Medicina B Ospedale Asti

 
3.8 (7)
Scrivi Recensione
Il reparto di Medicina interna (ex medicina B) dell'Ospedale Cardinal Massaia di Asti, situato in Corso Dante 202, ha come Direttore il Dott. Valter Saracco. Il reparto, dotato di 48 posti letto di degenza, svolge attività specialistiche nei seguenti ambiti: Allergologia, Ematologia, Reumatologia, Endocrinologia. Tra i punti di forza si annoverano l'area internistica con ricoveri polivalenti, il Day hospital ematologico e l'Ambulatorio allergologico monitorizzato dalla regione. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Giorgio Ciravegna, Manuela Conti, Gianfranco Fornaca, Andrea Rinaldi, Petronilla Salimbeni, Barbara Trovato, Valerio Tomaselli.

Recensioni dei pazienti

7 recensioni

 
(4)
4 stelle
 
(0)
 
(1)
 
(2)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.8
 
4.2  (7)
 
3.3  (7)
 
3.9  (7)
 
3.7  (7)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Ringrazio tutto lo staff che ha accudito e curato mia mamma Colombo Carla, purtroppo deceduta il 2 settembre.
In particolare ringrazio la dott.ssa Manuela Conti per la sua umanita' nel riferirmi con tatto il decorso delle varie problematiche legate alla salute di mia mamma.

Patologia trattata
Focolai ai polmoni.



Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Scrivo questa recensione per ringraziare tutto lo staff di medicina B per la cortesia, professionalità e disponibilità dimostrate durante la degenza di un parente.
Medici e infermieri si sono sempre dimostrati all'altezza della situazione, dimostrando anche una forte umanità.

Patologia trattata
Esiti di ictus.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
2.0

Visita allergologica

Ho richiesto telefonicamente un appuntamento per una visita allergologica, che mi è stato dato nell'arco di un mese dalla prenotazione, tempistica che ho trovato tutto sommato accettabile.
Quello che ho trovato assolutamente non accettabile è il comportamento del medico che non mi ha salutata, non si è presentato, non ha detto nulla nel corso dell'esecuzione del prick test e non ha fatto domande in relazione alla mia anamnesi; inoltre ha sbagliato a indicare gli alimenti cui sono allergica nel referto che mi ha lasciato, e non mi ha spiegato nulla su come comportarmi in relazione a questi. Ora non so con chi confrontarmi, dovrò trovare un allergologo al di fuori dell'ospedale per capire se rischio uno shock anafilattico alla prima arachide che mi passa sotto al naso.

Patologia trattata
Visita allergologica.

Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Tumore alle ossa

Ritengo opportuno riportare la mia esperienza, su questo sito di cui apprendo ora l'esistenza, molto utile.
Mio padre, Alfredo Cissello, era stato ricoverato per tumore alle ossa e dopo circa un mese di degenza è purtroppo deceduto. Nulla da dire sulla competenza del personale (sulla quale non potrei comunque dare giudizi), nonché sulla mole di esami fatti, anche durante gli ultimi due giorni di vita (TAC, visita psichiatrica), quando purtroppo la sorte era segnata.
Davvero sbalorditivo e quasi grottesco il rapporto umano con i medici.
Ho avuto due colloqui con due dottoresse, che garbatamente e con tatto unito a riservatezza, mi hanno detto ciò che stava per succedere.
Incredibile il rapporto con i medici maschi.
Un primo, il giorno dopo la visita oncologica, mi ha dedicato 80 secondi di udienza fuori la porta della camera, dicendomi senza alcun tatto che la prognosi era meno di sei mesi (cosa purtroppo vera).
Il giorno del decesso, verso le dieci di sera, per far alzare il medico dalla sedia quando mio padre era delirante dal dolore, occorreva chiamarlo quattro volte. E' chiaro che tanto non si poteva fare più nulla, ma un medico non può avere un atteggiamento del genere, esiste sempre un contatto umano.

Patologia trattata
Tumore alle ossa.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

La professionalità?

Ottima l'opinione sui medici; negativa quella riguardo l'assistenza fornita al malato.
Pazienti trattati non come malati ma come "fessi", assistenti ( perché chiamarle infermiere sarebbe di cattivo gusto per chi davvero fa l`infermiere/a) a dir poco scorbutiche/ci, arrivano sbuffando come se gli desse fastidio.. ( avete scelto voi questo lavoro).
La pulizia, bene al mattino, ma inesistente da parte degli operatori che spesso lasciano oggetti in giro, oppure, nel caso in cui gli cada qualcosa, lo lasciano giacente sul pavimento... La professionalitá non lasciatela a casa per favore, queste persone malate hanno bisogno di voi.

Patologia trattata
Di interesse internistico.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ricovero della mamma

Affidabilità e competenza in ogni situazione; professionalità ed un gran cuore nei confronti dei pazienti ed i loro cari. E anche tanta pazienza!! Grazie di cuore a tutti.

Patologia trattata
Insufficienza respiratoria.

Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Tecnica, Competenza e Cuore

Raffaele Giambattista era mio suocero, deceduto il 14 giugno u.s.
Nel reparto Medicina B ha trovato due angeli: Il Dott. Sciacca e la Dott.ssa Trovato che lo seguivano dal giorno del suo ricovero 20 gg prima.
Non esistono parole per ringraziarli per la vicinanza espressa, per la competenza, per la relazione che a tratti rasentava l'empatia. In un momento estremamente doloroso per mio suocero e noi tutti, non ci siamo sentiti mai soli, Loro in primis, ma tutto il personale è stato collaborante, l'igiene, l'alimentazione, il tutto è stato un Grande Caldo Abbraccio.
In Ospedale c'è bisogno di persone così, l'ambiente è fatto dalle persone, e se le Persone sono così, paesi come Lampedusa hanno bisogno di frequentare il reparto Medicina B, per imparare il significato della parola "assistenza". Là ove l'assistenza è sistematicamente un Diritto Negato.

Patologia trattata
Neoplasia multipla, applicazione cure palliative


Altri contenuti interessanti su QSalute