Pronto Soccorso Ospedale Frascati

 
3.3 (10)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pronto Soccorso, Medicina d'Urgenza e Breve Osservazione dell'Ospedale San Sebastiano di Frascati in provincia di Roma, situato in Via Tuscolana 2, ha come Direttore responsabile la Dott.ssa Paola Lapiccirella. Il reparto gestisce le emergenze 24 ore su 24, svolgendo inoltre attività di Osservazione Breve Intensiva (OBI). La struttura è dedicata ai casi di emergenza ed offre le prime cure in tutti i casi di urgenza ed emergenza. Equipe medica: Dott.ssa Ciceroni Claudia, Dott. D'Ambrosi Mauro, Dott.ssa Delfini Enrica, Dott. Di Palma Eugenio, Dott. Marcianò Francesco, Dott.ssa Nasorri Loredana, Dott. Specchia Francesco, Dott.ssa Spitaleri M. Iolanda.

Recensioni dei pazienti

10 recensioni

 
(2)
 
(4)
3 stelle
 
(0)
 
(2)
 
(2)
Voto medio 
 
3.3
 
3.5  (10)
 
3.3  (10)
 
3.5  (10)
 
2.7  (10)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

PESSIMO SERVIZIO INFERMIERISTICO

La notte del 25 febbraio 2019 ho portato mio padre, malato cardiopatico, diabetico ed oncologico, per dolore che si irradiava dal quadrante laterale destro dell'addome sino alla porzione posteriore. In servizio erano presenti due infermiere, di cui una ineducata con i pazienti che, verso la tarda serata, ha anche discusso urlando con uno dei medici di turno.

Patologia trattata
Colica renale.



Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Medico pessimo

Sabato 12 Novembre alle 3.00 circa del mattino, mi sono svegliata con un dolore retrosternale, un leggero intorpidimento al braccio sinistro e vertigini (sono affetta da ipertensione). Dal momento che mio marito svolge un lavoro notturno e pertanto non era ancora rincasato, ho preferito aspettarlo, per cui sono giunta al pronto soccorso alle ore 9.30 circa. Al triage mi hanno eseguito l'elettrocardiogramma e la misurazione della pressione arteriosa che, nel frattempo, si era stabilizzata, poiché prima di uscire avevo assunto la compressa che il mio medico mi aveva prescritto qualche giorno prima. Per farla breve, avendomi assegnato codice verde, nonostante le vertigini fossero aumentate ed il dolore al petto persistesse, sono stata "convocata" dal medico alle 12.30 circa. La dottoressa, dopo aver scritto al computer, parlato al telefono, informatasi della salute di un'infermiera di turno (quest'ultima accusava un fastidio all'addome e nel giro di mezz'ora aveva già fatto emocromo, ecografia e visita chirurgica), finalmente mi ha visitato. Avendomi proposto una tac ed una radiografia al torace, io ho risposto che le avrei fatte se lei le avesse ritenute necessarie; con aria scocciata e disinteressata mi ha risposto che poiché accusavo un malessere, dovevo scegliere liberamente, consapevole dell'elevata invasivita' degli esami in questione. A quel punto ho preferito andare via, e ovviamente dopo un'ulteriore attesa di circa mezz'ora, mi ha fatto firmare dei fogli in fretta e furia, che poi ho letto con tranquillità a casa, dove ha scritto che io ho rifiutato un ricovero che lei non mi ha assolutamente proposto e, secondo lei, tra le cause del mio malessere, ci sarebbe un'obesità morbosa. Premetto che sono una donna di 52 anni in menopausa, che ha avuto 5 gravidanze, di cui 3 portate a termine, sono alta 1,65 e peso 83 Kg.
Mi rendo perfettamente conto che dovrei perdere peso, ma da qui a parlare di obesità morbosa, credo che abbia dato ampia dimostrazione, oltre che della sua umanità, anche delle sue conoscenze mediche.

Patologia trattata
Vertigini, dolore retrosternale, ipertensione.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Senza parole

Io e mia madre siamo qui dalle 13:30, hanno portato al pronto soccorso mio nonno 91 enne per una crisi respiratoria. Ora sono le 17:00 e non solo non ci hanno ancora detto niente, ma neanche ce lo hanno fatto vedere. Piccola struttura, poche persone e c'è gente che per una lastra sta qui da stamattina alle 7:00... Un signore ha avuto un incidente, ha un taglio sulla testa e invece di medicarlo gli hanno messo una garza e detto che ha 10 persone davanti, così la ferita fa in tempo ad infettarsi.. Complimenti proprio!!!

