Nefrologia Ospedale Como

 
3.9 (2)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Nefrologia e Dialisi dell'Ospedale Sant'Anna di Como, situato nella nuova sede di San Fermo della Battaglia in via Ravona, ha come Direttore responsabile il Dott. Gianvincenzo Melfa. L'Unità Operativa, ubicata al Piano +1 Verde nel settore Degenza Medica 1, si occupa della diagnosi, cura e riabilitazione dei pazienti con malattie renali e nefropaci con insufficienza renale cronica avanzata. Eroga inoltre prestazioni di emodialisi e di dialisi peritoneale, svolgendo la propria attività in regime di ricovero, di Day Hospital e nei seguenti ambulatori: Ambulatorio nefrologico; Trapianto renale; Emodialisi. Il servizio di Dialisi è situato presso l'edificio G.B. Grassi nella zona A. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Bani Stefano, Bernardi Luca, Butti Alessandra, Curioni Simona, D'amico Marco, Gallelli Beniamina, Giura Carlo, Luisetto Elena, Mangano Stefano, Mezzina Nicoletta, Missaglia Elena, Tettamanti Mariagiulia.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
3.9
Competenza 
 
5.0  (2)
Assistenza 
 
3.0  (2)
Pulizia 
 
4.0  (2)
Servizi 
 
3.5  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto Nefrologia ottimo

Sono stato ricoverato a causa di una insufficienza renale acuta dovuta a calcoli che hanno ostruito entrambi gli ureteri. Ho trovato efficienza, competenza e professionalità, ma anche affetto da parte del personale medico e paramedico.

Patologia trattata
Insufficienza renale acuta.


Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

servizio nefrologia

Per una insufficienza renale cronica stadio 2 secondaria a glomerulonefrite cronica nefropatia ipertensiva, sono stato curato e seguito per ben 5 anni dalla stessa dott.ssa (Alessandra Beltrami); quindi conoscenza assoluta dell'anamnesi e degli aspetti psicologici del paziente.
Con l'ultima visita di controllo il sottoscritto, così altri pazienti non solo della dott.ssa succitata ma anche di altri spacialisti, si ritrovano e si ritroveranno per i successivi controlli ad effettuare tale visita con un nefrologo sempre diverso dal precedente. Come si evince dalla segnalazione numerica effettuata sulle competenze, non si mette in dubbio la professionalita degli specialisti, ma la mancanza di un rapporto di vera conoscenza con il paziente che nel tempo aveva creato serenità in pazienti già colpiti non solo nel fisico, ma anche nella sfera emotiva. Inoltre, lo specialista che si alterna ogni volta con i pazienti dovrà rieffettuare una continua rivalutazione del caso. Di quanto detto sopra, questa situazione nasce da ordini che vengono dall'ALTO.
Pertanto chi ne subisce le conseguenze sono sempre i pazienti.
cordialmente Borriero Aldo

Patologia trattata
insufficienza renale cronica


Altri contenuti interessanti su QSalute