Urologia San Raffaele

 
4.2 (51)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Urologia dell'Ospedale San Raffaele di Milano, Istituto Scientifico Universitario situato in Via Olgettina 60, ha come Direttore il Prof. Francesco Montorsi. Il reparto si occupa soprattutto della patologia urologica oncologica (reni, ureteri, vescica, prostata, ecc), di patologia urologica dell'età pediatrica, di ipertrofia prostatica, d'impotenza erigendi, di calcolosi urinaria, dell'infertilità di coppia, di urologia ginecologica. E' centro specializzato per la diagnosi e la cura del carcinoma prostatico, dell'ipertrofia prostatica e del tumore vescicale ed è inoltre riconosciuto in particolare per l'uso di tecniche mini-invasive urologiche. La Divisione dispone di 47 posti-letto di degenza ordinaria, 3 sale operatorie (di cui 1 operativa 12 ore al giorno); 1 sala operatoria per eseguire manovre endoscopiche o piccoli interventi (Servizio di endoscopia operativa= SEO), 1 sala per il trattamento dei tumori vescicali mediante ipertermia, 1 sala per biopsie prostatiche- ecografiche uro-andrologiche, 1 sala per le cistoscopie, ambulatori per la diagnostica ecografica, urodinamica e per visite di urologia convenzionale, andrologica, oncologica e di urologia pediatrica. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Olivier Traxer, Christian Gozzi, Roberto Bertini, Alberto Briganti, Renzo Colombo, Andrea Salonia, Vincenzo Scattoni, Federico Dehò, Lina Bua, Umberto Capitanio, Andrea Gallina, Caterina Lania, Arianna Lesma, Rayan Matloob, Luca Villa, Manuela Tutolo.

Recensioni dei pazienti

51 recensioni

 
(32)
 
(7)
 
(5)
 
(5)
 
(2)
Voto medio 
 
4.2
 
4.6  (51)
 
4.1  (51)
 
4.1  (51)
 
4.0  (51)
Visualizza tutte le recensioni

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie al Prof. Montorsi e tutto il suo staff

Complimenti al reparto urologia del San Raffaele per la disponibilità di tutto il personale, per la grande professionalità e l'assistenza.
Un grande ringraziamento al Prof. Francesco Montorsi per la professionalità e grande disponibilità.
Un grazie inoltre al dott. Bianchi, al dott. Federico Dehò, al dott. Adrea Gallina, al Dott. Alberto Briganti ed al Dott. Fossati.

Patologia trattata
ADENOCARCINOMA DELLA PROSTATA CT3 BILATERALE Gleason9 (4+5).



Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

MAPPING VESCICALE

Sono stata ricoverata i primi di gennaio per un Mapping vescicale.
Eseguito dal dottor Renzo Colombo, medico di poche parole, non ne ha bisogno, ottimo professionista, non solo mi ha supportato sia psicologicamente che umanamente, ma mi ha seguito per tutto il tempo con attenzione.
Un particolare riconoscimento va a tutto lo staff della sala operatoria.
Un abbraccio virtuale va al dottor Cornero (in quei momenti di estrema vulnerabilità, ricevere una carezza sulla guancia vale più di qualsiasi cura).
Non posso dire alla prossima…. ma vi auguro ogni bene.

Patologia trattata
SOSPETTA NEOPLASIA VESCICALE.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Asportazione cisti renale Bosniak IV

Mi chiamo Massimo Camelo, ad ottobre mi è stata diagnosticata una cisti al rene sinistro di tipo Bosniak IV livello, confermata successivamente dall'istologico come tumore papillare di tipo 2.
Siccome abito a Roma, mi sono rivolto ad un eminente urologo oncologo della mia città che mi ha liquidato illustrandomi la cosa con faciloneria. Successivamente mi sono recato all'ospedale San Raffaele di Milano per chiedere una consulenza al Dr. Roberto Bertini, consigliatomi dalla mia compagna che lavora come ostetrica nello stesso ospedale. Lo stesso è stato molto chiaro nell'espormi il percorso da intraprendere per la risoluzione del mio tumore, sia per mantenere l'integrità del rene, sia per evitare qualsiasi contaminazione intra-operatoria.
Data la mia situazione, ho apprezzato molto il tempo che lui mi ha dedicato, la sua valutazione clinica sul da farsi e la sua grande umanità. UNA VERA ECCELLENZA del panorama medico italiano.
Mi sono così affidato a lui e il 2 gennaio del 2019 mi ha operato.
All'intervento era presente la mia compagna, che mi ha riferito la scrupolosità e la padronanza con cui ha svolto l'operazione.
Durante la mia degenza in ospedale sono stato molto soddisfatto del trattamento in generale, simile ad una clinica privata, indice che il prof. Montorsi, che non conosco personalmente, primario del reparto di urologia, ha creato un'equipe efficiente; in particolare ricordo l'infermiera Laura e l'OSS Antonio.
Anche nel post-operatorio mi sono sentito supportato dal Dr. Bertini, uno dei pochi medici che segue i propri pazienti anche nelle fasi successive.
Alla luce delle mie esperienze passate non positive in ambito sanitario, consiglio vivamente il Dr. BERTINI che merita tutta la mia stima e il mio affetto.

