Casa di Cura Lay Cagliari

 
1.7 (9)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Sant'Ignazio da Laconi 34, Cagliari
Telefono
070 604261
La Casa di Cura Lay si trova nelle immediate vicinanze del centro cittadino di Cagliari e, grazie alla sua ubicazione, è facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici. La Struttura si articola su sei piani e si divide in 3 aree dipartimentali: Area Medica (Unità Operativa di Riabilitazione Specialistica, Unità Operativa di Lungodegenza assistenziale e cura del malato oncologico, Unità Operativa di Medicina Generale con sezione di Reumatologia, Gastroenterologia e Centro per la cura delle piaghe difficili, Unità Operativa di Oculistica, Unità Operativa di Neuropsichiatria); Area Chirurgica (Unità Operative di Ortopedia e Chirurgia dello Sport, Unità Operativa di Chirurgia Generale, Unità operativa di Urologia); Area dei servizi (Radiologia e Diagnostica per immagini, Laboratorio di Analisi chimico-cliniche, Dialisi, Servizio di Anestesia, Servizio di Cardiologia, Ambulatori Specialistici, Servizio di Fisiatria, Fisioterapia e Rieducazione funzionale).


Recensioni dei pazienti

9 recensioni

5 stelle
 
(0)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(3)
 
(5)
Voto medio 
 
1.7
 
1.8  (9)
 
1.2  (9)
 
2.2  (9)
 
1.5  (9)
Recensioni più utili
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
04 Mag, 2016
Sandy
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
4.0

LUNGODEGENZA

Nel 2014 sono stata ricoverata in reparto per grave malnutrizione. Posso garantire che per esperienza mia ho trovato molto positiva la mia ripresa, con me sono sempre stati gentili e pazienti. Sempre presenti quando ne ho avuto il bisogno. E' anche grazie a loro che sono riuscita ad uscire dall'anoressia. Quindi esperienza positiva in tutto!

Patologia trattata
Anoressia.
Trovi utile questa opinione? 



29 Febbraio, 2016
Fabrizio Atzeni
Voto medio 
 
1.8
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Ricovero reparto psichiatria - disturbi mentali

Qualche anno fa sono stato forzato dalla dottoressa della USL di Tortolì al ricovero alla Clinica Lay di Cagliari, che non
conoscevo ma a quanto pare si occupa di molte patologie. All'inizio ho dovuto fare una visita dal personale medico
addetto per prendere delle decisioni sulla cura e fare una indagine relativa alla patologia: indagine a mio avviso veloce e poco sufficiente per prendere le successive decisioni sulla terapia. Mi e' stata inizialmente assegnata una camera da solo
e venivano regolarmene serviti i pasti in anticipo insieme alla distribuzione dei farmaci. Avevo spesso visite, ma non
potevo uscire dal reparto. La notte non riuscivo a dormire e sul tardi andavo o chiamavo il reparto infermieristico per
il soccorso notturno, e regolarmente veniva un'infermiera che mi faceva un'iniezione di Valium, dopodiche' con
fatica prendevo sonno. E'andata cosi' per circa due settimane e piu' e durante questo tempo si sono presentati
solo una volta i dottori per la visita di circostanza, che devo dire e' stata breve e scarsa di approfondimenti per
quanto mi riguarda. Sono stato chiuso in una camera tutti quei giorni per che cosa? Non mi facciano credere
ci sia una motivazione valida.
Tornato a casa dopo una brutta esperienza, la notte improvvisamente mi sono alzato dal letto con un certo nervosismo e agitazione sempre piu' aggressiva e insopportabile, allora ho capito tutto: in clinica mi erano stati tolti gli antidepressivi che prendevo regolarmente al posto di un farmaco, il Serenase, che non conoscevo e che ha solo peggiorato le cose. La notte che mi son sentito male, ho cercato dappertutto, nei cassetti, svegliando con spavento i genitori e sono riuscito a trovare il Wellbutrin, che tenevo da tanto ma che poteva benissimo non esserci perche' l'avevo sospeso e cosi' mi ha calmato e il giorno dopo sono andato al CIM per sapere cosa fare e quello che mi era capitato.

