Dettagli Recensione

 
Ospedale San Raffaele di Milano
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
2.0

Deficit della crescita?

Nel gennaio 2017 abbiamo intrapreso un percorso tra visite ed esami per il nostro nipotino, che è un bambino SGA. Dopo varie visite e attese sperando nella crescita naturale, a settembre del 2019 l'endocrinologa stabilisce che il bimbo presenta criteri per prescribilita' dell'ormone della crescita. Il 2 ottobre viene effettuato un day hospital per stabilire il dosaggio dell'ormone; in data 9 gennaio 2020, dopo quasi 3 mesi e mezzo, veniamo contattati telefonicamente che al bimbo non verrà fatta alcuna cura. Allora decidiamo di presentarci il giorno dopo per colloquio con un responsabile del reparto, dottoressa Pozzobon Gabriella, dicendo che riteniamo di essere stati trattati con molta sufficienza. La dottoressa ci è parsa quasi infastidita della nostra presenza, ritenendo non necessaria la cura del GH e non tenendo conto di quanto avvallato dall'endocrinologa che aveva seguito il bimbo. Noi abbiamo rimarcato un'eventuale problema psicologico nel prossimo futuro del bimbo e la risposta è stata di "mettergli le scarpe con i tacchi".
Presumo che prima di questo colloquio il personale medico abbia lavorato con coscienza e che dopo abbiano voluto applicare il protocollo della spending review. Mi spiace fare questa recensione, ritengo ancora il San Raffaele un ospedale di eccellenza, ma non in questo caso.

Patologia trattata
Deficit crescita.

Commenti

1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
Per Ordine 
 
Inviato da Pozzobon
12 Gennaio, 2020
Gentilissimi,
Mi spiace molto questa vostra modalità di segnalazione.
Cio' che voi avete scritto rappresenta una versione che non contiene tutti gli elementi corretti.
Mi spiace che siano stati omessi alcuni dettagli fondamentali per una corretta valutazione.
È importante e doveroso segnalare:
- siete stati ricevuti immediatamente, avendo un colloquio voi nonni e neanche i genitori, senza appuntamento e nessun preavviso e nonostante ciò abbiamo immediatamente trovato uno spazio di tempo e fisico per ascoltarvi nonostante altri appuntamenti di pazienti e numerose attività di reparto.
- come ho ampiamente spiegato , nel caso specifico di vostro nipote ,al momento, non sono presenti i requisiti e criteri clinici per un trattamento con ormone della crescita, che ricordo essere una terapia ormonale la cui somministrazione prevede criteri concordati e valutati in anni di studi internazionali .
- la spending review non riguarda la valutazione medica
- la problematica psicologica è molto importante ma non deve indurre a trattamenti potenzialmente pericolosi se non presenti criteri clinci e deficit severi di ormone.
Per stemperare e sdrammatizzare spesso si ricorrere ad immagini allegoriche
- ho più volte ribadito la vostra completa libertà nel sentire altri pareri.
- sono stati comunque suggeriti e fissati controlli per valutare se effettuare ulteriori accertamenti.

Fortunatamente la bassa statura nel caso del vostro nipotino non è così severa, nè causata da una malattia e probabilmente deriva da un quadro familiare. Diverso è il vissuto psicologico, ma ciò riguarda un altro aspetto.
Ribadisco che, nonostante le numerose attività e casi urgenti e assenza di appuntamento o controllo concordato, vi abbiamo ricevuto.
Ogni tanto bisognerebbe riconoscere anche questi aspetti, senza pensare a comportamenti scostanti o scortesi da parte dei medici e valutare anche le proprie modalità di condotta e di comportamento.

Rimanendo a disposizione, porgo cordiali saluti.
Dottoressa Gabriella Pozzobon
1 risultati - visualizzati 1 - 1  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute