eccellenza al S. Andrea

Un infinito grazie al prof. Tubaro per la sua professionalità. La sua frequente presenza in corsia e le sue continue visite agli ammalati, donano ai pazienti un'infinita tranquillità. Un ringraziamento va anche agli infermieri, che fanno turni stressanti senza lamentarsi. Un caro saluto a MARZIA, ANTONELLA e MATTEO.

Patologia trattata
Tumore al rene.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza al Sant'Andrea

UN GRAZIE è poco per quanto il prof. Andrea Tubaro ha fatto per mio padre, approdato presso il suo studio per una IPB benigna curata male a Napoli e per la quale portava il catetere a permanenza. Grazie alla grandissima professionalità, esperienza, cortesia umanità, mio padre oggi (a distanza di 18 mesi) seguendo alla lettera le cure prescritte dal professore Tubaro, è ritornato alla normalità SENZA INTERVENTI - che a Napoli ritenevano necessari e che invece il professore sconsigliava, vista l'età avanzata (85 anni). Grazie grazie grazie! Un ringraziamento speciale va anche alla dott.ssa Puccini che ha seguito mio padre nelle 24 ore di ricovero quando abbiamo rimosso il catetere: brava, professionale, gentilissima e disponibile.
Insomma.. da tutt'Italia non abbiate paura del viaggio, sarete assistiti nel migliore dei modi. Eccellente.

Patologia trattata
IPB benigna con catetere a permanenza.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Il prof. Tubaro un eccellente urologo

Ritengo il Prof. Andrea Tubaro non solo un ottimo professionista, ma aggiungo anche una cordialissima persona per la compartecipazione alle problematiche che gli si prospettano. Personalmente sono in cura e seguìto sin dal 2011 per un adenocarcinoma della prostata (somma 6 Gleason), che periodicamente viene monitorato.

Patologia trattata
Adenocarcinoma della prostata.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellente prof. Tubaro e staff

Equipe medica ed infermieristica eccellente; disponibilità, gentilezza e professionalità al di sopra di ogni immaginazione. Spesso si parla male della sanità italiana, ma pochi conoscono il reparto di urologia dell'Ospedale Sant'Andrea di Roma, diretto dal Prof. Andrea Tubaro (eccellente professionista), in cui si possono constatare i servizi di alta qualità offerti. Sono contento di aver deciso di fare l'intervento presso codesto Ospedale. Un grazie particolare al Prof. Tubaro per la sua qualificata professionalità, per la sua chiarezza e gentilezza. La mia fiducia riposta in lei è stata del tutto soddisfatta dottore. Auguro buon lavoro a tutti. Giuseppe Masucci

Patologia trattata
K PROSTATA (prostatovescicolectomia radicale con linfoadenectomia iliaco otturatoria bilaterale).
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
3.0

gratitudine dott. Tubaro

Posso confessarVi di sentirmi una privilegiata in quanto sono "approdata!!" all'ottavo piano dopo alcune visite ambulatoriali, grazie alle quali ho avuto il piacere e la fortuna di essere visitata dalla dott.ssa Falcone (reparto nefrologia), la quale ha ritenuto opportuno di avvalersi della qualificata professionalità del professore Andrea Tubaro.
Cosa dire: ho conosciuto due persone squisite, sia dal punto di vista umano che professionale, mi sono sentita una "raccomandata" quando invece ero una dei tanti pazienti in lista di attesa.
Grazie ancora al professore Andrea Tubaro per la sua umiltà, per la sua disponibilità, per la sua cordialità, per la sua qualificata professionalità.
Grazie anche ai dottorini "specializzandi" e ad alcuni infermieri.
Sono diventata lo sponsor gratuito del reparto di urologia.
Buon lavoro a tutti.

Patologia trattata
Stenosi del giunto pielo ureterale.