Cardiologia San Raffaele

 
4.4 (7)
Scrivi Recensione
Il reparto di Cardiologia Clinica dell'Ospedale San Raffaele di Milano, Istituto Scientifico Universitario situato in Via Olgettina 60, ha come Direttore Responsabile il dott. Alberto Margonato. Il reparto si occupa di tutte le principali malattie dell'apparato cardiovascolare, soprattutto di Ipertensione arteriosa, Angina pectoris e dolori toracici, Infarto miocardico, Patologie valvolari, Scompenso cardiaco, Patologie cardiache congenite e dell'età pediatrica, Patologie del ritmo cardiaco. Consta di una palestra di riabilitazione cardiovascolare e degli ambulatori di cardiopatia ipertensiva, dello scompenso cardiaco, di valutazione del rischio cardiologico intra e postoperatorio, di cardiologia pediatrica, nonchè di ambulatori di valutazione cardiologica preoperatoria (ove si eseguono ECG); esegue Ergometria (elettrocardiogramma sotto sforzo) ed Ecocardiografia transtoracica e transesofagea morfologica e con test provocati. Fa parte dell'equipe medica il dottor Fabrizio Bonetti (responsabile del Servizio di Riabilitazione Cardiovascolare).

Recensioni dei pazienti

7 recensioni

 
(5)
4 stelle
 
(0)
 
(2)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.4
 
4.2  (7)
 
4.2  (7)
 
4.6  (7)
 
4.6  (7)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Professionalità e umanità

Sono molto grata al Dott. Alberto Margonato per le cure che mi ha prestato per insufficienza coronarica. Sono stata seguita benissimo sia dal punto di vista clinico, sia dal punto di vista umano al momento degli interventi e anche durante la convalescenza a casa.
Estendo i miei sinceri ringraziamenti a tutto lo staff del dottore e al personale del reparto di Cardiologia.

Patologia trattata
Insufficienza coronarica.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Elogio al dottor Bonetti

In questi tempi di enorme difficoltà dovuta al coronavirus, il dottor Fabrizio Bonetti, professionista di eccellente competenza e umanità, ha saputo in tempi veloci indirizzarmi su come comportarmi con mio marito gestendo da casa una fibrillazione atriale, indicandomi con precisione il farmaco (Amiodarone) già accordato in caso di emergenza e rispondendomi con gentilezza e incoraggiandoci.
L'eccellenza esiste, così come la professionalità e la grande disponibilità nonostante per i medici sia questo un momento davvero difficile.
Tutta la mia riconoscenza al dottor Bonetti.

Patologia trattata
Fibrillazione atriale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Visita cardiologica accurata

Durante la visita, ho trovato un cardiologo di grande professionalità, serietà e umanità. Ottimo servizio.

Patologia trattata
Cardiopatia ischemica.


Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Dimissioni e.. lasciato allo sbaraglio

Messaggio ricevuto poco fa da mio fratello, a 500 km. da me, 44 anni, con un infarto importante avuto 10 giorni fa, ricoverato al San Raffaele:
"Oggi mi hanno dimesso, sbagliando il certificato di dimissioni che riporta il mio vecchio indirizzo (da 11 anni sul tesserino sanitario vige il nuovo indirizzo), prescrizione di 8 tipi di pillole -alcune sperimentali ma mai comunicato- e delle quali quella anticoagulante per evitare il trombo alla stent, non prescritta. Avrei dovuto aspettare fino a lunedì pomeriggio (orario mio medico di base, unico che puo' prescrivermela) per averla. Sono stato costretto quindi a tornare in reparto in serata, dopo una giornata di stress ed affaticamento dovuti al rientro a casa, per riuscire ad ottenere in reparto le dosi necessarie a coprire il fine settimana con la terapia. Trattato peraltro con supponenza e superficialità. Sono destabilizzato e colpito sia per la scarsa professionalità data dal dottore (di cui purtroppo non ho avuto il piacere di conoscere il nome) alla fase di dimissione (avevo segnalato alcuni errori durante la lettura del referto conclusivo che ha corretto a penna), che per l'abbandono che mi é stato dedicato in generale."
Per un infarto che, a quanto mi hanno riferito, ha colpito il 40% del cuore e che ha compromesso le funzioni in modo significativo, che cambierà in modo definitivo la vita di un 44enne, che deve essere rioperato a breve per inserire un nuovo stent per un'altra coronaria ostruita in parte, insomma per questa persona, non è previsto nessun percorso di affiancamento che lo supporti nella nuova realtà stravolta, nella nuova vita. Una persona che non ha una famiglia vicino, non ha più i genitori, in questo modo la si proietta con grande probabilità in una depressione certa. Sono incredula e sono anche molto preoccupata per tutti i dolori che stanotte sta provando (condizionato o no da quanto ha vissuto oggi).

