Osservazione Breve Intensiva Policlinico Modena

Osservazione Breve Intensiva Policlinico Modena

 
3.5 (1)
2802  
Scrivi Recensione
Il reparto di Osservazione Breve Intensiva OBI dell'Ospedale Policlinico di Modena, situato in via del Pozzo 71, ha come Responsabile il Dott. Antonio Luciani. Il reparto, afferente a quello di Pronto Soccorso, si occupa di pazienti affetti da patologie emergenti e potenzialmente gravi, in condizioni di stabilità clinica e pazienti con patologie emergenti in grado di compromettere le funzioni vitali. Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Dr.ssa Federica Agrusta, Dr.ssa Rachele Amedei, Dr.ssa Maura Bucciarelli, Dr.ssa Veronica Casolari, Dr. Emilio Chiurlia, Dr. Paolo D'Incà, Dr.ssa Simona Falcone, Dr. Gianluca Ganzerla, Dr. Marco Gaspari Pellei, Dr. Michele Lettini, Dr. Luca Antonfranco Mereu, Dr.ssa Sandra Morselli, Dr. Giovanni Moscara, Dr. Gian Battista Paltrinieri, Dr. Giuseppe Pezzuto, Dr. Francesco Renzo, Dr. Massimo Tonelli, Dr. Vassilios Vassiliades, Dr.ssa Valeria Vezzani, Dr. Giovanni Vinci, Dr. Luca Zaccherini.


Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
3.0  (1)
Assistenza 
 
3.0  (1)
Pulizia 
 
5.0  (1)
Servizi 
 
3.0  (1)
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
30 Aprile, 2015
Alessandro Fidato
Voto medio 
 
3.5
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
3.0

Nessuno si assume la responsabilità di dimettermi

Sono ricoverato da 5 giorni e, nonostante si siano resi conto che il mio problema si risolve con compresse idonee, nessuno si assume la responsabilità di dimettermi, cercano tutti un secondo parere che mette in imbarazzo tutta l'equipe del reparto (OBI) e quello di (cardiologia), perchè non sanno la causa di questa patologia.

La goccia che fa traboccare il vaso sono le parole di un medico che mi ha detto "io non me la sento di farla andare a casa, domani vediamo se il mio collega se la sente" . In pratica sarebbe come dirmi: io non mi assumo la responsabilità di farla uscire perché se quando esce si sente male io ne sono responsabile, domani che viene il mio collega vediamo lui se si vuole assumere questa responsabilità.

Esami effettuati :
-Sangue
-Urine
-Tiroide
-L’elettrocardiogramma
-l'ecocardiogramma
-holter 48 ore
-Radiografia al torace.

Patologia trattata
Età 27 anni, altezza 1,71, peso 87 kg.
(bpm 135-150)
Pressione 160-90
Dilatazione ventricolo sinistro.

Il paziente non fuma, non beve caffè, non fa uso di stupefacenti.
Il paziente non sente la differenza quando il cuore batte forte.
Il paziente non accusa dolori di nessun tipo. Nessun problema di respirazione.
Niente nausea / vomito/ febbre / giuramenti di testa.
Trovi utile questa opinione? 




Altri contenuti interessanti su QSalute