Pronto Soccorso Ospedale Perugia

Pronto Soccorso Ospedale Perugia

 
2.2 (10)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pronto Soccorso dell'Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia, Azienda Ospedaliera situata in Piazzale Giorgio Menghini nella zona di Sant'Andrea delle Fratte e San Sisto, ha come Direttore il Dott. Paolo GROFF. Il reparto è la struttura di riferimento regionale per l'Emergenza-Urgenza ed alta specialità con il compito di accogliere non solo tutte le urgenze ed emergenze cittadine, ma anche quelle inviate dagli altri ospedali. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dottori Mauro Chiovoloni, Federica De Bellis, Maria Stella Dionisi, Zelda Fabbri, Ugo Gariazzo, Fabrizio Lazzarini, Paola Lepri, Iolanda Concettina Levato, Guglielmo Mariotti, Federica Miccadei, Marinella Mincigrucci, Valeria Mommi, Marco Rondini, Barbara Rovella, Nabila Said Al Sharjaby, Massimo Siciliani, Mara Margutti, Maria Rita Taliani, Federico Paoletti, Laura Settimi, Sokol Berisha.

Recensioni dei pazienti

10 recensioni

 
(2)
4 stelle
 
(0)
3 stelle
 
(0)
 
(6)
 
(2)
Voto medio 
 
2.2
 
1.8  (10)
 
1.8  (10)
 
3.2  (10)
 
2.0  (10)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

PESSIMO

Mi "rimandano" a casa una figlia dicendo che c'è il Coronavirus ed è meglio andare a casa! Torni al pronto soccorso dopo due giorni che non riesce a bere e a mangiare da tre giorni (avendo fatto il test della mononucleosi da privati, è risultata positiva) e al triage ti dicono che il posto peggiore è il Pronto Soccorso!! Ma noi che dobbiamo fare?? Ho sentito 2 dottori ed entrambi mi hanno detto di portarla in ospedale che aveva bisogno di essere idratata con flebo, ma qui a Perugia mi dicono che non è il posto giusto!!!

Patologia trattata
Mononucleosi.


Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Vergognoso

Persona anziana con dolori ad addome, stomaco e testa, aritmie cardiache e problemi gastrointestinali, entrata in PS 3 volte in una settimana e 5 in due mesi, costretta su carrozzina da 8 a 12 ore di attesa (assurdo) per esami o visita senza trovare il problema.
Più di due mesi di dolori e sofferenza senza trovargli una soluzione...
Personale per la maggior parte che ho trovato indelicato.
Un PS che dovrebbe essere professionale e più numeroso, altrimenti a che serve?
A niente!

Patologia trattata
Dolori addominali, forti dolori testa, aritmie, problemi gastrointestinali vari.
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

SOCCORSO SENZA PRONTO

Basterebbe una parola: vergognoso. Ma voglio essere generosa. Dopo ore di attesa me ne sono andata a cercare aiuto altrove. Evidentemente il personale è sottodimensionato per le necessità della comunità visto che bisogna essere in fin di vita per essere visitati entro 4 ore...
Capisco che certe cose possono essere gestite dal medico curante. Peccato però che i malanni non si annuncino e se ti capita di stare male in un giorno di festa sei fregato! Invece di sbandierare altisonanti parole (triage...), suggerisco di trovare soluzioni più adeguate per i poveri cittadini, che le tasse per la sanità le pagano anche di domenica (almeno io!).

Patologia trattata
Periartrite acuta con forte dolore e impossibilità di muovere il braccio.


Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Superficialità

Mio padre, con un cancro al quarto stadio, prima di essere considerato degno di accertamenti è dovuto andare al PS tre volte.
Poi circa dieci giorni fa per un virus contratto è stato ricoverato a medicina interna, dove ha preso pure una bella polmonite. Questa notte è venuto a mancare.

Patologia trattata
Adenocarcinoma polmonare IV stadio.
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
5.0

Esperienza molto positiva

Arrivato al mio pronto soccorso di residenza dopo un calvario di esami sbagliati e prognosi non veritiere riscontrate all'ospedale di Olbia Giovanni Paolo II, entro subito in sinergia con tutto lo staff e medici del Pronto soccorso, dove scoprono una fattura del capitello radiale destro. Subito esami e foglio di ricovero.. affidandomi ai medici e infermieri del reparto Ortopedia, tutti gentili e molto professionali (grazie al Dott. Giancarlo Biscarini, grazie al Dott. Costabile Ettore).
Grazie dell'ospitalitá e della pazienza.
Grazie a tutti, aspettando l'operazione, a presto.
Simone Ciccotti

Patologia trattata
Frattura capitello radiale dx.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Disorganizzazione

Dopo 5 ore di attesa, mia moglie se n'è andata senza essere stata visitata, nonostante praticamente avesse un buco in un occhio! Vergognoso!

Patologia trattata
Ferita ad un occhio.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

Mancanza di considerazione totale per un malato

Volevo raccontare la mia purtroppo triste esperienza. Sono venuta al pronto soccorso con forti dolori da coliche renali alle 10.30 del giorno 25 aprile 2017. L'infermiera mi ha chiesto il livello di dolore da uno a 10 - io che sono una persona quarantenne e di solito sopporto il dolore bene, ho risposto che soglia del dolore è 8, quasi insopportabile, il che era la verità. L'infermiera invece si è messa a ridere e mi ha dato il codice bianco con quale avrei dovuto passare in Pronto Soccorso fino alla notte, perché a quasi tutti altri i pazienti che venivano dopo di me si dava il codice verde. Il risultato: mi sono fatta accompagnare al Pronto soccorso di un comune vicino, dove hanno subito capito la situazione e mi hanno dato assistenza immediata. Grazie al Pronto soccorso di Assisi.

Patologia trattata
Coliche renali.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

L'angelo della mia mamma..

Il dott. Condello del 118 è stato un vero angelo per la mia mamma. E' riuscito con enorme coraggio a rianimare la mamma, in ambulanza, che aveva avuto un arresto cardiaco. Con i soli mezzi che possiede una ambulanza è riuscito a riportarla in vita. Gratitudine infinita a questo medico professionale ed estremamente umano.

Patologia trattata
Emorragia ed arresto cardiaco.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Poca competenza e attesa troppo lunga

Mio padre arrivò al Pronto soccorso di Perugia con un ictus in corso, le gambe non lo reggevano, tanto che dovettero metterlo in una carrozzina. Nonostante questo, dopo averlo visitato lo classificarono come codice verde, dicendo che "sicuramente" non aveva un ictus. Dovette aspettare l'arrivo della neurologa per 5 ore sulla carrozzina all'ingresso del Pronto soccorso, quando una persona colpita da ictus dovrebbe essere soccorsa immediatamente. Quando finalmente la neurologa arrivò e lo visitò, fu ricoverato per ictus. Dopo un anno è morto.

Patologia trattata
Ictus.
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

reparto con presenza di medici pessimi

un mio congiunto è stato trattato malissimo, non sono stati rispettati i protocolli. Gli sono stati somministrati farmaci senza averlo scritto nella cartella clinica. Ho vissuto nell'incubo di aver ancora bisogno di certe persone. Se i medici hanno pregiudizi o non sono all'altezza di trattare tutte le patologie, farebbero meglio a trovare una collocazione più consona al loro grado di professionalità. Non auguro a nessuno le esperienze che ho vissuto li.

Patologia trattata
consulenza psichiatrica.


Altri contenuti interessanti su QSalute