Dettagli Recensione

 
Ospedali e case di cura a Bari
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Rabbia e dolore infinito

Il compagno di mia madre è entrato 4 mesi fa in perfetta forma per correggere una stenosi cardiaca con un intervento di microchirurgia mini invasiva e si è ritrovato a subire ad 83 anni un intervento a cuore aperto di sostituzione valvola aortica. Non si è più ripreso.
Ha contratto una endocardite che l'ha fatto morire fra mille sofferenze, riducendolo in uno stato pietoso. Nessuno merita di fare una simile morte..

Patologia trattata
Stenosi cardiaca.

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
Per Ordine 
 
Inviato da cristy
13 Marzo, 2015
Idem mio padre, che è entrato per mini-invasiva, hanno eseguito intervento a cuore aperto il 15 dicembre 2014, a tutt'oggi è ancora in terapia intensiva (trasferito a Lecce) e sta soffrendo tra mille complicanze... Era entrato con le sue gambe e non so se ce la farà.. io lo spero tanto perchè ha solo 65 anni.
Delusione totale, il consenso informato bisogna darlo, una persona deve essere libera di decidere se operarsi o meno; se lui avesse saputo dei rischi sono convinta che non si sarebbe operato!!!
1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute