Rianimazione Ospedale Cattinara Trieste

 
3.5 (2)
Scrivi Recensione
Il reparto di Anestesia, Rianimazione e Terapia Antalgica ARTA dell'Ospedale Cattinara di Trieste, struttura per acuti situata in Strada di Fiume 447, ha come Direttore il Prof. Giorgio Berlot. Questa struttura di terapia intensiva è la più grande della regione ed è dotata di importanti attrezzature e sistemi di controllo delle funzioni vitali in grado di permettere il trattamento di numerose tipologie di pazienti sofferenti di insufficienza cardiocircolatoria e respiratoria, trauma, infezioni gravi e stati di setticemia; intossicazioni acute gravi; circa il 50% dei pazienti ricoverati provengono dal complesso operatorio. Il reparto si occupa principalmente della valutazione clinica preoperatoria, del trattamento del dolore acuto postoperatorio, di terapia del dolore cronico, del trattamento dei pazienti affetti da patologia tumorale, di ossigeno terapia iperbarica e del trattamento della sepsi. E' attivo inoltre un servizio di Medicina Subacquea ed Iperbarica per il trattamento degli incidenti subacquei e di particolari patologie come le lesioni ulcerative nei pazienti diabetici, le sindromi da schiacciamento, le intossicazione acute da monossido di carbonio, l'osteomielite. La struttura è l'unica presente in regione. Fanno parte dell'equipe medica: Dott.ssa Paola Amato, Dott.ssa Katiuscia Battaglia, Dott.ssa Francesca Bernabè, Dott.ssa Cristina Calderan, Dott. Fabrizio Chiella, Dott. Matteo Ciccolini, Dott.ssa Lucia Comuzzi, Dott.ssa Fabrizia Cvietissa, Dott.ssa Giada Degrassi, Dott.ssa Loredana De Simoni, Dott.ssa Rossana Dezzoni, Dott.ssa Gloria Dus, Dott. Massimo Ferluga, Dott. Luca Fontanesi, Dott.ssa Giuliana Garufi, Dott.ssa Sabina Gerebizza, Dott. Paolo Grassi, Dott. Luciano Iadanza, Dott.ssa Tatiana Istrati, Dott.ssa Cristina La Fata, Dott. Enrico Lena, Dott.ssa Giulia Marcer, Dott. Emanuele Marras, Dott.ssa Davorka Medica, Dott. Enrico Michelone, Dott.ssa Moira Mijlevoj, Dott. Diego Morri, Dott.ssa Fulvia Piller, Dott. Marco Piva, Dott.ssa Anna Randino, Dott.ssa Sara Rocconi, Dott. Erik Roman Pognuz, Dott. Matteo Segat, Dott.ssa Alessia Sirotich, Dott.ssa Ariella Tomasini, Dott.ssa Marzia Umari, Dott.ssa Antonella Vergolini, Dott. Marino Viviani, Dott.ssa Ester Zearo.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
3.0  (2)
Assistenza 
 
3.0  (2)
Pulizia 
 
5.0  (2)
Servizi 
 
3.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Rianimazione ospedale cattinara Trieste

Premetto che io non sono stata la destinataria delle cure del reparto di rianimazione, il destinatario è stata mia madre che è venuta a mancare per un'emorragia cerebrale devastante.
Nulla è stato possibile, però l'assistenza e l'aiuto forniti sono stati indimenticabili.
In un momento di assoluto dolore, i medici mi hanno tenuto costantemente aggiornata sulla situazione, sugli interventi e procedure eseguite, curando l'aspetto umano.
Mi è stata proposta anche un'assistenza psicologica e sono stata trattata con affetto.
Purtroppo per la mia mamma non è stato possibile fare nulla, ma niente è stato lasciato intentato e tutta l'equipe è stata affettuosa con noi familiari.

Patologia trattata
emorragia cerebrale.


Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

commento

Mi hanno ricoverato a settembre 2005, a 33 anni (ora 37), per violenti dolori addominali - COSI VIOLENTI DA
SVENIRE- comparsi in seguito ad uno sforzo fisico. Dolori all'intestino, stomaco, trachea e difficoltà respiratorie, perdita della voce. Fino a quel giorno non avevo mai avuto nulla, mai preso neppure un'aspirina. Praticavo per hobby ciclismo e corsa da 10 anni. Mi hanno dimesso nonostante la persistenza dei dolori con: prima con una terapia di antidepressivi e, dopo 6 mesi, vista l'inefficacia degli stessi, hanno iniziato a somministrarmi “MORFINA” per i dolori senza ci fosse una diagnosi precisa: “Forse Morbo Chron, forse patologia autoimmune, forse depressione”. I dolori erano tremendi, ho perso il conto delle volte che ho pregato di morire (dolori da colica intestinale - sono come dolori di parto -, difficoltà respiratorie, tachicardia - battito cardiaco triplicato). Mi hanno lasciato a casa 4 anni somministrandomi “Morfina”, vista la gravità dei dolori, e 8 tipi di antidepressivi (anche se 4 perizie psichiatriche su 5 fossero negative) ma nonostante questi ultimi non avessero dato il benché minimo risultato, nessun dottore si è messo in discussione. Hanno RIPETUTO sempre gli stessi esami: 4 TAC, 4 RMN, 4 Colonscopie, 4 Gastroscopie, vari esami sangue e urine. Sono andati a tentativi
somministrandomi decine di farmaci, Immuno-soppressori, cortisonici, antidepressivi, etc.. Se dovessi riportare le umiliazioni subite scriverei un libro. 120 mila euro spesi di tasca mia nonostante pago i contributi da 20 anni, mi hanno rovinato la vita. Ad un passo dalla morte sono partito per la Thailandia a mie spese, disperato, perché volevo vivere, oramai abbandonato dagli ospedali a me stesso con una sola terapia di morfina che sedava a malapena i dolori (la Morfina NON risolve il problema: lo nasconde !!) , per tentare una terapia di cellule staminali nel caso ci fosse qualche malattia sconosciuta. Arrivato... ho solamente descritto i sintomi, mi hanno fatto un semplice esame delle urine per la ricerca di “intossicazione da Metalli”: hanno trovato una intossicazione da piombo -SATURNISMO- che mi stava portando alla morte: una lunga, lenta agonia verso la morte!!
4 anni con dolori atroci, svenimenti, collassi, notti insonne senza dormire! Quattro anni tra la vita e la morte: una famiglia distrutta dal dolore; una madre che ha visto il figlio al letto agonizzate; una madre che ha sentito il proprio figlio invocare la morte! Ora quei sedicenti dottori sono sempre là, detentori della conoscenza.
Questa è solo una minuscola sintesi di 4 lunghi, atroci anni che solo le pagine di un libro riuscirebbero a raccontare

Patologia trattata
NON DIAGNOSTICATA


Altri contenuti interessanti su QSalute