Villa Garda

 
3.9 (14)
Scrivi Recensione
Indirizzo
Via Monte Baldo 89, Garda (VR)
Telefono
045 6208611
La Casa di Cura privata Villa Garda è situata in Via Monte Baldo 89 a Garda in provincia di Verona. La Casa di Cura, nata negli anni '20, nel piano sanitario regionale ha ruolo nell'ambito riabilitativo. Villa Garda eroga servizi di diagnosi e cura in regime di degenza ospedaliera, oltre che prestazioni diagnostiche e terapeutiche ambulatoriali. E' costituita da un raggruppamento ospedaliero ad indirizzo riabilitativo ed è organizzata in tre unità funzionali per un totale di 109 posti letto autorizzati di cui 90 preaccreditati: Riabilitazione cardiovascolare (responsabile dott. Pier Luigi Baroni), Riabilitazione nutrizionale (responsabile dott. Riccardo Dalle Grave), Riabilitazione per il rischio assoluto vascolare elevato. La struttura è dotata inoltre di un laboratorio di analisi e dei servizi di radiologia, ecocardiografia, ecografia, doppler, fisiatria e psicologia e garantisce il massimo della sicurezza nel trattamento in regime di degenza e ambulatoriale.


Recensioni dei pazienti

14 recensioni

 
(9)
 
(1)
3 stelle
 
(0)
 
(3)
 
(1)
Voto medio 
 
3.9
 
3.9  (14)
 
3.7  (14)
 
4.1  (14)
 
3.8  (14)
Recensioni più utili
Voti (il più alto è il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
30 Settembre, 2017
Paola Zuccotto
Voto medio 
 
1.5
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

ESPERIENZA CHE NON VORREMMO MAI AVER FATTO

Ci era stata presentata come struttura all'avanguardia per il trattamento dell'anoressia di nostra figlia. Dopo 32/34 giorni di ricovero (la località è bella, la struttura meno) riceviamo una telefonata che ci dice che dimettono la ragazza immediatamente, in quanto "metteva a rischio" tutto il reparto perchè continuava nel comportamento tipico di chi è affetto da questa malattia che loro dovevano curare. Qualcuno ha mai sentito che un malato di anoressia possa riprendere delle abitudini normali in un mese??? E ci chiedevamo come fosse possibile che gli altri pazienti già dopo un mese avessero ripreso un normale comportamento, mentre nostra figlia no.
Comunque siamo andati a prendere nostra figlia subito (non eravamo proprio dietro l'angolo) ed eravamo disperati perchè lo stadio raggiunto da nostra figlia non poteva essere gestito da noi. Eravamo terrorizzati dall'idea che nostra figlia stesse per morire, ma non abbiamo ricevuto nessun tipo di conforto da questi medici, neanche quello che ci si può aspettare comunemente da un altro essere umano. Non credo siano necessari commenti! I genitori che si trovano nelle nostre condizioni possono capire di che terrore folle parlo: avevamo solo perso tempo prezioso durante il quale nostra figlia avrebbe potuto essere curata, forse non ce ne rimaneva abbastanza per riuscirci. Siamo stati fortunati, grazie ad una comunità in provincia di Torino, è stata dura, tanto, ma Loro hanno davvero aiutato nostra figlia (e quindi noi) senza fronzoli. Non sono solita lasciare opinioni, ma in questo caso è importante: sono una mamma e quando vado in giro vedo subito le ragazze che hanno questo problema, mi viene in mente mia figlia, cosa ha passato, cosa abbiamo passato tutti in famiglia.

Patologia trattata
Anoressia.
Trovi utile questa opinione? 



22 Agosto, 2017
Cesare
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
2.0
Servizi 
 
2.0

Struttura ferma agli anni '80

Pessima esperienza personale, struttura datata con camere molto piccole. Poca l'attenzione al cliente.

Patologia trattata
Riabilitazione cardiochirurgica.
Trovi utile questa opinione? 
11 Mag, 2017
enzo benvenuti
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti allo staff di Villa Garda

Grande competenza dei medici del reparto di Cardiologia, assistenza infermieristica ottima, pulizia giornaliera delle camere, vitto adeguato alle patologie.

Patologia trattata
Scompenso cardiaco.
Trovi utile questa opinione? 



27 Ottobre, 2016
francesco layet
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Sono rinato

Ringrazio tutto il personale per l'assistenza professionale e umana profusa. Sono rinato.

Patologia trattata
Obesità.
Trovi utile questa opinione? 
23 Settembre, 2016
valentina
Voto medio 
 
1.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Pessima esperienza

Ho trovato solo regole, umiliazioni e frustrazioni. E' stato terribile anche il rapporto con le altre pazienti che facevano di tutto per farmi pesare il fatto di essere giovani e belle. Io 37 anni e bulimica, loro quasi tutte giovanissime anoressiche alle quali anche il personale, troppo duro e rigido, dedicava maggiori attenzioni (la bulimia e il beinge eating sono di serie B?).
Quello che conta è che a distanza di 3 anni sto sempre peggio.

Patologia trattata
Bulimia nervosa.
Trovi utile questa opinione? 
18 Settembre, 2016
Daniela
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Disinteresse totale

Visita fisiatrica del tutto burocratica. Avevo gia' tutte le terapie prescritte dall'ortopedico, quindi non necessitavo di visita al ginocchio. Peccato capire giorni dopo dell'assoluta inefficienza del fisiatra nello spiegarmi come funzionava il meccanismo.
Informazioni a gocce, quasi estorte, del tutto inesatte. Sono dovuta recarmi direttamente in palestra solo per capire il funzionamento del percorso.
Non potendo usufruire del SSN per questioni di tempistica, ho tentato per via privata. Peggio. Disinteresse totale. Ho spiegato chiaramente il mio problema e sarebbe bastato dirmi: "signora, non possiamo aiutarla". Ho solo perso tempo.

Patologia trattata
Visita fisiatrica e fisioterapia (gonalgia bilaterale).
Trovi utile questa opinione? 
28 Agosto, 2016
SONIA
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

RINGRAZIAMENTO

OGGI E' RIENTRATA A CASA MIA SUOCERA DOPO 3 SETTIMANE DI RIABILITAZIONE CARDIOLOGCA (DOPO SOSTITUZIONE VALVOLA AORTICA). RINGRAZIO TUTTI PER LE CURE E L'UMANITA'.

Patologia trattata
TRATTAMENTO RIABILITATIVO CARDIOLOGICO POST INTERVENTO SOSTITUZIONE VALVOLA.
Trovi utile questa opinione? 
09 Aprile, 2015
filomena gagliano
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ECCEZIONALE

21 giorni di ritrovata serenità fra persone competenti, disponibili e costantemente presenti. In casa tutti danno per scontato che tu ci sia in quanto "mamma", ma nessuno si preoccupa o si accorge che anche la mamma ha bisogno di attenzioni, di tranquillità e anche di qualche coccola... Ecco: sono stata coccolata. A Villa Garda ho trovato tutto a misura di chi, come me, aveva bisogno di evadere dalla solita routine che nel tempo abbruttisce e fa stare male. Per evadere si potrebbe fare un bel viaggio in un posto esotico... Bello, ma di questa soluzione rimane soltanto un bel ricordo. Invece della mia "evasione" a Villa Garda ho percepito che qualcosa è rimasto nella mia persona e nella mia mente che durerà nel tempo.
Cambiare stile di vita si può, basta volerlo.

Grazie di cuore a tutti,
Filomena Gagliano

Patologia trattata
Obesità.
Punti di forza
Tutto il personale.
Trovi utile questa opinione? 
21 Dicembre, 2014
trevisan a.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Dopo essere stato ospite da voi per la riabilitazione post operatoria 5 anni fa, vorrei nuovamente ringraziarvi e per l'alta competenza e porgervi i miei più cari e sinceri auguri per delle buone feste natalizie 2014.
A.trevisan

Patologia trattata
Esiti da Bypass coronarico.
Trovi utile questa opinione? 
12 Dicembre, 2013
Nadia
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

RINGRAZIAMENTI PER UNA "NUOVA VITA" E AUGURI

Mi sono trovata molto bene durante il mio ricovero, avvenuto nell'agosto del 2013. Programma molto chiaro, personale molto attento, gentile e disponibile. Medici presenti e molto competenti. Ho appreso le tecniche per il dimagrimento e il successivo mantenimento. Nel gruppo di cui facevo parte (gruppo eterogeneo ma eccezionale) ho fatto amicizia con due splendide persone. Con le stesse ho condiviso ogni momento del soggiorno affrontando insieme le varie problematiche. Nel post ricovero la loro presenza e vicinanza mi mantiene carica e determinata. Fondamentali.

Patologia trattata
Obesità.
Punti di forza
Assistenza continua del personale medico e infermieristico, struttura molto funzionale con arredi perfetti, pasti controllati ma molto gradevoli con menù vari e ricercati. Possibilità di conoscere altre persone.
Punti deboli
I tempi tra un'attività e l'altra. In estate ci si arrangia con passeggiate ecc. ma in inverno sarà un problema.
Trovi utile questa opinione? 
28 Novembre, 2013
Francesca
Voto medio 
 
4.5
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Riabilitazione nutrizionale e ritorno alla vita

Sono stata ricoverata a Villa Garda da marzo a luglio 2009, in regime di day hospital, per anoressia nervosa che mi aveva portata a pesare poco più di 40 kg. Che dire... l'esperienza a Villa Garda mi ha restituito la vita; ho trascorso cinque mesi meravigliosi, sebbene molto duri in alcuni momenti, ma è un'esperienza che, a chi soffre di disturbi alimentari, consiglierei senz'altro. L'equipe medica è molto competente e preparata e l'alimentazione assistita uno strumento utilissimo che le dietiste sanno gestire in modo professionale. A Villa Garda ho ritrovato me stessa, ho ritrovato la voglia di vivere e la gioia di mangiare. Al mio ingresso pesavo, come ho detto, 40 kg.; al termine del percorso sono stata dimessa con 58 kg. di pura felicità: finalmente mi guardavo allo specchio ed ero felice! Una volta tornata a casa ho ripreso la mia vita, il mio lavoro, ho ricominciato a fare sport con una rinnovata energia, mi era tornato il ciclo mestruale (dopo un periodo di amenorrea di due anni) e ho anche trovato il fidanzato. Oggi sono una persona serena, entusiasta della vita e di questo cambiamento non posso che ringraziare i mesi trascorsi a Villa Garda. Grazie di cuore ai medici, dietisti, psicologi e infermieri che hanno contribuito a questa rinascita. Porterò sempre nel mio cuore l'esperienza di Villa Garda.
Francesca.

Patologia trattata
Anoressia nervosa.
Punti di forza
Alimentazione assistita.
Punti deboli
Personalmente non ne ho trovati.
Trovi utile questa opinione? 
20 Novembre, 2013
Dabiela Greca
Voto medio 
 
3.8
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

TRATTAMENTO DEL DCA

Nel corso della mia storia di "anoressica e bulimica" ho affrontato vari ricoveri volti all'aumento graduale di peso e ad un ritrovato equilibrio psico-fisico.

Due esempi sono il ricovero in day hospital alle Molinette di Torino e al Sant'Orsola Malpighi di Bologna.
Alle Molinette, principale ospedale di Torino il cui nome in pochi ignoreranno, c'è un centro di eccellenza per lo studio, la diagnosi e "la cura" dei "disturbi del comportamento alimentare".

Ora che ho avuto una ricaduta nell'anoressia-bulimia e che peso poco più di 35 kg. mi sono rivolta a loro.

Dal 3 marzo 2003 a luglio 2003 ho tentato la strada di Villa Garda. Avevo 25 anni e soffrivo di anoressia di tipo restrittivo (restricter), alternata da lunghissime fasi di bulimia con comportamenti di compenso. Una malattia che mi ha quasi uccisa e che continua a volerlo fare.
Sono uscita da Villa Garda "sbattendo la porta".
Ero aumentata di peso. Pesavo 48 kg. Incidevo maggiormente sul principio di gravità terrestre, non c'è che dire. Ma il mio animo? Continuava a soffrire terribilmente.
Allora la mia magrezza patologica era il mio "punto di forza", anche se era in ballo la mia esistenza. La mia magrezza eccessiva era un qualcosa che mi caratterizzava e mi distingueva dalla massa. Dietro a ciò c'è molto, molto di più. E la letteratura a proposito è colma di studi, testimonianze, prove.
Raggiunto il "peso in salute" avevo sì riconquistato forza e vigore, ma la mia anima era a brandelli così nel 1994 come nel 2001, così nel 1995, come adesso che sto scrivendo.
A Villa Garda c'era e c'è l'ALIMENTAZIONE ASSISTITA, ovvero i pasti consumati sotto il controllo delle dietiste e cronometrati.
Ricordo che "i regimi" erano siglati con delle lettere o dei numeri dall' 1 al 6.
Ad esempio, la DIETA 1 non prevedeva il primo piatto a cena, mentre la dieta NUMERO 5 prevedeva dessert sia a pranzo che a cena.
Ogni paziente seguiva il regime nutrizionale proposto dalla propria dietista (la mia era Laura, In tutto erano 3).
Una volta la settimana c'era l'incontro paziente- équipe medica (ad eccezione dello psicologo). Dopo essere stati pesati era lì che veniva deciso l'incremento o il decremento della quantità del cibo al pasto. Personalmente non ho mai superato il LIVELLO 5, che a colazione prevedeva l'assunzione di un succo di frutta, un panino con burro e marmellata, una tazza di latte intero e 6 biscotti.

ASSUNZIONE COLAZIONE: h. 8:30
ELEMENTI COSTITUTIVI COLAZIONE:
1 bocconcino di pane con burro e marmellata, una tazza di latte intero con 6 biscotti.

ASSUNZIONE PRANZO: h. 11:45 (con la colazione ancora sullo stomaco).
ELEMENTI COSTITUTIVI DEL PRANZO:
Primo piatto, secondo piatto, contorno, frutta dessert acqua.

ASSUNZIONE MERENDA: h. 15:45
ELEMENTI COSTITUTIVI MERENDA:
due yogurt interi con Kinder cereali, un succo più pizzetta, gelato e bibita gassata d'estate.

ASSUNZIONE CENA: h. 18:45
ELEMENTI COSTITUTIVI CENA:
Primo piatto, secondo piatto, contorno, frutta, dessert, acqua.

Non si trattava di cibi sconditi e insipidi tipici di un ospedale (alle Molinette, in DCA, mi è sempre stata proposta ed è proposta quella tipologia di cibi. D'altro canto il cibo che viene dato alle anoressiche non è né più né meno di quello che si da in geriatria o in medicina generale. Com'è giusto che sia.
Oh, siamo in ospedale, mica al Grand Hotel!)

A Villa Garda si offrono cibi senz'altro succulenti (tipo spaghetti ai frutti di mare, merluzzo vicentina + polenta d'inverno, insalata di riso d'estate, crostate, budini et etc.)
L'équipe avrà pensato a questa strategia per stimolare l'appetito delle degenti, per aumentare velocemente il loro peso quasi mangiando all'ingrasso senza uso di flebo/sondino naso-gastrico, per aiutarle ad affrontare i "cibi fobici". Credo che funzioni così anche al ricovero a Todi (Umbria).

Il trattamento della sofferenza psicologica prevede sedute individuali e percorsi di gruppo volti ad analizzare certi tipi di comportamenti e atteggiamenti di fronte alla vita nella sua quotidianità, come il perfezionismo, la bassa autostima nucleare, l'intolleranza alle emozioni etc.

Provo a mettermi nei panni dei medici/psicologi/psicoterapeuti/psichiatri che hanno studiato e studiano i disturbi del comportamento alimentare comportanti sottopeso patologico, aumento di peso o obesità.
Ormai da anni e anni la psicologia, la psicanalisi (Freud parla di FASE ORALE nello sviluppo psicofisico di un individuo) la psichiatria hanno capito benissimo che questi pazienti si trovano a dover fronteggiare conflitti irrisolti con le figure parentali, traumi infantili più o meno gravi (talvolta abusi sessuali) e che hanno sviluppato un DISTURBO DELLA PERSONALITA', il più delle volte di tipo BORDERLINE nelle anoressiche-bulimiche.

Molto spesso le pazienti fanno fatica a "collaborare" (ad aprire la bocca e mangiare, insomma), e allora le si punisce. Forse per il loro bene. Ad esempio, a Villa Garda c'era il famigerato TIME OUT se persistevano atteggiamenti che andavano contro il "patto terapeutico" sottoscritto all'ingresso. In poche parole, una paziente in TIME OUT non poteva partecipare alle attività previste, ad esempio la danza che si faceva in palestra due volte la settimana.
Che dire. I medici ti tendono una mano. Si sperimentano modi sempre nuovi di intervento. Il programma di Villa Garda è mutato dal 2003 a adesso.
Ma non ci tornerei mai.
Solo l'idea di dover mangiare quella quantità di cibo mi fa venire il ribrezzo.
Mi guardo allo specchio e mi dico: "mangi e vomiti, sei uno scheletro. Vuoi essere mantenuta in vita con la flebo o il sondino naso-gastrico per la tua cocciutaggine a non vole digerire i bocconi? affar tuo. Ricorda. Lo hai già sperimentato. Sai cosa si prova ad avere una sonda nello stomaco che rilascia quella pappetta beige ad intervalli di tempo regolari."

Patologia trattata
ANORESSIA NERVOSA E BULIMIA NERVOSA.
Punti di forza
AH, CIBI SENZ'ALTRO SUCCULENTI, DELLE VERE E PROPRIE LECCORNIE! (che però non restano nello stomaco).
Punti deboli
INTERVENTO PSICOLOGICO.
ORGANIZZAZIONE DEI "TEMPI MORTI".
ESTREMA RIGIDITA'.
Trovi utile questa opinione? 
06 Aprile, 2012
alessio t.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

ringraziamenti ed auguri

nel settembre del 2009 sono stato ricoverato presso la vs. struttura per riabilitazione dopo un intervento di duplice bypass coronarico. oggi, 6 aprile 2012, vorrei nuovamente ringraziare tutto lo staff. colgo l'occasione per porgervi i miei piu cari e sinceri auguri di Buona Pasqua. ALESSIO T.

Patologia trattata
riabilitazione post intervento di doppio bypass.
Trovi utile questa opinione? 
13 Ottobre, 2011
antonella
Voto medio 
 
4.8
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
5.0

Riabilitazione nutrizionale

UN PO' DEL MIO CUORE E' RIMASTO A "VILLA GARDA".. MI HANNO RIDATO LA FORZA che oramai era rimasta sopita dentro di me... GRAZIE A TUTTI DI VERO CUORE.
UN ABBRACCIO A TUTTA L'EQUIPE DEL REPARTO DI RIABILITAZIONE NUTRIZIONALE PER OBESITA'!! Un pezzo del mio cuore è rimasto a VILLA GARDA!
A PRESTO.. ANTONELLA TRUPO!

Patologia trattata
OBESITA'.
Punti di forza
VEDERE COME I MEDICI E TUTTO LO STAFF CREDE IN CIO' CHE FA....
Punti deboli
LA GESTIONE DEL TROPPO TEMPO LIBERO!!!
Trovi utile questa opinione? 

Altri contenuti interessanti su QSalute