Malattie Infettive Policlinico Modena

 
3.5 (1)
3413  
Scrivi Recensione
Il reparto Malattie Infettive dell'Ospedale Policlinico di Modena, situato in via del Pozzo 71, ha come Direttore il Prof. Roberto Esposito. Il reparto è l'unico presidio multizonale specialistico infettivologico della provincia di Modena ed in esso l'attività primaria è quella di diagnosticare e curare le varie forme di patologie infettive e tropicali. Il reparto esegue le proprie prestazioni in regime di ricovero (27 letti per la degenza ordinaria), di Day Hospital ed ambulatoriale, tramite l'ambulatorio per la terapia dell'infezione da HIV, l'ambulatorio di test e counseling, l'ambulatorio per la diagnosi e la terapia delle epatiti virali acute e croniche, l'ambulatorio per la diagnosi e la terapia delle malattie infettive, nonchè tramite una Clinica metabolica, struttura multispecialistica unica in Italia rivolta a pazienti con infezione da HIV e lipodistrofia. Il day hospital, dotato di nove posti letto e di un ambulatorio, svolge la maggior parte dell’attività assistenziale a pazienti con infezione sintomatica da HIV in terapia antiretrovirale o che ricevono un trattamento per patologie opportunistiche. Fanno parte dell'equipe medica i dottori Esposito e Guaraldi.


Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
4.0  (1)
Assistenza 
 
4.0  (1)
Pulizia 
 
3.0  (1)
Servizi 
 
3.0  (1)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
21 Settembre, 2011
Davide
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
3.0

malattie infettive dott. Esposito

E' un buon reparto per efficienza e professionalità.
Però mi chiedo perchè la sperimentazione del vaccino TAT presso il policlinico di modena seguito dal professor Roberto Esposito ed il professor C. Mussini sia stato eseguito su pazienti sani dai 18 ai 55 anni, anzichè vedere se aveva effetto su un paziente affetto ed in cura con farmaci antiretovirali... io questo lo trovo assurdo ed anche un pò egoista. se un paziente affetto da hiv volesse provare il vaccino TAT cosa deve fare e come deve fare? grazie

Patologia trattata
infezione da hiv (purtroppo).
Trovi utile questa opinione? 




Altri contenuti interessanti su QSalute