Patologia trattata
Cisti renale di tipo BOSNIAK 4° livello.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ipertrofia prostatica benigna

Lo scorso 25 maggio ho subìto, presso il reparto Urologia dell’ospedale San Raffaele di via Olgettina, un intervento chirurgico per ipertrofia prostatica benigna.
Un vivo ringraziamento al dottor Federico Dehò, a tutto il personale medico e paramedico, agli assistenti, per le cure prestatemi e per il lavoro svolto con amore.
Ora son perfettamente guarito e la qualità della mia vita è decisamente migliorata!
Roberto Bitto

Patologia trattata
Ipertrofia prostatica benigna.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cistectomia radicale

Sono stato operato di cistectomia radicale il 10 luglio 2018. Ringrazio di cuore tutto il reparto di urologia che mi ha assistito con grande professionalità durante il mio ricovero, particolarmente nei momenti difficili. Un grazie particolare al Dott. Federico Dehò che mi ha operato.

Patologia trattata
Neoplasia vescicale muscolo infiltrante.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

L'eccellenza professionale

Oltre il professor Montorsi, che si sa essere un eccellente leader che e dirige perfettamente il reparto di urologia e tutta la sua equipe, per me emerge nettamente su tutti il dottor Marco Bianchi. Dottore dalla eccellente professionalità, sempre disponibile, attento a ogni richiesta, sempre pronto a risolvere ogni problema e dai modi gentili ed affabili.. Sa porsi perfettamente senza esitazione di fronte al paziente, al quale sa conferire con delicatezza e alta competenza la giusta terapia da seguire. Il professor Montorsi ha saputo trasmettergli il meglio del suo sapere.
La mia gratitudine al professor Montorsi e al dottor Marco Bianchi.

Patologia trattata
Ipertrofia prostatica ostruente - intervento Holep.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cistectomia con derivazione urinaria sec. Bricker

Un ringraziamento va al Dott. Andrea Gallina e all'Equipe medica che mi ha operato, nonchè a tutto il personale medico e paramedico per l'alta professionalità e umanità verso noi pazienti.
Inoltre ringrazio particolarmente l'infermiere professionale Nicola: nel momento n cui la tua vita subisce un cambiamento totale e lo stato d'animo è molto negativo, trovi un angelo che con amore, gentilezza e cortesia ti insegna incoraggiandoti come sostituire una sacca in un paziente con stomia.
Che Dio Vi benedica tutti.

Patologia trattata
K vescicale.
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Eminefrectomia destra

Staff medico di altissima competenza, infermieri gentilissimi e preparatissimi.
Consiglio a tutti la struttura e i suoi addetti.
Dottor Scattoni Vincenzo ottimo chirurgo, preparatissimo e bellissima persona.
Grazie.

Patologia trattata
Idronefrosi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento

Mi chiamo Andrea, sono il figlio del signor Michele di Luogosanto, un paesino della Gallura. A mio padre e' stato diagnosticato a Sassari un tumore ad alto grado vescicale infiltrante la tonaca muscolare. Non ci siamo persi d'animo e in poco tempo abbiamo contattato lo studio del Prof. Montorsi primario del San Raffaele, il quale ha visitato mio padre confermandoci la stessa diagnosi; ci disse che prima di fare l'intervento erano necessario quattro cicli di chemioterapia, consigliandoci di andare al San Francesco di Nuoro dalla dottoressa Porcu - una persona speciale alla quale siamo grati.
Finita la chemio, i primi di giugno abbiamo aspettato la chiamata di Milano, che e' arrivata a luglio. Mio padre e' stato operato il 24 luglio dall'equipe del Prof. Montorsi e l'intervento e' durato 7 ore con grande successo. Fortunatamente e' stata fatta la neovescica, evitando la sacchetta come qualcuno ci aveva accennato... Quindi fortunatamente qualcuno dall'alto ci ha assistito. Ora mio padre si trova ancora ricoverato, ma le cose stanno andando discretamente.
Un ringraziamento di cuore al Prof. Montorsi, al dottor Gallina, al dottor Colombo: persone uniche.
Grazie anche a tutti gli infermieri del reparto.

Patologia trattata
Cistectomia radicale per tumore alto grado alla vescica.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

GRAZIE DI CUORE

Ho aspettato 12 anni per ringraziare il dott. Roberto Bertini e l'ospedale S.Raffaele. Sono stato operato nel 2005, quando dopo una diagnosi terribile tutto intorno a me era crollato.
Grazie dott. Bertini, lei con il suo splendido intervento mi ha restituito una vita normale in tutti i suoi aspetti. Non finirò mai di ringraziarla.

Patologia trattata
LINFADENECTOMIA PELVICA BILATERALE E PROSTATECTOMIA RADICALE NERVE SPARING.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Giusti for ever

Sono stato operato dal prof. Giusti presso il San Raffaele. Ho trovato una struttura di elevata efficienza e contemporaneamente molto umana. Il Prof. Giusti mi ha seguito passo passo ed il risultato è stato eccellente. Il professore unisce alla professionalità scientifica, una grande esperienza tecnica e capacità di innovazione medica. L'assistenza da parte dello staff e' stata continuativa e di grande tecnica e mi complimento con loro per la dedizione che hanno verso tutti i pazienti.

Patologia trattata
Varicocele terzo grado.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

UN GRAZIE DI TUTTO CUORE

Sono Sabrina, un'infermiera leccese operata di nefrectomia destra per oncocitoma di 9 cm. Si pensava al peggio, ma il Prof. Montorsi ci ha rincuorati, persona di grande sensibilità e intelligenza. Un grazie speciale va al grande laparoscopista Prof. DEHO - non la dimenticherò mai! Non ultimo il Prof. Salonia. persona preparatissima e di grande professionalità. Grazie a tutti gli infermieri e al grande caposala. Vi abbraccio e ringrazio Dio che esistano persone come voi!!!

Patologia trattata
Oncocitoma renale con nefrectomia dx.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Orchifunicolectomia per seminoma

Ringrazio il prof. Montorsi e tutta l'equipe per le straordinarie competenze e le cure prestate. Intervento per neoplasia testicolare sinistra risolto con successo.

