Dettagli Recensione

 
Ospedale San Raffaele di Milano
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott. Guido Giusti e reparto Urologia - Eccellenza

Sono veterano di tre interventi RIRS precedenti negli USA (il primo in un importante ospedale statunitense con tanto di pianoforte a coda nell’atrio di ingresso, tale intervento posticipato per mancanza dello strumento flessibile mentre ero già sdraiato con flebo in sala operatoria, e poi fallito in seconda fase...) e gli altri due successivi eseguiti magistralmente dal noto urologo Prof. Mantu Gupta al NewYork-Presbyterian Columbia Medical Center.

A distanza di 6 anni dall’ultimo intervento, mentre qui in Italia ho cominciato a riavere sintomi causati da un calcolo renale di 1,7 cm., ma nel considerare se tornare negli Usa per farmi operare, il Dott. Gupta mi ha invece consigliato il Dott. Guido Giusti all’ospedale San Raffaele, che mi ha descritto come collega esperto del quale fidarsi altamente. Appena contattato tramite email, il Dott. Giusti si è reso gentilmente disponibile telefonicamente consigliandomi un piano di azione basato sullo storico dei miei interventi precedenti e referto UroTC che gli avevo inoltrato.

Oggi, a distanza di una settimana dall’intervento, posso dire senza alcuna riservatezza che la mia esperienza all'ospedale San Raffaele Turro, con una RIRS eseguita alla perfezione dal Dott. Giusti e l'equipe del reparto urologia a suo fianco, ed il supporto a 360º di tutto il team di infermieri pre e post intervento, è stata nell'insieme di gran lunga superiore al livello di cura che ho ricevuto in ospedali statunitensi, spesso osannati nel mondo della medicina. La differenza è che (a prescindere dalla sala operatoria moderna e ben fornita del San Raffaele Turro) l’ essere circondato da professionisti esperti che sanno anche come mantenere un rapporto umano, gentile, e talvolta anche umoroso, con i pazienti durante un momento della loro vita quando sono sotto stress, fa una differenza enorme. Il continuare a ricevere questo livello di cura anche in fase post-operatoria (per esempio rimuovendo lo stent con uno strumento flessibile monouso all’avanguardia, e con email di follow up per vedere come andava dopo) fa anche da testimone alla grande passione per eccellenza e cura da parte del Dott. Giusti, quale esempio sono sicuro si propaga su tutti i colleghi con i quali lavora. Vi consiglio pero' di NON seguire @GuidoGiusti su Twitter, a meno che siate davvero interessati a vedere tante foto di tecniche chirurgiche, e leggere i suoi consigli dati a riguardo a colleghi in tutto il mondo! :)

Patologia trattata
Calcolosi ureterale.

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute