Centro Cardinal Ferrari di Parma

 
3.6 (13)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via IV Novembre 21, Fontanellato (PR)
Telefono
0521 820211
Il Centro Cardinal Ferrari - Santo Stefano Riabilitazione - è una casa di cura privata situata in Via IV Novembre 21 a Fontanellato in provincia di Parma. La struttura è un centro per la riabilitazione neurologica, esperto nella riabilitazione delle disabilità secondarie ai gravi traumi cranioencefalici e alle cerebrolesioni acquisite e congenite. Il Centro, dotato di 90 letti per il ricovero in regime ordinario o day hospital, opera in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale ed è inserito nella rete regionale delle Gravi Cerebrolesioni Acquisite come punto di riferimento esperto per l’Emilia Occidentale, accogliendo comunque pazienti provenienti da tutte le regioni d’Italia. È attivo anche un reparto dedicato ai pazienti in età evolutiva con esiti di gravi traumi cranioencefalici, paralisi cerebrali infantili ed altre gravi disabilità. A completare l'offerta sanitaria e assistenziale, un Poliambulatorio aperto al pubblico che opera in regime libero professionale.

Recensioni dei pazienti

13 recensioni

 
(7)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(2)
 
(3)
Voto medio 
 
3.6
 
3.5  (13)
 
3.6  (13)
 
3.7  (13)
 
3.5  (13)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Coma post anossico

La mia mamma è entrata dopo due mesi di terapia intensiva a causa di arresto cardiaco, si trovava e trova in coma post anossico. Le hanno fatto venire delle piaghe in bocca e sulla lingua, le sue labbra erano tutte secche, piene di tagli e croste. Dopo varie lamentele da parte nostra, perché ogni volta che andavamo a farle visita era uno strazio non solo a causa della gravità delle sue condizione, ma anche per come era ridotto il suo viso, ci hanno detto di portarle un burrocacao con connettivina, il quale ha migliorato un po’ la situazione delle labbra, ma la cause principale era la mancanza di idratazione, non le somministravano i giusti liquidi. Poi le hanno tagliato i capelli malissimo e ogni volta che entravano aveva tutti i capelli addosso. Un giorno, quando era la prima volta che vedevo la mia mamma dopo tre mesi perché il tutto è successo in pieno lockdown (mia mamma è entrata in aprile ed io l’ho vista solo a luglio) aveva tutti i capelli che le avevano tagliato infilati nel buco dove si avvita il tubo del respiratore tracheale, era una cosa orribile. E quel giorno sono stata attaccata verbalmente perché stavo accarezzando le gambe a mia mamma (non le avevo toccato nessuna parte scoperta del corpo) a causa delle norme covid-19, ma io venivo da due tamponi negativi, quindi ero "coperta", come tutti quelli della mia famiglia. Quando mio zio telefonò riportando quello che gli avevo descritto dei capelli e dello stato in cui era, la dottoressa lo liquidò dicendo che l’ultimo problema erano i capelli nel tubo del respiratore, perché tanto la paziente non risponde a nessuna cura, è solo un vegetale. Mio zio rimase di sasso - e questo è solo uno dei tanti tristi aneddoti che potrei raccontare.. Tutti i vestiti nuovi che le portavamo, venivano dati ad altri pazienti e lei Veniva vestita con indumenti di altri pazienti (e poi sgridavano me per averla accarezzata sulle gambe sopra il pigiama). La rampa dove passavano i pazienti per essere portati nella saletta dove avvenivano le visite, io l'ho sempre vista piena di sacchi con indumenti sporchi. Quelle della reception sono di una scortesia inaudita.
Siccome mia mamma non ha fatto alcun tipo di miglioramento, ora l’abbiamo trasferita in un'altra struttura.

Patologia trattata
Coma post anossico.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Congratulazioni

Vi faccio i miei più vivi e sinceri complimenti per la professionalità, la sicurezza e per l'invidiabile sincerità, perchè essendo stato ricoverato per 3 mesi e poi avendo fatto il Day Hospital per altri 6 mesi, ho potuto capire l'importanza che date alla nuova vita che un paziente tetraplegico si appresta ad iniziare e vivere.
Per cui ringrazio tutti e continuate così.
CONGRATULAZIONI.

Patologia trattata
Trauma encefalico con seguente tetraparesi.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

CCF i migliori

Bravi, umani, comprensivi e sempre sorridenti.
Fisioterapisti super.
Unico neo: mancanza di bar/spaccio.

Patologia trattata
Esiti di emorragia cerebellare da MAV.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

IL MIGLIOR CENTRO

Grandissimo centro il "Centro cardinal Ferrari". Dopo 7 mesi in coma al C.T.O di Napoli, sono stato trasferito da Napoli al Mondino di Pavia in coma vegetale, ove il prof. Moglia e la dott.ssa Ravaglia mi hanno riabilitato. Poi sono stato rioperato al San Matteo e dopo l'operazione in 3 mesi mi hanno tolto dalla sedia a rotelle (in 3 mesi) e sono ritornato a casa con miei familiari in macchina, perchè gia' camminavo!!
Grandissimo staff a livello europeo!!!
Grazie mille a tutti voi!
Nello Carinci

Patologia trattata
ENCEFALITE ACUTA.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Più che soddisfatto

Ottimo centro professionisti di alto livello, ottimo coinvolgimento paziente- famiglia. In 3 mesi sono rinato grazie a tutti i dottori e riabilitatori, molto professionali e disponibilissimi. La bacchetta magica non esiste, bisogna lavorare in sinergia con i riabilitatori ed avere fiducia nella loro professionalità; bisogna lavorare e impegnarsi, non come certi pazienti, che pensavano solo ad inveire contro i terapisti. Io dopo dopo 8 mesi dal ricovero, corro la mia prima mezza maratona. Grazie ancora.

Patologia trattata
Riabilitazione.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

NON all'altezza

Assolutamente non all'altezza per patologie gravi.
Mia madre è entrata ed uscita dopo 6 mesi senza nessun progresso.
Dopo una settimana che è uscita dal centro, le è stata tolta con successo la tracheotomia, mentre nessuno nel centro aveva pensato di farlo.
La neurologa non è stata in grado di riconoscere un idrocefalo e lo ha scambiato per spossatezza da infezione batterica, col risultato di aggravare irrimediabilmente la situazione.
Mia madre è rimasta per tutto il tempo in isolamento (non sono stati capaci di debellare un clostridium in 6 mesi) non potendo accedere alla palestra riabilitativa.
Il personale infermieristico non sempre si è dimostrato all'altezza della situazione.

Patologia trattata
Postumi da emorragia cerebellare.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Amareggiata e delusa

Venuti qui con tante speranze, ci siamo ben presto ricreduti. I pazienti difficili vengono lasciati "al loro destino". Personale spesso scarso e impreparato, medici altezzosi e, nel caso di mio fratello, incompetenti. Dopo un anno di buio in questa struttura riabilitativa - e dopo il loro gentile invito a non sperare nulla per lui - lo abbiamo trasferito in un altro centro dove in un mese ha fatto progressi che in un anno non avevamo visto. Adesso mangia, ha tolto la tracheo e presto anche la peg. Tutto il tempo che lo hanno tenuto a parcheggio ha solo aggravato il suo stato. Speriamo che adesso possa almeno tornare un po' più indipendente. Non consiglierei assolutamente a nessuno di andarci.

Patologia trattata
Coma post anossico per arresto cardiaco.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Non soddisfatto

Nella mia esperienza ho trovato una struttura poco adeguata. Mensa scadente, Self Service bar inesistente, struttura antica, pulizia della Centro carente, personale paramedico e medici non all'altezza.

Patologia trattata
Traumi da incidente stradale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Elogio

Mio padre vi è ricoverato dal giorno 11 dicembre 2014, la struttura è molto ben organizzata, gli operatori, senza distinzione di grado o qualifica, sono gentili e disponibili, le informazioni ai parenti sono improntate alla chiarezza ed alla trasparenza. Le stanze sono confortevoli ed i pazienti sono assistiti ed accuditi con competenza e dedizione. Comunque si risolverà il decorso di mio padre, sono felice che venga effettuato in questa struttura. Critico pertanto fortemente le scelte politiche regionali in merito al taglio di fondi a queste strutture che devono essere parte integrante del percorso assistenziali dei pazienti con cerebrolesioni acquisite, indipendentemente dall'età anagrafica degli stessi. Un ringraziamento particolare al direttore sanitario.

Patologia trattata
Stato vegetativo post arresto in PEA.
Punti di forza
Assistenza, competenza, umanità, trasparenza, organizzazione.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

MIO PAPà HA CAMMINATO GRAZIE ALLA STRUTTURA

IL PAZIENTE, DATO PER SPACCIATO DA BEN DUE STRUTTURE, ENTRATO AL CARDINAL FERRARI IN CARROZZINA, è USCITO DOPO DUE MESI CON LE PROPRIE GAMBE. MI DISPIACE SOLTANTO CHE NON ESISTA LA SESTA STELLA E CHE IL VOTO POSSA ARRIVARE SOLTANTO A 5, IN QUANTO SAREI PRONTO A VOTARE PER LA SESTA STELLA!

Patologia trattata
DUE ICTUS.
Punti di forza
TUTTO!
Punti deboli
LE MACCHINETTE CHE DISTRIBUISCONO I CAFFE' FANNO CADERE I RESTI IN MONETA E I PAZIENTI FATICANO A RACCOGLIERLI.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Valutazione del centro

La mia esperienza è stata invece assolutamente negativa. Quando siamo stati noi in questa struttura abbiamo trovato medici altezzosi ed infermieri poco esperti. E molti altri si lamentavano per il trattamento.

Patologia trattata
Arresto cardiaco.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Moglie di un paziente

Mio marito èè entrato la prima volta dormiente e tornato a casa molto più sveglio e mobile, anche se abbiamo ancora da fare molto e spero che questa volta vada ancora meglio.... Sarebbe bello avere un centro così anche per un semplice diurno....

Patologia trattata
Ictus ischemico.
Punti di forza
Le dottoresse e i riabilitatori e tutti i collaboratori.
Punti deboli
Troppo lontano, anche se ci vuole un'ora di viaggio.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo centro

Il paziente, per trauma cranico con emorragia causato da incidente stradale, è stato subito operato di urgenza a Cisanello per asportazione ematoma + parte di cervello perche' lesionata dal trauma; dopo alcuni mesi è stato riposizionato opercolo (parte di osso del cranio).
il paziente ha deficit cognitivi, incontinenza, non riconosce persone, cammina male, è agressivo, ha allucinazioni eccetera.

AL CENTRO CARDINAL FERRARI FONTANELLATO PORGO UN RINGRAZIAMENTO GENEROSO DI CUORE DA PARTE DI TUTTA LA FAMIGLIA DI MERUZZI FLAVIO PER LE CURE E LA PROFESSIONALITA' DI DOTTORI, INFERMIERI, FISIOTERAPISTI, PSICHIATRI, PSICOLOGI, NEUROLOGI ECCETERA, PRESTATA AL MIO BABBO FLAVIO; RINGRAZIO INOLTRE PER IL SOSTEGNO PSICOLOGICO DATO A MIA MAMMA PATRIZIA. SIETE UNICI, GRAZIE, GRAZIE, GRAZIE! PER MERITO VOSTRO, PER MERITO DEL CISANELLO- OSPEDALE DI PISA, E PER MERITO DEL POLICLINICO MAGGIORE DI MILANO (DOVE HA OPERATO IL DOTT. SPAGNOLI), IL MIO BABBO POTRA' TORNARE A CASA CON LE SUE GAMBE E A TESTA ALTA PER IL SOSTEGNO PRESTATO DALL'ASSISTENZA SANITARIA ITALIANA, A CUI NOI NE SAREMO PER TUTTA LA VITA RICONOSCENTI.

Patologia trattata
trauma cranico con emorragia per incidente stradale (avvenuto il 27/06/2012).
Punti di forza
dottori (CAVATORTA, GENNARO, CLEMENTINA, SPAGNOLI ECC.), FISIOTERAPISTI, INFERMIERI.
Punti deboli
LA MENSA: NON SI MANGIA MOLTO BENE.


Altri contenuti interessanti su QSalute