Patologia trattata
Seminoma.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Prof. Montorsi

Grazie a tutto lo staff dell'ospedale San Raffaele reparto urologia.
Non avrei mai immaginato che un professore di fama internazionale, il Prof. MONTORSI, alle 6.45 del mattino fosse gia' in visita ai pazienti ricoverati in reparto. Gentile e disponibile con tutti (ricchi e poveri), è un grande medico. Grazie ancora professore, è proprio vero che a volte, quando si e' in mano a certi dottori, la malattia fa meno paura.
Complimenti,
ENZO PIERINI - GUBBIO

Patologia trattata
NEFROSTOMIA PERCUTANEA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Asportazione rene

Ringrazio il personale del S. Raffaele ed il prof. Colombo per il trattamento ricevuto durante l'intervento di asportazione del rene destro di mio marito Vincenzo. Consiglio questa struttura a chi ha patologie simili a questa.
Vincenzo e Elena

Patologia trattata
Asportazione Rene dx.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

UN GRANDE ELOGIO AL Dr. RENZO COLOMBO:

UN GRANDE ELOGIO AL Dr. RENZO COLOMBO: FIORE ALL'OCCHIELLO DELL'UROLOGIA DEL SAN RAFFAELE
Tutta la mia riconoscenza al Dott. Renzo Colombo.
Scelto dalla mia famiglia per le bellissime rassicuranti recensioni trovate in questo sito, non posso che confermarle dopo la mia dimissione, cercando, se possibile, di renderle ancora più esaltanti.
Medico dalla grande umanità, dimostratami nella prima visita in cui mi ha supportato psicologicamente , infondendomi fiducia in un intervento così importante, riuscito brillantemente , in particolare per la ricostruzione della neo-vescica.
Anche durante la degenza si è sempre dimostrato attento e disponibile a risolvere ogni problema, intervenendo personalmente e con lui tutto lo staff del reparto, a cui va tutta la mia gratitudine.
Ancora grazie Dottore!
Fernanda L.

Patologia trattata
Asportazione di tumore infiltrante alla vescica e ricostruzione della neo vescica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Intervento cistectomia nerve sparing

Sono stato operato dal Dott. Colombo il 2 gennaio 2012 di cistectomia radicale e, a distanza di due anni e mezzo dall'intervento, ho ancora fisse nella mia mente tutte le attenzioni e le cure di tutto il reparto di urologia. Grazie al Dott. Colombo la mia vita prosegue nel migliore dei modi e ogni visita di controllo è un piacere per rivedere chi mi ha salvato la vita.
Ogni tanto leggo i commenti e mi rende felice che altre persone si rivolgano al Dott. Colombo, io lo ritengano un luminare.
Ringrazio e saluto tutti del reparto di urologia con tanto affetto.
Ricci Roberto Genova

Patologia trattata
Tumore alla vescica alto grado.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Urologia Top

Sono molto grata della eccellenza e professionalitá del Prof. Montorsi e di tutta la sua squadra. A casa dopo 48 ore e vita normale (con pochissimo fastidio e restrizioni) dopo 6 giorni. Grazie di tutto!

Patologia trattata
Stenosi del giunto pieloureterale.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
4.0

Eccellenza in urologia

Sono stato ricoverato una settimana per un intervento al rene e vorrei segnalare i livelli di eccellenza del personale infermieristico, tutti molto professionali, competenti, gentili e di grande umanità.
L'unica nota negativa per il Caposala: scortese e molto frettoloso con i pazienti.

Patologia trattata
Tumore rene.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

Tumorectomia rene

Mia madre è stata operata dal Dott. Bertini, che è una persona di una professionalità unica; dalle otto del mattino a non si sa quando è sempre in ospedale, è presente ed è una persona competente per cui i pazienti si sentono sicuri e, nonostante la paura della malattia, sanno che se c'è anche una sola possibilità che l'intervento riesca, con il dott. Bertini sarà possibile perchè ci mette sapienza e umanità nel suo lavoro. Magari ne avessimo al sud di medici così.. In reparto tutti gentili, ma un ringraziamento voglio farlo all'infermiere Roberto, che nell'unica notte che ho lasciato sola mia madre in ospedale è stato più attento e premuroso del solito, riuscendo anche farle un prelievo senza cento buchi inutili... al primo buco ha trovato la vena. Grazie a tutti, spero solo che la burocrazia italiana non rovini il San Raffaele, è una speranza per tutti.

Patologia trattata
Tumore del rene.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Abbastanza vergognoso

...da dove dobbiamo iniziare? Ahh ecco.. dunque: proprio in questi giorni ascensori che non funzionano e aria condizionata che non funziona! Non va proprio un bel niente nelle camere, rischio collasso dei pazienti!!! Ma tutte le donazioni che ci sono, dove vanno a finire??? Infermieri sempre abbastanza stanchi, presuntuosi etc etc.. "Stagisti" che non sanno manco da dove iniziare.. hehehe vabbè va!!!!

Patologia trattata
Prostatica.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Intervento

Sono stata ricoverata direttamente dal Pronto Soccorso in condizioni decisamente gravi. Ero una perfetta sconosciuta che affrontava per la prima volta la realta' di un ospedale, priva di qualsiasi supporto esterno ed una paziente non facile.
Nonostante questi presupposti, sono arrivata a considerare il mio "soggiorno" (mi piace chiamarlo così) come una delle esperienze piu' positive della mia vita.
La mia patologia e' stata esaminata ed inquadrata da ogni punto di vista con tutti gli esami possibili che hanno consentito di arrivare, nello spazio di 2 giorni, ad un intervento che ha risolto brillantemente il problema, permettendomi di ritornare a casa dopo una settimana in condizioni eccellenti. A distanza di anni, nonostante le molte primavere, godo di ottima salute.
Ho ricevuto, sia dai medici, sia dagli infermieri un'assistenza straordinariamente competente ed efficace, sempre attenta ai miei problemi anche personali e continuata ad alto livello, per quanto riguarda il reparto urologia, dopo la dimissione.
Non lo dimenticherò. Grazie.

Patologia trattata
Asportazione rene.
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Intervento

Dopo variate discussioni in famiglia su dove recarsi, abbiamo deciso di portare papà al San Raffaele per un intervento di tumore alla vescica.
Per correttezza e decisione personale ho deciso di non fare nominativi.
Struttura ben organizzata, medici chirurghi e anestesisti molto competenti e all'altezza, pronti a risolvere qualsiasi problemi; nota dolente i componenti del personale infermieristico, non all'altezza dei medici, pochi, scarsi, non professionali e incompetenti, scortesi e anche maleducati.
Ad ogni richiesta del paziente, risposte con tono da infastiditi per essere stati disturbati. Inoltre di notte, ad ogni richiesta del campanello, prima che si presentasse qualcuno i tempi di attesa erano sopra i 30 minuti.
Durante il giorno la pace e tranquillità, molto importanti per chi ha subìto un intervento, non esistono, personale che entra ed esce anche solo per chiacchierare tra di loro, per non stare in corridoio a farsi notare dai responsabili; per non parlare del continuo caos nei corridoi (penso che tutto questa sia all'oscuro dei responsabili) del 5°piano.
Conclusione: decisione giusta per intervento, ma per il resto lo sconsiglio.

Patologia trattata
Tumore infiltrante alla vescica.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Intervento in laparoscopia rene

Sono stato operato il 15.04 al rene destro per una tumorectomia. Per quanto riguarda la professionalità in sala operatoria e anestesia, tanto di cappello, nulla da dire, forse i migliori, mentre per i rapporti umani con il paziente per loro sono veramente un optional, siamo solo numeri.... Per dirla tutta, l'esame istologico mi è stato riferito via telefono dicendo 4 parole: "tumore maligno, ci vediamo tra 4 mesi per il controllo saluti"!!!!!!
Inoltre il personale infermieristico è veramente scadente e non professionale, solo tre infermiere (2 donne 1 uomo, italiani) veramente cordiali gentili e professionali, il tutto al reparto urologia del 5° piano.
Consiglio questo reparto per interventi difficili, mentre per interventi di "routine", ove qualsiasi ospedale è in grado di farlo, lo sconsiglio.

Patologia trattata
Tumorectomia rene DX.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Intervento di prostatectomia

Sono stato operato il 01 aprile di prostatectomia radicale. Nel reparto solventi di Urologia ho trovato competenza e disponibilità sia del personale medico che infermieristico. Sono stati rispettati i tempi previsti di degenza. Il rapporto con i medici è stato molto professionale ma anche di grande disponibilità.

Patologia trattata
Carcinoma prostatico.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Recensione - cistoscopia non effettuata

Lunedì 03/03/2013 ho scritto varie e-mail a oncologa, urologo, direzione sanitaria ed Urp per capire quale fosse la procedura per una cistoscopia in day hospital programmata per oggi.. Solo l'oncologa ha risposto dicendomi che la questione non era di sua competenza. Oggi 06/03, dopo 2 code in accettazione e 2 ore di attesa, stesa sul lettino con camice cuffietta e scarpette, dopo aver preteso di parlare con un medico urologo per capire qualcosa e dopo aver evidenziato per l'ennesima volta la mia allergia ai mezzi di contrasto allo iodio, sviluppata durante una TAC e quindi refertata (e riferita per tempo ad oncologa ed urologo), l'anestesista, molto gentilmente, mi ha invitata a tornare a casa dato che, se avesse eseguito la procedura, avrei corso grossi rischi a causa della mia allergia. L'oncologa mi ha poi ricevuta scusandosi per il misunderstanding; l'urologo non si è visto e non risponde alle e-mail. Se mi verrà richiesto farò nomi e denunce. Ho pure ricevuto una regolare lettera di dimissioni dal day hospital, dove ovviamente non si fa cenno del gravissimo errore, ma che permette all'HSR di far passare il day hospital come prestazione avvenuta e quindi ricevere il pagamento dal S.S. della REGIONE LOMBARDIA (cioè i nostri soldi!)
Patrizia Sacchi

Patologia trattata
Renale - cistoscopia (non effettuata).
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Molto perplesso

Sono bravi in sala operatoria, ma i rapporti umani e la professionalità per molte persone che lavorano in questo reparto, sono un optional.

Non saprei da dove iniziare. Conosco da tempo l’ospedale San Raffaele per ricoveri dei miei genitori e dove avevo apprezzato, oltre alla ottima capacità diagnostico-curativa, una forte attenzione per il malato, per l’Uomo malato.
Purtroppo ora, dopo qualche anno, sono qui a constatare una caduta di stile, di qualità e professionalità.

Dovevo essere ricoverato nel reparto urologico per essere sottoposto ad un importante intervento chirurgico e avevo deciso di farlo come paziente solvente.
Volevo che fosse un solo medico che seguisse in tutto il percorso della mia malattia e della mia tanto sospirata guarigione.

Ma dopo aver raccolto un po' di informazioni, ma soprattutto avendo vissuto in prima persona delle situazioni, ho cambiato idea, e comunico alla segreteria dei ricoveri che farò l’intervento utilizzando il servizio sanitario nazionale.
Intanto non capisco perchè chi mi chiamava per organizzare il ricovero solvente, mi dava del tu, e anche quando mi incontrava per darmi altre informazioni, continuava a chiamarmi per nome e darmi del tu, come se io fossi il suo più grande amico.
I ruoli sono: io sono il paziente è tu sei l’impiegato che deve organizzarmi gli esami necessari, punto!
Dare del tu a un adulto sconosciuto, che si trova in posizione di inferiorità, è volgare, non è professionale, vuol dire non conoscere neppure l’abc della buona educazione.

Anche sul preventivo per l’intervento in solvenza, ci sarebbe da dire.
Prima mi viene dato un preventivo con un certo importo, poi davanti alla mia titubanza per la cifra elevata, vengo chiamato e mi viene fatto uno “sconto” del 30%... neanche al mercato ci si comporta così!!

Rinuncio all’intervento a pagamento e mi faccio mettere in lista con la mutua, attesa infinita, e alle mie telefonate per sapere a che punto ero della lista d’attesa, solo risposte seccate ma nessuna che indicasse il mio tempo di attesa restante, che ad ogni telefonata veniva indicato come imminente “vedrà entro la prossima settimana….” E le settimane passavano (forse si erano risentiti che avevo scelto la mutua e non il pagamento?)

Arriva poi il giorno della visita pre-operatoria, con foglio con nome e cognome e patologia appeso fuori dalla porta di un ambulatorio e con un medico che cerca di spiegarci che se anche hanno tutti l’appuntamenti per le 9.00 (e siamo circa una decina le persone in attesa) lui può vedere solo una persona alla volta.
Ma che studi servono, oltre a quelli di medicina, per capire che gli appuntamenti devono essere scaglionati? Ma avete un ufficio “complicazione affari semplici”?
E la privacy? Ne vogliamo parlare?

Finalmente arriva il grande giorno del ricovero mutualistico (ricordo che il ricovero, anche se effettuato con la mutu,a viene regolarmente pagato dalla Regione Lombardia all’ospedale).
Durante il ricovero ho scoperto che il reparto “solventi” non è altro che il prolungamento del reparto mutualistico, con lo stesso personale ausiliario e infermieristico. Insomma, una fava e due piccioni.
Personale bravo, preparato ma palesemente sotto stress per l’eccessivo lavoro e il poco personale. Possibile che questa situazione sia tollerata dal caposala, e dal primario? Spero che non pensino che la cura dell’uomo malato sia soltanto un atto di taglia e cuci.
I medici li vedi al mattino presto, poi se vuoi spiegazioni…. il deserto,
Vorrei ricordare che “IO” sono il paziente, loro sono lì per me o meglio per “NOI” pazienti, ma tutta questa fretta per chi è? Se non parlano con me paziente, cosa sono lì a fare?
Dopo la dimissione, serie infinita di telefonate per sapere se la lettera definitiva era pronta.
Si percepisce bene che tutti cercano di scaricare il ritardo su qualcun altro e telefonare al caposala non serva, telefonare alla segreteria del primario per avere informazioni anche semplici (lettera di dimissione definitiva mai pronta ecc. ecc.), non si ottiene mai una risposta esaustiva, si viene indirizzati ad altri numeri che poi non sanno aiutarti e ti dicono che si deve sentire la segreteria primaziale! Un vero e proprio circolo vizioso!
Altra cosa, mai fidarsi degli “accordi medici”, del tipo "Si presenti in ambulatorio alle ore xyz per l’ecografia di controllo e dica di chiamarmi appena arriva"
Risultato: attese di ore!
Ma del medico che ti aveva fissato l’accordo nessuna traccia, e non ero il solo ad attendere!
Se io dò un appuntamento ad un mio cliente, per prima cosa mi ricordo di averlo dato, e come seconda cosa non faccio attendere il cliente. L’avere un camice bianco sopra le spalle non esime i medici da comportarsi da seri professionisti, anzi!
Quello che certamente non manca è la continua richiesta di versare fondi ad un istituto di ricerca urologico, si trova l’invito di fare una donazione ovunque, manifesti in corridoio del reparto, sul documento di accoglienza del paziente, nelle lettere. Signori, meno attenzione alla raccolta delle donazioni, ma molta molta più attenzione al paziente, non siamo “patologie”, siamo PERSONE. Sentire frasi del tipo “…a quello dell’ipertrofia prostatica..” invece di essere chiamati per nome e cognome, squalifica il medico professionista.

Stendiamo un velo pietoso su i bagni a disposizione del pubblico, sporchi, senza carta igienica e occupati da carrelli delle pulizie.
Che conclusioni trarre? Il mio intervento è andato bene, ipertrofia prostatica, ma tutto attorno al malato tanta disorganizzazione, superficialità, sgarbatezza e incompetenza.
La mia esperienza non è certo da centro di eccellenza come da molte parti ho letto.

Patologia trattata
Ipertrofia della prostata.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott. Renzo Colombo un Luminare

SONO ALFONSO, UN RAGAZZO CHE E' STATO OPERATO PER TUMORE DI ALTO GRADO ALLA VESCICA DAL DOTT. RENZO COLOMBO, PER ME IL MASSIMO DELLA COMPETENZA E UMANITA'. NON SOLO MI HA OPERATO E SALVATO DALLA MALATTIA, MA MI HA DATO FORZA E CORAGGIO.. DOBBIAMO TENERCELO CARO, NON E' FACILE OGGI TROVARE DOTTORI COSI' BRAVI. ANCHE IL PERSONALE INFERMIERISTICO E' ECCELLENTE E MOLTO PROFESSIONALE.
VI RINGRAZIO TUTTI E VI VOGLIO BENE.. GRAZIE A TUTTI!!!

Patologia trattata
TUMORE VESCICA INFILTRANTE DI ALTO GRADO.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Molto peggio del passato....

Sono stato ricoverato in questo reparto per l'ennesima volta per una recidiva di malattia. Ebbene, non posso parlarne bene per l'incuria dei medici verso il paziente, la presunzione di molti di loro è la fretta che hanno, non ascoltando il parere dei malati.
Purtroppo, e mi duole dirlo, si stava molto meglio qualche anno fa.
Anche il nuovo primario non l'ho personalmente trovato all'altezza del predecessore. Mi chiedo dove andremo a finire con il tempo...

Patologia trattata
Tumore superficiale della vescica.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Declino

A causa della mia malattia, sono stata ricoverata più volte presso il reparto di urologia.
Purtroppo devo segnalare un netto peggioramento della qualità e della “quantità” di assistenza che ora si riceve.
Nel mio ultimo ricovero ho potuto constatare che al mattino, e soprattutto nel pomeriggio, il numero degli infermieri presenti era ridottissimo, addirittura solo due nei pomeriggi. E in un pomeriggio ho potuto contare l’arrivo di almeno 6 operati. Come degente lamento una assistenza infermieristica molto frettolosa, anche se competente. Personale infermieristico gentile, competente, ma stanco e stressato. Parlando con il personale ho capito che è la nuova politica della nuova amministrazione, poco personale in servizio per risparmiare su i costi e tanto lavoro (alcuni di loro erano presenti in corsia anche per oltre 12 ore!), forse non ci sono nemmeno i minimi di personale richiesto per l’accreditamento alla Regione Lombardia e comunque la salute deve sempre vincere sul mero profitto.
Un ospedale che era il fiore all’occhiello della sanità italiana, non merita questo declino in nome del contenimento dei costi. Ma soprattutto NOI pazienti non “meritiamo” una assistenza frettolosa a causa della carenza di personale. Comunque un grosso abbraccio ai miei “angeli infermieri”, che anche tra mille difficoltà logistiche si prodigano oltre ogni misura. Spero che questa situazione di carenza di personale si risolva al più presto, sia per il bene nostro di pazienti, sia per quello di chi ci lavora con tanto amore.

Patologia trattata
Renale.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Visita ambulatoriale, mai più

Disorganizzazione, sgarbatezza.
Dopo aver fatto 2 ore di coda per pagare il ticket sanitario, mi sono presentato presso l'ambulatorio indicato per la visita.
A causa della lungaggine della parte amministrativa (ero arrivato in ospedale 30 minuti prima dell'orario della visita, e di conseguenza mi sono presentato con oltre 1 ora di ritardo), sono stato accolto con sgarbatezza dalla dottoressa che mi ha visitato a causa del mio ritardo, e nulla è valso spiegare che non era colpa mia, sembrava a un certo punto che mi facesse un piacere a visitarmi. Dopo aver ascoltato la mia storia e mentre stava per visitarmi, le è suonato il cellulare e io sono come magicamente scomparso dai suoi pensieri. Sono cosi stato "visitato" da altri 2 medici presenti in ambulatorio (erano certamente 2 specializzandi) e dopo che la dottoressa ha finito la sua telefonata, privata, mi ha prescritto dei "farmaci", senza darmi nessuna spiegazione e dicendomi che se il mio problema non fosse migliorato di ripresentarmi tra sei mesi. Andato in farmacia, mi sono reso conto che mi aveva prescritto degli integratori!!! Tra l'altro carissimi! Non ci potevo credere! per il mio problema di incontinenza mi ha dato 4 erbe! Dopo aver fatto diversi esami, alcuni molto fastidiosi come l'esame urodinamico, non ritengo etico che si diano delle erbe come terapia,.. Sgarbatezza, ospedale sporco, attese infinite per le pratiche amministrative, scarsa professionalità. In una struttura cosi non ci tornerò mai più!

Patologia trattata
Incontinenza.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Non sono un medico, ma..

Quali sono le controindicazioni alla CUM (cistouretrografia minzionale)?
La CUM non dovrebbe essere eseguita in bambini con infezione delle vie urinarie in atto.
Sono un padre di una bimba di 7 anni che, dopo 2 anni, ha trovato le forze per l'inserimento di questa recensione.
Avevo avvertito la dottoressa A. Lesma tramite e-mail di tracce di sangue nelle urine; la stessa cosa il 27/10/2011 in presenza della anestesista e della caporeparto del day hospital. Nonostante questo, mia figlia è stata addormentata lo stesso senza sapere nulla sul suo stato di salute, senza pre-ricovero, senza nessun esame in mano per poter evitare tutto quello che è successo dopo.
Dopo questo esame (cistouretrografia) mia figlia ha subìto un blocco renale e ci sono voluti più di otto mesi e vari interventi (in un altro istituto) per bloccare le infezioni recidivanti; i reni si sono danneggiati.
Pensavamo di avere un medico di riferimento e che a 6 anni nostra figlia avrebbe avuto una neovescica (doveva essere tutto più semplice, invece abbiamo trovato tanta passività e il nostro caso si è aggravato ulteriormente).

Patologia trattata
Malformazione urogenitale pediatrica.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Privacy zero, sta diventando un pazientificio

Mi sono recato circa 3 settimane fa per eseguire una cistoscopia dopo aver visto sangue nelle urine. Ho fatto quasi 1 ora di coda allo sportello dell'accettazione, per sentirmi dire che avrei dovuto fare l'accettazione dopo l'esecuzione dell'esame. L'esame è iniziato oltre 1 ora rispetto all'appuntamento che mi era stato dato. Il personale infermieristico ha cercato di giustificare in tutti i modi il ritardo del medico, ma ho ricevuto 3 spiegazioni differenti, ed ho capito che era la consuetudine.
Finalmente arriva il mio turno, ero il secondo della lista.
Mi chiamano, mi fanno accomodare in uno stanzino, mi viene dato un consenso da firmare, senza darmi nessun tipo di spiegazione e dicendomi che poi il medico mi avrebbe spiegato tutto (COSA mai AVVENUTA, anzi, nel momento in cui ho posto alcune domande prima dell'esame, il medico in modo sbrigativo mi ha detto che l'esame era necessario e basta). Mentre attendo il mio turno, ascolto tutto il dialogo tra il medico e il paziente che aveva eseguito l'esame prima di me, perchè tra la stanza dove mi hanno fatto accomodare nell'attesa e la scrivania dove il medico parla al precedente paziente, vi è soltanto una tenda che separa.
Privacy?? ZERO!! Considero questo modo di lavorare non rispettoso dell'essere umano, sembra quasi che siamo lì solo per far numero nelle prestazioni, che poi in S.S.N. dovrà rimborsare. Ho visto che in questo momento nell'ospedale ci sono tensioni per dei licenziamenti in arrivo: la qualità, già bassa, non potrà che scendere ulteriormente.

Patologia trattata
Tumore vescica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un grazie al dott Federico Pellucchi

Mi ha diagnosticato la malattia nel corso di una visita ambulatoriale.
Mi ha accompagnato nel processo di presa coscienza della malattia, nella fase pre operatoria, operatoria e nella dimissione.
Sono questi i dottori che fanno onore alla sanità italiana ed ai quali va il nostro ringraziamento.

Patologia trattata
Neoplasia Vescicale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dott. Bertini: un Angelo che mi ha salvato la vita

E' stato veramente un Angelo che avvicinandosi a me mi ha fatto incontrare un altro Angelo, il Dott. Bertini Roberto, il quale dopo mesi di febbre scoprì che il mio rene era nascosto nella calcolosi.
Sono rinata grazie a lui, è un uomo socievole, solare, bravissimo nel suo lavoro, insomma: un ottimo Medico dalla grande professionalità.

Patologia trattata
Rene bloccato da calcolosi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grazie Prof. Rigatti Patrizio e staff

Una LODE sincera e sentita al Prof. Rigatti Patrizio, a tutto il suo staff ed al personale del 7° piano solventi: sono stato operato di tumore al rene sinistro con MAESTRIA dal Prof. Rigatti, seguito anche dal suo staff e dal personale tutto in un modo che uno non può immaginare e sperare migliore. Ho visto il Prof. presente in reparto tutti i giorni e a tutte le ore, una carica ed energia che evidentemente infonde anche alla Sua equipe. E' una persona amabile nei modi e per la cortesia. Nei miei venti giorni di degenza ho conosciuto persone davvero speciali, per le quali avrò sempre un IMMENSO GRAZIE.

Patologia trattata
Tumore al rene sx.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Ottima professionalità e competenza- dr. Scattoni

Ringrazio di cuore per l'alta professionalità tutti i medici e paramedici del reparto Urologia; un particolare riconoscimento al dott. Vincenzo Scattoni per la sua alta competenza e professionalità.

Patologia trattata
Prostatectomia radicale con linfoadenectomia pelvica bilaterale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Buona sanità- Prof. Rigatti

Dopo vari "pellegrinaggi medici", il reparto di urologia dell'ospedale San Raffaele è stata la mia dimora per una settimana. Ringrazio il Prof. Rigatti che con perizia assoluta mi ha operato, risolvendo il mio problema di salute. Devo anche testimoniare la straordinaria efficienza e gentilezza di tutto il personale del reparto da lui diretto.

Patologia trattata
Carcinoma renale.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Se questa è serietà..

La prima data utile per poter essere visitato a pagamento dal professor Rigatti e' stata dopo quaranta giorni dalla data in cui ho telefonato. Detto ciò, dopo aver prenotato volo per due persone e albergo per una cifra che si aggira intorno ai 1000 euro, la segretaria qualche giorno prima della visita mi chiama e mi dice che il professore per quella data non era piu' disponibile in quanto aveva preso un altro impegno...
Ho dovuto perdermi tutti i soldi del volo e in parte anche quelli dell'albergo. Se questa e' serietà...

Patologia trattata
Tumore al testicolo.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza al San Raffaele- Prof. Rigatti

Un sentito ringraziamento al Prof. Rigatti, al suo staff e a tutte le persone che hanno amorevolmente curato mio marito al San Raffaele. Dopo una lunga, infruttuosa e spiacevole esperienza al reparto urologia dell'ospedale di Vicenza, ci siamo messi nelle mani del Professore che, con estrema sicurezza e competenza, ha risolto il nostro problema. Non possiamo dimenticare di citare il personale del 7' piano solventi, persone meravigliose, preparate e disponibili che hanno reso la nostra permanenza a Milano meno difficile. Rimarranno tutti nei nostri cuori. Spero che una struttura come il San Raffaele venga tutelata e protetta e venga presa come esempio da tutte le realtà che hanno veramente a cuore la salute e la cura del malato.
Grazie a tutti di cuore e consigliamo a chiunque di appoggiarsi con fiducia a questo reparto.

Patologia trattata
Neoplasia rene- Tumorectomia renale.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Problemi dopo la degenza per prostatectomia

Durante la degenza post-operatoria alcune volte ho dovuto sollecitare ed aspettare dalle due o tre ore per essere assistito (cambio del sacchetto del ghiaccio o il cambio della traversa).
Alla dimissione dalla degenza (05.04.2012) mi viene fissato appuntamento per il giorno 11/04/2012 ore 8,30 P/o l'ambulatorio di urologia per rimozione del catetere vescicale e i punti di sutura, su indicazioni suggerite dal medico che mi ha dismesso. Il giorno 10.04.2012 dalle ore 11,30 alle ore 15 cerco di contattare il n. 0226432643 per confermare la mia presenza per l'indomani in ambulatorio. Purtroppo dopo molteplici tentativi andati persi per sovraccarico di linea, con invito a provare più tardi, quando sono riuscito a contattare l'uff. prenotazioni (ore 12,15) non gli rispondeva l'ambulatorio, mi ha fornito il n. 0226432422 consigliandomi di provare io direttamente a chiamare. Risultato: ho provato fino alle ore 15.00 ma non ha risposto nessuno, suonava libero e poi cadeva la linea.
L'indomani, presentatomi all'ambulatorio alle ore 8,30 e visto che alle ore 9,30 passate non ero ancora stato chiamato, ho fatto presente all'unico dottore presente se ci fossero problemi e gli ho chiesto di sapere chi era il suo diretto superiore e a chi far presente il disguido, considerando il fatto che ho visto assistere persone con orari di appuntamento dopo il mio (ore 9- 9,30); alchè sono solo stato invitato a aspettare. Risultato, ho visto passare il dottore che mi ha dimesso, gli ho spiegato la situazione, Lui dopo pochi minuti cercando un ambulatorio libero mi ha assistito (erano le ore 11,15), invitandomi a ripresentarmi in ambulatorio per le ore 13.00, che un collega (dr. Castiglioni F.) mi avrebbe eseguito controllo ecografico. Alle ore 13.00 ero presente, sono stato assistito alle ore 14.00 e dimesso con la precisazione che, quando avrebbero avuto il referto dell'esame istologico, sarei stato contattato per la lettera di dismissione definitiva. A tutt'oggi non sono ancora stato contattato. Ho provato a chiamare, dopo attese e rinvii, ho perso la pazienza, anche ritengo inutile fare l'esposto all'ufficio delle relazioni col pubblico, è un ufficio che non serve a nulla- è solo di facciata (ho provato con altri enti ospedalieri).

Patologia trattata
prostatectomia radicale e linfectomia pelvica bilaterale (in data 30.03.2012).
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Un ringraziamento al Prof. Patrizio Rigatti

Un sentito grazie al Prof. Patrizio Rigatti per il suo operato, riuscendo a salvarmi il 14% del rene sinistro. A distanza di due anni oggi devo fare purtroppo nefrectomia.

Patologia trattata
Idroureteronefrosi sinistra.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

RENZO COLOMBO UN ANGELO

IL MIO RINGRAZIAMENTO ED IL MIO PENSIERO PIU' NOBILE E' RIVOLTO AL PROF. RENZO COLOMBO, CHE ORMAI FA PARTE DELLA MIA VITA DA QUANDO MI SALVO' NEL MARZO 2011 DA UN CARCINOMA ALLA VESCICA DI ALTO GRADO. IO PENSO CHE QUEST'UOMO SIA ILLUMINATO DAL SIGNORE, INOLTRE MI HA SALVATO DA UN ARRESTO CARDIACO (IO SONO UN RAGAZZO DI 34 ANNI, IMMAGINATE COME MI SENTIVO DOPO QUESTA NOTIZIA). OGGI, GRAZIE AL PROF. RENZO COLOMBO E GLI INFERMIERI DEL REPARTO UROLOGIA SAN RAFFAELE, SONO UN RAGAZZO CHE SORRIDE E VIVE BENE LA SUA VITA E CONSIGLIO A TUTTI QUESTO REPARTO DEL SAN RAFFAELE DI MILANO, PER LA PROFESSIONALITA', L'UMANITA', LA GENTILEZZA E PER LA FORZA CHE MI HANNO INCULCATO PER SCONFIGGERE QUESTO MOSTRO...

QUANDO PENSO A COME STAVO E COME MI HANNO RIMESSO AL MONDO, ANCORA PIANGO DI GIOIA E DICO GRAZIE DAL PROFONDO DEL CUORE PROF. RENZO COLOMBO, CHE DIO LA BENEDICA!!!

Patologia trattata
CISTOPROSTATECTOMIA RADICALE CON RICOSTRUZIONE DELLA NEOVESCICA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ringraziamento dott. Zanni e reparto tutto

Devo ringraziare il dott. Zanni Giuseppe per avermi guidato e aiutato ad affrontare il grande problema che mi affliggeva da un po' di tempo.
Grazie a lui ed anche alla struttura del San Raffaele al completo. Sono stato operato e assistito con amore e con grande competenza da tutto il personale medico e paramedico. Vi sarò sempre riconoscente.

Patologia trattata
Stenosi all'uretere dx + carcinoma vescicale.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Gratitudine eterna Dott. Bertini

Nel 2004 il Dottor Roberto Bertini mi ha operato per una neoplasia renale, salvandomi la vita.
Non finirò mai di ringraziarlo.
Come non finirò mai di ringraziare Don Verzè per avere fondato il San Raffaele!!
Un ottimo reparto sotto ogni aspetto, che gode della mia eterna gratitudine.

Patologia trattata
Tumore del rene.
Guarda tutte le opinioni degli utenti


Altri contenuti interessanti su QSalute