Patologia trattata
Infarto con collocazione stent.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Esperienza molto negativa

Mia madre, 66 anni, è reduce da infarto con applicazione di 2 stent, quindi intervento di sostituzione valvola aortica e 2 bypass ad opera dell'equipe del prof. Alfieri. A 4 mesi dall'intervento di cardiochirurgia ha un secondo infarto per chiusura di un bypass. Le mettono 8 stent a Roma e, nonostante tutto, resta in cura dal prof. Margonato. Si ritiene debba controllarsi con tac coronarica visto che soffre, tra l'altro, di aterosclerosi. Quest'anno il prof. le consiglia prova da sforzo per capire se diradare o meno i controlli tramite tac coronarica. La prova da sforzo dà esito allarmante, quindi mia madre riesce a mettersi in contatto col prof. Margonato e a concordare una coronarografia. Si ricovera. Mia madre NON HA MAI avuto il piacere di incontrare il prof. in ospedale. Viene sottoposta ad una coronarografia di ben 2 ore a valle della quale le viene detto che: il secondo bypass si sta chiudendo, c'è una placchetta all'imbocco di questo bypass alla quale non sono riusciti ad arrivare, ma che comunque non si deve preoccupare perchè "semmai si mettono altri stent, ma c'è una buona circolazione alternativa, quindi non ci dovrebbe essere sofferenza per il cuore...". E' stata dimessa nonostante sia in uno stato di affaticamento decisamente maggiore rispetto a un anno fa e nonostante il quadro clinico non sia rassicurante. Spero che il responso fornito dai collaboratori del prof. sia corretto, ma mi chiedo: si trattano così dei pazienti che stanno affrontando percorsi di sofferenza e dolore come questi?
Cordialmente,
Virginia

Patologia trattata
Aterosclerosi.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Cardiologia Centro DIMER, dott. Cianflone

Reparto Cardiochirurgia e Cardiologia Centro DIMER
Agosto 2011, Finalmente a casa!!
Un abbraccio affettuoso a tutti gli infermieri, fisioterapisti e medici del DIMER, dove ho trascorso molto tempo durante il periodo della riabilitazione. Mi sono stati tutti molto vicini con grande professionalità e tanto amore. Mi hanno aiutato nei momenti difficili, hanno asciugato le mie lacrime e mi hanno fatto sorridere nei momenti di crisi.
In tutta questa “avventura” il mio ringraziamento più grande e con particolare affetto è rivolto al Prof. Cianflone, responsabile del DIMER. Il Prof. Cianflone mi ha seguito in tutti questi anni con tanta professionalità, mi ha convinta ed incoraggiata a fare questo intervento e mi ha trasmesso tutta la sicurezza e la fiducia che mi mancavano nell’affrontare questo difficile percorso della mia vita.
Devo la mia nuova vita alla professionalità ed all’umanità del Prof. Cianflone a cui sarò sempre grata.
Spero di non aver dimenticato nessuno. Basta dire che quando sono andata via piangevo e piangevano tutti i presenti che ho avuto la possibilità di salutare quel giorno.
A TUTTI UN GRANDISSIMO GRAZIE!
Consiglia Papagno

Patologia trattata
Sostituzione valvola mitralica ed aortica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Centro riabilitazione cardiologica

Ho 42 anni, a luglio del 2010 sono stata sottoposta a coronarografia con angioplastica e inserimento di uno stent medicato per occlusione coronarica del 99,9% all'ospedale monzino di Milano, a dicembre nuovamente con l'inserimento di altri due stent.
Tramite una conoscenza sono venuta a sapere dell'esistenza del centro di riabilitazione cardiologica del san Raffaele che frequento da meta' febbraio.
Dopo un mese la qualità della mia vita sia a livello fisico che psicologico e' migliorata notevolmente, sono seguita benissimo dal dott. Bonetti e da tutto il suo staff, lo consiglio vivamente a chi come me dopo un intervento e un'esperienza di questo tipo viene lasciata andare a casa abbandonata a se stessa...
Patrizia Corridori

Patologia trattata
Infarto - Riabilitazione dopo angioplastica e stent.


Altri contenuti interessanti su QSalute