Oncologia Ospedale Pisa

 
3.7 (12)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Oncologia medica 1 ospedaliera dell'Ospedale di Pisa, Azienda Ospedaliero-Universitaria situata in Via Roma 67, ha come Direttore responsabile F.F. il Dott. Andrea Michelotti (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.). Il reparto, ubicato all'interno dello Stabilimento di Santa Chiara, opera in completa integrazione con l'Oncologia 2 del prof. Falcone presso il Polo Oncologico di Area Vasta Nord-Ovest. All'interno di questa struttura si svolgono le attività relative alla diagnosi, all'assistenza e al follow-up dei pazienti affetti da neoplasie solide. Tali attività sono ripartite sulla base delle competenze scientifiche e dell'esperienza dei singoli medici specialisti nei seguenti settori: neoplasie dell'apparato gastro-intestinale, della mammella, del polmone, dell'apparato uro-genitale, del distretto testa-collo, di melanomi e sarcomi dei tessuti molli. Fanno parte dell'equipe dell'Oncologia 1 i dirigenti medici Dr. Andrea Michelotti, Dr. Andrea Antonuzzo, Dr.ssa Isa Maura Brunetti, Dr.ssa Paola Ferrari, Dr.ssa Elisabetta Landucci, Dr.ssa Monica Lencioni, Dr.ssa Antonella Romanini.

Recensioni dei pazienti

12 recensioni

 
(5)
 
(2)
 
(2)
 
(3)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.7
 
3.3  (12)
 
3.3  (12)
 
4.5  (12)
 
3.8  (12)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto

Raramente ho trovato un team così preparato e gentile. Tutto il personale sanitario e parasanitario dimostra verso il paziente e i familiari comprensione e rispetto.
Un gran ringraziamento a tutti e complimenti al Direttore.

Patologia trattata
Tumore alle vie respiratorie.


Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Grande delusione

Ho seguito il mio compagno nelle cure presso questo ospedale e mi sono resa conto che qui c'è un protocollo e da quello non ci si smuove, nessuno si pone il problema di ulteriori farmaci o terapie.
Non parliamo poi del reparto degenza, posto freddo e poco rassicurante. La Dott.ssa Romanini l'ho personalmente trovata di una freddezza incredibile verso i pazienti e ancora di più verso i parenti, e non opera assolutamente in simbiosi con l'Oncologia 2...
Guardatevi intorno e informatevi di centri d'eccellenza che operano con più esperienza e con altri mezzi; purtroppo sono tutte nelle Regioni del Nord, ma vale la pena provare.

Patologia trattata
Tumore pancreas.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
2.0

Amarezza

Purtroppo mi trovo qui a scrivere a distanza oramai di un anno dalla diagnosi, fatta da un oncologo del reparto. Diagnosi sbagliata. Dopo 3 mesi la morte di mio padre...
Si deve seguire il protocollo mi hanno sempre detto... però mi meraviglio che un plesso universitario come questo si chiuda per orgoglio (o non so cosa altro) nell'affermare nuove terapie o consigli da colleghi di altri strutture - e parlo dello IEO di Milano.
Per chi leggerà: non vi fermate, girate, sentite altri pareri, non abbiate paura.

Patologia trattata
Tumore colon retto con metastasi al midollo osseo.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dottoressa Paola Ferrari

Volevo ringraziare la dottoressa Paola Ferrari per la disponibilità e la tempestività con cui ha aiutato mia mamma.
Veramente una persona gentile e disponibile.

Patologia trattata
Tumore al polmone.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Basterebbe un briciolo di cuore

Io dico solo questo:
"Voi che avete la missione di curare il malato, ma se al letto del malato non portate l'amore, non credo che i farmaci servano a molto...Portare Dio ai malati, varrà più di qualsiasi altra cura". San Pio da Pietralcina.
E con questo ho detto tutto.
IL mio fratello tornando dalle chemio mi diceva sempre: " mi sembra di essere un codice a barre in quel reparto" e così è morto, come un codice a barre.

Patologia trattata
Tumore al colon metestatico.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Solo una conferma della mia idea iniziale

Avevo già molti dubbi prima di far affrontare la chemioterapia a mio padre, e dopo questa esperienza ne ho avuto, purtroppo, SOLO una conferma. La clinica oncologica si è limitata ad applicare protocolli al paziente, ossia a somministrare farmaci. Mio padre è entrato in questo reparto camminando con le sue gambe, dopo solo 4 mesi lo hanno "piegato" su una carrozzella. Poi ci ha lasciati. Bruciato dalla chemio.
Ti dicono che sono a disposizione e poi quando li chiamavamo per un supporto, ci ignoravano.
Durante i controlli di routine (solo ogni tre mesi, anche se ti trovi in fase iniziale!!) ci ricevevano in modo indifferente, ci siamo sentiti veramente uno dei tanti!
Saluti.

Patologia trattata
Tumore faringeo.
Voto medio 
 
2.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

Ci vorrebbe poco per migliorare

Ho scoperto che la clinica oncologica si limita ad applicare protocolli ai pazienti, ossia a somministrare farmaci, se si possono così chiamare, gli stessi di tutto il territorio nazionale, salvo casi di sperimentazione.
La chemioterapia è compito degli infermieri, bravi e sensibili. Mi chiedo cosa facciano i medici, oltre che a ricevere i pazienti (alcuni in modo distratto e assente) e a compilare le analisi da fare, in modo spesso incompleto ed errato?
Gli specializzandi dovrebbero rapportarsi meglio con i pazienti e ricordarsi di non dimenticarsi niente.
Per migliorare? Un po' di organizzazione aziendale, ricordarsi di dire e di consegnare tutto alla prima, evitando un secondo giro che porta via tempo a tutti, un sorriso che dia speranza, e veramente ricerca.

Patologia trattata
Tumore colon e metastasi fegato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Sono seguita presso il reparto di Oncologia dell'Ospedale Santa Chiara di Pisa dal Dott. Marconcini e dal Dott. Antonuzzo per un melanoma. Durante il mio percorso ho sempre trovato uno staff disponibile, professionale, competente ed umano (qualità non da sottovalutare in un reparto come questo), in grado di chiarire ciascun mio dubbio in ogni momento.
Non posso far altro che ringraziare tutto il reparto per il lavoro che con passione svolgono ogni giorno.

Patologia trattata
Melanoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Oncologia 1 Pisa Marconcini

Mia madre è stata seguita dal Dott. Marconcini presso il reparto di Oncologia dell'Ospedale Santa Chiara di Pisa e, parlando a nome di tutta la mia famiglia, non possiamo far altro che ringraziare il Dottore per l'estrema professionalità, cordialità e umanità che ha dimostrato per tutto il trattamento. Mia madre ha avuto tutto il sostegno, sia medico che morale, grazie al Dott. Marconcini che ci ha sempre fornito tutte le informazioni, supporto e aiuto possibile. Ci ha sempre risposto a tutte le ore, è sempre stato presente e competente sotto ogni profilo.
Grazie di cuore da parte di tutta la famiglia.

Patologia trattata
Melanoma.
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Deluso

Gli infermieri sono gentilissimi e fanno anche più del necessario.
I medici, la maggior parte specializzandi, li ho trovati indifferenti, demotivati, spesso rispondono male. Si danno un sacco di arie, anche se in fondo la malattia non evolve per merito loro, ma per merito delle varie tecniche farmacologiche o strumentali. Questi medici oncologi si credono chissà chi ed è facile comportarsi così quando non si ha nessuna responsabilità su questo tipo di malattia. La clinica poi è un caos: grande affollamento di persone provenienti anche da altre regioni; tempi lunghi di attesa; orari di visite di controllo cambiati o annullati da non si sa chi.
Ce ne sarebbe ancora, ma termino qui per ora.

Patologia trattata
Carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) o microcitoma con metastasi cerebrale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

superlativo

Dopo aver provato svariati ospedali tra Brescia e Milano sono arrivato a Pisa, sono stato accolto con estrema professionalità unita ad una gentilezza e cordialità che spesso mi facevano dimenticare che mi trovavo in un reparto ospedaliero, riscontrando inoltre massima disponibilità e una preparazione medica che raramente trovi negli ospedali.. Complimenti a tutti, medici e infermieri che insieme fanno la differenza.

Patologia trattata
cancro all'apparato genitale.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

lunghe attese prima della chemio

trovo incredibile che per fare una chemioterapia, che di per se' e' una cura pesantissima, io debba attendere tutte le sante volte tropppe ore. giusto ieri avevo appuntamento alle ore 13.45 e l'ho iniziata alle ore 16.00. sono arrivata a casa che ero sconvolta... e poi le infermiere che trovo, comunque tutte brave, sono li' sempre a lamentarsi del troppo lavoro e che sono chiamate da noi pazienti troppo spesso... qualcuno dovrebbe spiegare loro che sono sane come dei pesci mentre noi abbiamo il cancro e avremmo bisogno di comprensione e trovare larghi e sani sorrisi... (oppure potessi fare a cambio con qualsiasi infermiera: lei si stende sul letto dopo 4 ore di attesa, le infilo un tubo nel braccio e io lavoro anche 24 ore al posto suo, a patto che io RIDIVENTI SANA..).
Desideravo fare i complimenti a Ruth, che non è semplicemente in gamba ,a di più, perchè nel suo lavoro ci mette l'anima..
scusate lo sfogo, sara' la chemio.

Patologia trattata
K mammario.