Andrologia Fatebenefratelli San Giuseppe

 
3.6 (5)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Urologia - Andrologia universitaria dell'Ospedale San Giuseppe dei Padri Fatebenefratelli di Milano, situato in Via San Vittore 12, ha come direttore il Dott. Prof. Andrea Guarnieri. Il reparto, sede della Clinica Urologica dell’Università degli Studi di Milano, si occupa delle patologie di stretta pertinenza urologica relativa alle neoplasie urinarie, patologie ostruttive e calcolosi delle vie urinarie, nonchè all'incontinenza urinaria maschile e femminile. Si effettuano prime visite andrologiche e visite andrologiche di controllo.

Recensioni dei pazienti

5 recensioni

Voto medio 
 
3.6
Competenza 
 
3.4  (5)
Assistenza 
 
3.4  (5)
Pulizia 
 
4.2  (5)
Servizi 
 
3.4  (5)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo reparto

Settembre 2017 A poche settimane dal mio 77° compleanno sono stato ricoverato all'Ospedale S. Giuseppe di Milano nel reparto Urologia e sottoposto ad un intervento per l'asportazione di un calcolo alla vescica e TURP, che ha richiesto solo due giorni di ricovero ed un recupero veloce. Una struttura sanitaria all'avanguardia per l'igiene, la pulizia, le camere decisamente accoglienti per rendere piu' confortevole la degenza. L'equipe in sala operatoria ha dimostrato attenzione e scrupolositá, in particolare la Dott.ssa Spoto -anestesista- per la vicinanza costante durante l'intervento. Il personale infermieristico, seppur giovane, é qualificato, premuroso e disponibile ad effettuare controlli frequenti. Un elogio particolare e gratitudine al Dott. Cazzaniga e Dott. Piacentini che mi hanno operato, ed alla Dott.ssa Costa, per la loro professionalità e assistenza sia durante la degenza, sia nelle visite di controllo successive all'intervento, che hanno permesso di superare il fastidioso disturbo che mi condizionava da mesi. Con l'occasione porgo a tutto lo Staff i migliori AUGURI di BUONE FESTE.
Rustichelli Marcello

Patologia trattata
Asportazione calcolo alla vescica + TURP.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Prostata TURP 2009

A 70 anni,e non avendo mai fatto neppure una iniezione, dal vostro pronto soccorso mi sono trovato ricoverato e, non avendo mai visto un ospedale, vi lascio immaginare la mia paura nell'affrontare esami e operazione. Come mi dicevano in molti, sei stato "fortunato" a capitare all'ospedale S.Giuseppe. Ho letto le recensioni e ho pensato di inviarvi anche la mia. Ricordo e ringrazio tutti, medici, infermiere, infermieri, per la loro professionalità e umanità (anche il cibo era buonissimo).
Con l'occasione porgo a tutti i piu fervidi auguri. Sia il S.Natale portatore di serenità
Distintamenete
Gianni Bertolini

Patologia trattata
iperplasia benigna della prostata (operato con turp).
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimi Dott. Guarneri e staff

La neoplasia e' stata trattata con l'asportazione del testicolo destro, in quanto la professionalita' del Prof. Guarneri in sala operatoria ha deciso per l'asportazione perchè si trattava di una grave forma.
Tutto il personale dal Prof. Guarneri a tutto il suo staff sono stati di grande supporto dal primo all'ultimo giorno della mia permanenza presso l'ospedale S. Giuseppe.

Patologia trattata
Neoplasia testicolo destro.

Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

REPARTO UROLOGIA 1 PIANO

Mia mamma ha avuto una triste e brutta esperienza nel reparto urologia dell'ospedale, infatti recentemente ha finito nell'ospedale San Giuseppe la sua vita terrena ed è passata alla vita spirituale.
Purtroppo ho riscontrato grande superficialità e mancanza di competenza nello staff infermieristico e medico, di cui fa parte la dott.ssa Dall'Ara.
Mia mamma è stata ricoverata perchè ha avuto un'iperglicemia improvvisa, è stata trattenuta dalle ore 12.00 alle ore 23.00 al pronto soccorso, le hanno fatto esami ed analisi di tutti i tipi (il commento della dott.ssa quando ha letto la sua cartella clinica è stato "mah! hanno fatto piu' esami a questa donna che a tutto l'ospedale" lascio a voi ogni commento...), le è stata diagnosticata un'occlusione intestinale al pronto soccorso, peraltro sbagliata perchè non era quello il motivo del ricovero, è stata portata al reparto di Urologia che per i disturbi che aveva lei non era nemmeno adeguato. la dott.ssa del turno di notte le ha inserito male l'ago flebo con l'antibiotico, infatti alla fine il liquido era stato tutto assorbito dal cuscino che aveva sotto il braccio dimostrato dall'alone che c'era sopra. Alla mattina, intorno alle ore 10.00, sono arrivati i dottori, hanno fatto un consulto almeno di un'ora e non hanno capito quello che aveva mia mamma, che alle ore 14.00 se n'è andata. Ho richiesto la cartella clinica di mia mamma che mi doveva essere consegnata oggi 09/08/2010. mi sono recata per il ritiro, non mi hanno avvisata e naturalmente non era ancora pronta: era ancora in reparto e doveva essere ancora firmata dal medico. Ho avuto l'ennesima conferma che l'ospedale S. Giuseppe, sia per delle semplici fotocopie (hanno avuto un mese di tempo) che per la cura dei pazienti, almeno in base alla mia personale esperienza, è completamente da sconsigliare. Elena La Forgia.

Patologia trattata
Occlusione intestinale.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

OPERAZIONE ANDATA MALE

per un varicocele di primo grado, a 20 anni, mi è stato chiesto se volermi operare o meno. Mi sono stati posti di fronte i danni che a lungo andare avrebbero potuto derivarmi da questa patologia e, dopo uno spermiogramma leggermente alterato, spaventato ho optato per l'intervento.
GRANDI DOLORI DOPO DUE MESI DALL'INTERVENTO, SOSPETTA RECIDIVA, FUNICOLO SPERMATICO INDURITO E SOPRATTUTTO MOLTO ARRABBIATO PER NON ESSERE STATO MESSO AL CORRENTE DELL'ESISTENZA DELLA RADIOLOGIA INTERVENTISTICA, CHE RISOLVE IL PROBLEMA IN MENO TEMPO, CON MENO COMPLICAZIONI E SENZA TAGLI.

Patologia trattata
VARICOCELE.


Altri contenuti interessanti su QSalute