Neurofisiologia Arcispedale S.Anna

 
4.0 (2)
1988  
Scrivi Recensione
Il reparto di Neurofisiologia - Settore elettromiografia e potenziali evocati dell'Azienda Ospedaliera Universitaria di Ferrara Arcispedale S.Anna, situato a Cona in via Aldo Moro 8, ha come Responsabile la dottoressa Valeria Tugnoli. Il reparto è un Modulo Dipartimentale dedicato alla diagnosi neurofisiologica dei pazienti affetti da malattie neuromuscolari e del sistema nervoso centrale. Per gli utenti esterni vengono eseguiti Elettromiografia semplice, Elettroretinogramma, Elettromiografia di singola fibra, Studio neurofisiologico dei nervi cranici, Potenziali Evocati Multimodali, Test di funzionalità del Sistema Nervoso Vegetativo, Prestazioni autogestite. Fanno parte dell'equipe medica il Dr. Jay Guido Capone e la Dr.ssa Elisabetta Sette.


Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
3.0  (2)
Assistenza 
 
3.0  (2)
Pulizia 
 
5.0  (2)
Servizi 
 
5.0  (2)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
09 Giugno, 2014
luigia sogne
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Visita neurofisiologica ed elettromiografia

Sono stata valutata e trattata per una lombosciatalgia da sospetta sindrome del piriforme.
Ringrazio la dott.ssa Tugnoli e la sua equipe per la competenza, l'ottima presa in carico e la straordinaria attenzione ricevuta.

Patologia trattata
Lombosciatalgia da sospetta sindrome del piriforme.
Trovi utile questa opinione? 



30 Marzo, 2012
C
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Vivamente sconsigliato

Nonostante la bravura, competenza e gentilezza del tecnico che ha eseguito l'esame per cui mi ero recata presso il Reparto, il medico G.C. che ha firmato il referto, e che dovrebbe anche rispondere a noi poveri esseri umani non laureati in medicina che chiedono una spiegazione elementare, mi ha trattata con sufficienza, in maniera vaga, sostenendo affermazioni che poi si son rivelate non veritiere, con mancanza di rispetto e della buona educazione di base (ad esempio stando sulla porta e scappando letteralmente non appena mi sono voltata per raccogliere la borsa). Questa persona fa cadere tutta la competenza dei suoi colleghi che ho incontrato.

Patologia trattata
potenziali evocati somatosensoriali.
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute