Neurontin

Neurontin

 
4.1 (5)
Scrivi Recensione
Principio attivo
Gabapentin
Indicazioni
  • Dolore neuropatico
  • Epilessia
  • Nevralgia
Neurontin è un farmaco che ha come principio attivo il Gabapentin, commercializzato sotto vari nomi, tra cui Neurontin. Neurontin è indicato come terapia aggiuntiva nel trattamento di attacchi epilettici parziali in presenza o in assenza di generalizzazione secondaria negli adulti e nei bambini di almeno sei anni di età. E' spesso utilizzato anche come trattamento per la nevralgia causata dal virus herpes zoster negli adulti ed in generale nel trattamento del dolore neuropatico periferico, come ad esempio la neuropatia diabetica dolorosa. Il farmaco è disponibile sotto forma di capsule rigide da 100 mg., 300 mg. e 400 mg.

Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
4.1
Efficacia 
 
4.8  (5)
Assenza di effetti collaterali 
 
3.4  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Efficacia
Assenza di effetti collaterali
Commenti
Farmaci
Indica la tua fascia di età
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
4.0
Efficacia 
 
4.0
Assenza di effetti collaterali 
 
4.0

Ho quasi risolto

Uso Gabapentin solo quando ne sento il bisogno, quando ho la nevralgia al trigemino.
Ho usato il Tegretol e mi dava prurito e allegria alle mani e ai piedi, con Gabapentin invece mi trovo bene e questi effetti collaterali non si sono visti. Grazie a questo farmaco mi sento più tranquilla. Solo con Gabapentin ho quasi risolto i miei dolori alla testa e al viso.
Ringrazio il neurologo che ha capito che il mio dolore era derivato da una nevralgia al nervo trigemino.

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
Nevralgia del trigemino.


Voto medio 
 
3.0
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
1.0

Efficace, ma a che prezzo?

Neurontin mi è stato consigliato dal mio consulente antalgico per trattare un prurito da danno nervoso periferico post-traumatico (un prurito che, credetemi, per certi versi è molto più intollerabile del dolore; ero arrivato al punto da non essere più in grado non dico dico lavorare, ma neanche di leggere una pagina di Topolino senza distrarmi poiché non smettevo di grattarmi, fino a sanguinare); già al dosaggio di 300 mg. al giorno il prurito era svanito dove altri farmaci avevano fallito (pregabalin, tramadolo, lidocaina, capsaicina, venlafaxina, FANS, benzodiazepine etc.) ma in compenso erano iniziati anche i pesantissimi effetti collaterali: astenia (tanto che mi costava un notevole sforzo perfino ad alzarmi dal letto), letargia accompagnata da acufeni costanti (era come vivere immersi in un acquario, muovendosi e soprattutto ragionando con fatica e ritardo- con tanto di depersonalizzazione, come se chi si muovesse nella realtà non fossi io ma una persona con un ritardo mentale), lipotimie (a volte accompagnate da grave ipotensione e aritmie fortunatamente benigne), epigastralgia (neanche quando avevo avuto una quasi ulcera gastrica ero stato così male), stipsi (anche 3 giorni senza andare in bagno), etc. Voglio dire: anche facendosi decapitare ci si cura dal mal di testa, ma direi che non è la soluzione migliore.
Passo: prossimamente mi farò vedere al Niguarda, spero sappiano consigliarmi qualcosa che non abbia già tentato, perché questa non è vita...

Fascia di età
Da 25 a 40 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Prurito e dolore neuropatico.
Voto medio 
 
4.0
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
3.0

Fibromialgia e dolore neuropatico

Anche la mia esperienza col Neurontin è fondamentalmente positiva. Oramai lo sto prendendo da 4 anni. Devo premettere che mi hanno diagnosticato la fibromialgia, che con sè porta anche terribili dolori neuropatici. Così è successo anche a me... Il fatto che assuma il farmaco da 4 anni la dice tutta sulla sua efficacia, tiene infatti il dolore davvero sotto controllo.
Io però ho anche avuto (ed ho) alcuni effetti collaterali, quasi tutti leggeri e minimi, solo uno lo reputo molto fastidioso: il cambio della personalità. Non è che io mi sia trasformata, ci mancherebbe, ma ho frequenti sbalzi di umore, il 99% delle volte divento aggressiva e violenta (non è proprio da me, credetemi); oramai comunque ci convivo, e con me i miei cari.
Ovviamente gli effetti collaterali dipendono sempre da persona a persona. In generale direi, in base alla mia esperienza, che il Neurontin sia il miglior farmaco in commercio per la cura del dolore neuropatico.

Fascia di età
Da 40 a 60 anni
Sesso
Donna
Malattia trattata
Dolore neuropatico.


Voto medio 
 
4.5
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
4.0

Il migliore

Il dolore più forte che abbia mai provato nella mia vita è la nevralgia causata dal virus herpes zoster. E' un dolore mostruoso che non si può nemmeno descrivere. Il medico mi ha prescritto il Neurontin e sinceramente debbo dire che per i primi due giorni non ha avuto alcuna efficacia, mentre io ero letteralmente piegato in due dal male. Solo dopo circa una settimana ho incominciato a sentirmi bene, anzi, meglio. Ho ricominciato a dormire (non ne avevo ricordi...) ad essere rilassato e a riprendere in mano la mia vita. Ad oggi il dolore è proprio sparito del tutto (nonostante io abbia ancora l'herpes zoster) e posso dire che contro il dolore da nevralgia questo è stato il miglior farmaco che io abbia mai provato.

Fascia di età
Da 25 a 40 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Nevralgia da herpes zoster.
Voto medio 
 
5.0
Efficacia 
 
5.0
Assenza di effetti collaterali 
 
5.0

Anticonvulsivo eccellente

Lo trovo un farmaco unico, di una efficacia incredibile. Dico solo che, assieme al Tegretol, ha tenuto sotto controllo le mie crisi epilettiche per quasi 12 anni. Spero non mi accada, come talvolta succede, che il mio corpo si assuefaccia al farmaco, non ci voglio neanche pensare... Le forti crisi convulsive che avevo sono davvero un lontano ricordo.
Adesso il mio dosaggio è di 1500 mg. al giorno, ogni volta prendo una compresso da 300 mg., esattamente alla mattina appena sveglia, a mezzogiorno, a metà pomeriggio, nel tardo pomeriggio e l'ultima di sera.

Fascia di età
Da 25 a 40 anni
Sesso
Uomo
Malattia trattata
Epilessia.


Altri contenuti interessanti su QSalute