Centro trapianti cuore Papa Giovanni XXIII Bergamo

Centro trapianti cuore Papa Giovanni XXIII Bergamo

 
2.3 (1)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto Centro trapianti di cuore dell'Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo, situato in Piazza OMS 1, ha come Direttore il Dott. AMEDEO TERZI, anche responsabile dell'Unità Chirurgia dei Trapianti. Il reparto ha lo scopo di fornire al paziente con scompenso cardiaco terminale un’opzione terapeutica ad ampio spettro in collaborazione con i reparti di Cardiochirurgia, Cardiologia e Cardiologia Interventistica, che potrebbe essere la terapia chirurgica della cardiopatia ischemica avanzata, l’assistenza ventricolare meccanica o il trapianto cardiaco. Centro di riferimento nazionale per il trapianto di cuore pediatrico e per il paziente con patologia congenita, la struttura vanta le seguenti aree di eccellenza: Trapianto cardiaco pediatrico; Trapianto cardiaco per pazienti con patologia congenita; Impianto di sistemi di assistenza ventricolare per pazienti pediatrici e adulti.

Recensioni dei pazienti

1 recensioni

Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0  (1)
Assistenza 
 
2.0  (1)
Pulizia 
 
3.0  (1)
Servizi 
 
2.0  (1)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.3
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
2.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Calo di qualità

Come da titolo, inutile nascondere che la qualità dei servizi e dei medici negli anni è nettamente calata.
Sì, ospedale moderno e all'avanguardia, ma questo non basta a giustificare la carenza di organizzazione di cui sta peccando parecchio il centro trapianti in questo periodo.
Date delle visite di controllo fissate in giorni sbagliate (con relative perdite di tempo e soldi per gli spostamenti inutili!!), spedizione di referti/esami a indirizzo vecchio pur avendo comunicato da 1 ANNO e MEZZO quello nuovo, totale disorganizzazione anche per gli interventi programmati e taglio alla segreteria con evidenti difficoltà a rintracciare qualcuno con cui parlare in caso di problemi.
Medici poco disponibili, ormai le figure veramente professionali rimaste si contano sulle dita di mezza mano. Totale assenza di screening e suggerimenti per evitare l'insorgere di tumori, totale abbandono quando si cerca un figlio e si domanda loro qualche informazione (scarica barile esagerato senza troppe spiegazioni). Insomma, fatto il trapianto, poi si è solo numeri.

Patologia trattata
Trapianto di cuore.




Altri contenuti interessanti su QSalute