Patologia trattata
Crisi respiratoria in paziente di 91 anni.

Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
4.0

Polmonite

Ottima accoglienza del personale. Osservazione, presenza stabile, umanità da parte di tutti nonostante le difficoltá. Mi hanno rimessa al mondo.
Grazie.

Patologia trattata
Polmonite con difficoltá respiratorie.
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Cistite acuta

Sono arrivato alle ore 22.00 con fortissimi dolori al basso ventre e difficolta' a trattenere le urine; sono stato dimesso alle ore 2.30 con diagnosi di cistite acuta senza essere stato visitato, senza alcuna terapia, solo con una richiesta di analisi delle urine.
Tornato a casa, dolori fortissimi tutta la notte, così la mattina di nuovo al pronto soccorso all'ospedale Sandro Pertini, dove mi hanno fatto analisi delle urine e del sangue e visita, diagnosi: prostatite acuta e cistite.. Sono quindi stato dimesso con appropriata terapia e richiesta di approfonditi accertamenti..
Forse quella notte all'ospedale di Frascati non c'era un dottore in grado di occupare quel posto.
Bruttissima esperienza.

Patologia trattata
Cistite acuta.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Grazie al personale del pronto soccorso

Mi sono recato al pronto soccorso con una colica renale in corso. Anche in una giornata che appariva caotica, ho trovato disponibilità, gentilezza e attenzione, nonché umanità, da parte di tutti gli operatori.
Non posso che ringraziarli tutti.

Patologia trattata
Calcolosi renale.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Pessima comunicazione e scorrettezza

Pessimo!!!
Al pronto soccorso sconsigliano il ricovero per non idoneità della struttura alla risoluzione del trauma, ma poi fanno firmare un foglio di dimissioni con su scritto che il paziente (ancora sotto l'effetto di farmaci e dolorante, quindi poco lucido) ha rifiutato il ricovero..

Patologia trattata
Ernia discale.
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

Professionalità e umanità

Un sentito ringraziamento a tutta l'equipe del pronto soccorso per la professionalità unita all'umanità che ha dimostrato nell'accogliere il mio compagno, affetto da una tetraplagia conseguente ad un coma ipossico e giunto a Frascati dopo una degenza ai limite del tollerabile presso una clinica riabilitativa.

Patologia trattata
Stato febbrile persistente unito ad anemia.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

ringraziamenti

mia suocera novantenne è dovuta ricorrere al P.S. il giorno di ferragosto u.s. E' stata accolta dal personale tutto con competenza e professionalità. Per evitare un trasferimento pericoloso per la sua salute (aveva subito numerose fratture per una caduta) presso altra struttura, è stata "appoggiata" al reparto urologia dell'ospedale, dove è rimasta per 9 giorni, essendo poi deceduta. Ci corre obbligo di ringraziare il personale paramedico del reparto, nonchè il dottor Salimei (reparto ortopedia), perchè ci hanno accompagnato durante questo triste periodo con molta accortezza nei confronti dei famigliari e della paziente stessa, che hanno trattato con cura e delicatezza.
Grazie, Silvana Zaratti e famiglia.

Patologia trattata
fratture multiple da caduta.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

RICOVERO AL P.S.

Un solo appunto, nell'ambito di un trattamento del tutto adeguato, a parte l'assenza completa di vitto e addirittura di acqua, certo non colpa del personale addetto : una giovane infermiera mi chiede a un certo punto con aria molto seccata :" Si puo' sapere che cosa ci fa lei di nuovo qua, ma non era uscito ieri???" In effetti ero realmente uscito il giorno prima ed in attesa del posto letto al Policlinico Umberto I, poi avvenuto il giorno stesso, nel reparto dove io lavoro come dirigente medico di I livello. Ero stato costretto ad una nuova corsa al P.S. di Frascati a causa di nuova fase setticemica acuta e molto grave, anche con danno cardiaco tale da consigliare il ricovero addirittura presso una UTIC, come avrei ritenuto anche io se fossi stato al posto del bravissimo collega di turno. E' chiaro che l'uscita e' avvenuta sotto la mia totale responsabilita' ed andata a buon fine. Vorrei solo dire a quella infermiera se ritiene che tutto cio' possa giustificare un altro ricovero. Io penso di si. Cordialissimi saluti e grazie.

Patologia trattata
grave stato febbrile a tipo setticemico con polmonite bilaterale


Altri contenuti interessanti su QSalute