Patologia trattata
Depressione, ansia e disturbo bipolare (non riconosciuto).
Trovi utile questa opinione? 
05 Dicembre, 2014
llll
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Ortopedia - menisco

Dopo essermi fatto visitare dal prof. Salvi (ortopedico) circa 3 anni fa per una frattura del menisco nella clinica Lay, alla domanda diretta rivolta al luminare Salvi, se mi avesse operato lui, la risposta fu positiva.
Premesso che l'intervento lui mi disse consistere nella regolarizzazione del menisco, io accettai.
Il giorno dell'intervento non si presentò, anzi, solo dopo 2 giorni sono venuto a sapere chi mi aveva operato.
Morale: dovevo andar via con le mie gambe, dopo l'intervento, e invece mi hanno danneggiato il femore con delle fratture, non autorizzate da me, a loro dire, per riparare la cartilagine del ginocchio già compromessa, e anzichè riparare la cartilagine mi hanno portato diritto alla protesi del ginocchio.
Sono seguiti 3 anni di inferno in cui non sono più riuscito a camminare..
Adesso il caso ha voluto che durante l'intervento di protesi mi sia preso un'infezione con la quale sto ancora combattendo.
Fra l'altro mi hanno impiantato una monocompartimentale, dicendomi che la cartilagine è perfetta, la causa di tutto sarebbe una di quelle fratture, non guarita da me mai autorizzata.
Consiglio a chi si dovesse operare nella clinica Lai, di puntualizzare da subito che l'intervento si deve limitare a quello previsto.
Una cosa è certa: io nella clinica Lay non ci andrò più.

Patologia trattata
Intervento al menisco.
Trovi utile questa opinione? 



18 Novembre, 2014
sara
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Riabilitazione post frattura del femore

Confermo le recensioni degli altri utenti riguardo la lungodegenza di anziani: infermiere scortesi, cibo di scarsissima qualità, paziente sempre allettato, comunicazione medico-parenti inesistente,.
Una volta abbiamo persino trovato nonno "pisciato" e mezzo nudo che urlava e nessuna infermiera che lo accudisse.
Pessimi.

Patologia trattata
Riabilitazione post frattura del femore (operato).
Punti deboli
Infermiere scortesi. Quella che distribuiva il cibo una volta addirittura non sapeva se sarebbero bastati i secondi piatti.
Trovi utile questa opinione? 
04 Settembre, 2014
m rita
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Lungodegenza

Infermiere, e preciso infermierE, SCORTESI.
MEDICI POCO DISPONIBILI.
REPARTO SPORCO.
INFERMERIA A DEBITA DISTANZA DA MOLTE STANZE.
PAZIENTE PRATICAMENTE SEMPRE A LETTO, CON PIPì ADDOSSO E UNGHIE SPORCHE DI FECI.. INOLTRE DOVEVAMO PRESENZIARE A TUTTE LE ORE PER EVITARE CHE MIO PADRE RIMANESSE SENZA MANGIARE.

Patologia trattata
DEMENZA, ICTUS DIABETE, ETCETERA.
Trovi utile questa opinione? 
18 Giugno, 2014
Mirella
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Lungodegenza

Vergognoso. Assistenza ai pazienti inesistente. Mia madre paralizzata a letto la lasciavo solo per poche ore da sola e al ritorno: panno sporco, braccio gonfio per flebo messa male, lenzuola sporche di sangue e altro.. Campanello di richiamo messo lontano dal letto, di certo non da me...

Patologia trattata
Terapia antibiotica e altro.
Punti di forza
Il personale medico è preparato e gentilissimo.
Punti deboli
Infermieri e assistenti frettolosi, scortesi sia con i pazienti che con i parenti.
Trovi utile questa opinione? 
23 Marzo, 2014
Ofelia Messina
Voto medio 
 
1.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
1.0

Scandaloso

Uno scandalo. Si dovrebbe intervenire non finanziare strutture così inadeguate.
OSS inqualificabili;
Terapie salva vite non somministrate per incuria.

Patologia trattata
Non conosciuta.
Trovi utile questa opinione? 
05 Marzo, 2014
Laura
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Oculistica

Visita oculistica a un bambino prenotata tramite CUP. Il Dottore, quasi "scocciato" per il fatto di avere a che fare con un bambino, non ha in alcun modo provato a metterlo a suo agio ma lo ha visitato frettolosamente e liquidato come poco collaborativo.. Empatia col paziente pari a 0. Visita da ripetere... sicuramente altrove... Il CUP dovrebbe sicuramente indirizzare i pazienti più piccoli verso strutture più adatte ad "ospitarli"..

Patologia trattata
visita oculistica di controllo.
Trovi utile questa opinione? 
31 Dicembre, 2013
maria rita
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Lungodegenza

LA NOSTRA ESPERIENZA IN LUNGODEGENZA è STATA PESSIMA. ASSISTENZA PRATICAMENTE ASSENTE, PORTI IL PAZIENTE PER CURARLO... E TE LO RENDONO ALLETTATO CON IL CATETERE. SIAMO MOLTO DELUSI. BISOGNA FILMARE TUTTO.

Patologia trattata
Malattia degenerativa.
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute