Pronto Soccorso Fatebenefratelli San Giuseppe

 
2.7 (10)
Scrivi Recensione
Il reparto di Medicina d'Urgenza - Pronto Soccorso dell'Ospedale San Giuseppe dei Padri Fatebenefratelli di Milano, situato in Via San Vittore 12, ha come Direttore il Dott. Marco Bordonali. Il reparto si occupa di ogni emergenza salvo trasferire, in una fase successiva, soggetti con gravi patologie neurochirurgiche, cardiologiche e traumatologiche. Dotata di 14 posti letto ordinari, la Medicina d'Urgenza è indirizzata in modo particolare alla diagnosi e cura della fase acuta delle più importanti patologie internistiche (respiratorie, cardiocircolatorie e neurologiche). Associata all’attività di degenza dell’Unità Operativa, vi è l’attività di Pronto Soccorso internistico e di Osservazione Breve per patologie internistiche. Nell’ambito della struttura è presente anche un’attività ambulatoriale per il follow-up a breve termine dei pazienti ricoverati.

Recensioni dei pazienti

10 recensioni

 
(3)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(3)
 
(3)
Voto medio 
 
2.7
 
2.6  (10)
 
2.5  (10)
 
3.2  (10)
 
2.5  (10)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso

Otto ore d’attesa, stavo malissimo accartocciata su una sedia vomitando ininterrottamente e, nonostante le continue richieste di sacchetti, nessuno si è sognato minimamente di mettermi una flebo, se non appunto dopo 8 ore infernali...

Patologia trattata
Gastroenterite, enterocolite.
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Solo attesa

Ho accompagnato mio marito di 83 anni cardiopatico e portatore di PM al pronto soccorso di questo ospedale perché presentava i sintomi di un TIA (difficoltà di parola, confusione e disturbi alla vista) e lamentava un mal di testa molto forte in quanto aveva anche preso un colpo al capo. Premetto che mio marito era già stato ricoverato in neurologia presso questo ospedale per problemi di ischemia cerebrale ed assume numerosi farmaci anticoagulanti e antiaggreganti. Faccio presente la situazione all’infermiera dell’accettazione, che dopo avergli controllato pressione e glicemia lo manda con codice verde in sala di attesa (uno stanzone freddo e inospitale pieno di gente in attesa di essere visitata). Poi per 5 ore aspettiamo al freddo su un sedile di ferro senza nessuna informazione, mentre le condizioni di mio marito peggiorano. Chiediamo all’unico medico presente nella struttura quando potremo essere visitati. Ci risponde che non può fare previsioni, ancora una o due ore perché è solo e ci sono molti casi da seguire. A quel punto non ci resta che andarcene a cercare aiuto altrove. Ritengo che questa struttura così strategica, perché situata in una zona centrale di Milano e quindi facilmente raggiungibile, vada assolutamente riorganizzata e potenziata aumentando il personale medico e infermieristico, migliorando l’accoglienza e l’informazione ai pazienti.

Patologia trattata
TIA.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Pronto soccorso accogliente

Il personale è stato estremamente cortese ed accogliente, dicendomi subito che ho fatto bene ad andare a farmi vedere anche se mi hanno dato il codice bianco. Mi hanno tenuto aggiornato sui tempi di attesa, tanti pazienti non sanno che basta rivolgersi all'accettazione per trovare risposte ai propri dubbi e tanta comprensione umana. Il tecnico radiologo mi ha trattato con i guanti di velluto e mi ha voluto tranquillizzare guardando subito le lastre e dicendomi che non vedeva niente di rotto. Ha risposto con completezza e senza alcuna fretta a tutte le mie domande. I medici si sono fatti spiegare le circostanze dell'infortunio dimostrando interesse per il mio caso, e hanno aperto la pratica per l'assicurazione. In totale queste tre ore al pronto soccorso sono state trascorse benino, in un ambiente che ho percepito accogliente, positivo, professionale ma anche cortese e simpatico.

Patologia trattata
Distorsione dita della mano.

Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Un Pronto soccorso da incubo

Trattenere una paziente di 93 anni (ed i familiari) senza definirne il ricovero o no, dalle 10.00 del mattino alle 23.00 di sera, credo sia assolutamente inaccettabile. Se poi aggiungiamo che si tratta di una disabile cui manca una gamba, abbiamo detto tutto. Giudicate voi.

Patologia trattata
Valori di emocromo molto basso, infezione alle vie urinarie con sanguinamento, resistenza a tutti gli antibiotici, respiro affannoso.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento

Sono arrivata alle 3.00 di mattina e alle 3.10 mi hanno chiamata. Era il 2 aprile. Purtroppo non ho memorizzato il nome della dottoressa che mi ha accolto e che è stata efficientissima, umanamente ineccepibile e competente, decidendo il mio ricovero per una grave recidiva che in due mesi nessuno era riuscito a diagnosticare, neanche l'eccellenza lombarda dell'oncologia che mi segue da tempo. Anche se la diagnosi per me è stata una pessima notizia, devo ringraziare lo staff del pronto soccorso dell'ospedale San Giuseppe di Milan, che nel mio caso è stato ineguagliabile.

Patologia trattata
Patologia oncologica.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Insoddisfatto per l'assistenza

Ieri ho avuto una colica biliare e mi hanno ricoverato con l'ambulanza al pronto soccorso. Qui mi è stata misurata la febbre, la pressione e mi hanno chiesto l'intensità dei dolori che provavo. Quindi mi hanno consegnato una provetta per le urine e mi hanno detto di accomodarmi nella sala d'attesa ad aspettare il mio turno. Mi è stato assegnato il codice verde. La sala d'aspetto mi è sembrata decorosa e pulita, ma purtroppo anche fredda. Non sono riuscito a togliere il giaccone che avevo indosso e ogni tanto mi dovevo alzare dalle fredde sedie in alluminio per riscaldarmi vicino ai caloriferi. Nessun medico e infermiere si è interessato a me e alle mie condizioni di salute nelle 5 ore che sono rimasto lì in attesa. Ho anche provveduto a fare le urine nel barattolo, pensando che mi venissero richieste per essere analizzate. Mentre ero lì, dimenticato, altre persone arrivavano e andavano via. Ad un certo punto ho assistito ad una scena curiosa: sono arrivati 4 volontari di un'ambulanza con una barella con sopra una persona anziana, ma non riuscivano a lasciare lì l'anziana signora perché non gli era stato dato un letto mobile dove spostarla! Si sono dovuti fermare lì almeno un'ora! Dopo questa lunga attesa, fortunatamente i miei dolori si sono attenuati, anche perché avevo con me delle pastiglie di Buscopan. Visto il disinteresse nei miei confronti, dopo 5 ore ho deciso di fare ritorno a casa con mia moglie. Sicuramente non sono soddisfatto di questa esperienza al pronto soccorso.

Patologia trattata
Colica biliare.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Pronto soccorso da medioevo

Sono arrivato al pronto soccorso di notte con una mano rotta. Inspiegabilmente l'infermiera non mi accetta e mi dice di andare al Gaetano Pini il mattino dopo (dice che non è presente l'ortopedico in quel momento). Al G.P. intanto mi mettono il gesso. Il medico di base mi dice di andare al San Giuseppe per farmi curare perchè è un centro d'eccellenza della mano, in cui il personale è presente 24h/24. E mi scoprono una lesione importante: dicono che andava operato subito, infatti ora la mano ha perso dei movimenti e avrà sempre un dolore.
Senza saperlo ero andato al posto giusto e mi hanno mandato via. Pronto soccorso vergognoso.

Patologia trattata
Frattura di scafoide.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Stile vecchio nosocomio

Sono andato al pronto soccorso con l'esigenza di fare una lastra. Tempo previsto 3/4 ore alla visita. Dopo 10 minuti sono uscito e l'ho prenotata privatamente altrove per domani. Mi preme stigmatizzare la scarsa pulizia, la scomodita', la pessima illuminazione e la logistica. Non credo che Multimedica, dopo avere acquisito questo ospedale, ci abbia investito un euro. Se volete un po' di ispirazione andate a vedere l'Auxologico, poi copiatelo pari pari.

Patologia trattata
Bronchite acuta.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellente- dr.ssa Cocca, dr.ssa Martinoli

Dall'accettazione in P.S. fino al ricovero e alla degenza, ho incontrato medici, personale infermieristico e assistenza di qualità che non mi sarei aspettato di trovare in una struttura pubblica.
In particolare devo ringraziare la Dott.ssa Cocca Giorgia (brava-brava) e la Dott.ssa Elena Martinoli per aver saputo, nell'ambito delle rispettive competenze, vedere oltre quelli che erano i sintomi della patologia che mi aveva colpito.

Patologia trattata
Diplopia.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Sono bravi

Reparto veramente ottimo sotto tutti i punti di vista: piccolo, moderno, pulito, tranquillo. Ma è l'assistenza infermieristica il vero punto di forza del reparto, tutto il personale unisce competenza professionale ad umanità e simpatia.

Patologia trattata
Ictus in paziente anziana


Altri contenuti interessanti su QSalute