Oncologia Papa Giovanni XXIII Bergamo

 
3.3 (7)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Oncologia dell'Azienda Ospedaliera Papa Giovanni XXIII di Bergamo, situato in Piazza OMS 1, ha come Direttore il Dott. Carlo Alberto Tondini. Il reparto segue in degenza pazienti adulti affetti da neoplasie solide, che necessitano di indagini strumentali, monitoraggio di interventi di radiologia interventistica o terapie oncologiche e che, per motivi clinici o territoriali, non sono in grado di effettuare questi interventi a livello ambulatoriale. In regime ambulatoriale vengono seguiti i pazienti adulti che necessitano di terapie oncologiche da somministrarsi per via endovenosa o da fornirsi per la somministrazione orale a domicilio: trattamento chemioterapico dei pazienti adulti affetti da neoplasie solide, terapie di supporto ai trattamenti antiblastici, monitoraggio della risposta ai trattamenti antitumorali e delle eventuali tossicità, procedure invasive semplici (paracentesi, toracentesi, rachicentesi, biopsia osteomidollare, rimozione catetere venoso centrale tipo Groshong). Fanno parte dell'equipe i dirigenti medici Ermenegildo Arnoldi, Anna Cecilia Bettini, Lucia Bonomi, Tommaso Bosetti, Alessandra Chirco, Andrea Di Croce, Vittoria Fotia, Laura Ghilardi, Barbara Merelli, Caterina Messina, Laura Milesi, Cecilia Moro, Stefania Mosconi, Giorgia Negrini, Paola Lucia Poletti, Elena Rota Caremoli, Cristina Tasca, Alberto Zambelli.

Recensioni dei pazienti

7 recensioni

 
(1)
 
(2)
 
(2)
 
(2)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
3.3
 
3.3  (7)
 
3.2  (7)
 
4.0  (7)
 
2.6  (7)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
3.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
1.0

Aspettare tre ore per una infusione è disumano

Oggi, 4 giugno 2020, sono tre ore che aspetto per una terapia infusionale in oncologia.
Dicono che non c’e posto e che bisogna avere pazienza.
Per un malato oncologico tre ore seduto su di una sedia è umano, secondo voi??
Se questa è la sanità migliore in Italia, non oso pensare cosa succeda altrove.
Sicuramente questo commento non servirà a migliorare la situazione.

Patologia trattata
Tumore alla mammella al quarto stadio.


Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Esperienza presso l'oncologia

Penso che dipenda tutto dal medico a cui si è stati assegnati.. non si ha un medico fisso (cosa a mio giudizio fortemente sbagliata) e nel mio caso ho avuto a che fare con 3 medici diversi... Giusto fare nomi: la dott.ssa Milesi e la dott.ssa Poletti le ho trovate molto gentili, non frettolose e pronte a rispondere ad ogni mia domanda... La mia esperienza e' positiva.
A volte ho trovato solo alcuni infermieri sgarbati e con una faccia arcigna: vorrei ricordare loro che la cosa di cui si ha più bisogno in un reparto del genere e' un bel sorriso e magari una mano su una spalla...

Patologia trattata
K mammario.
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
3.0
Servizi 
 
2.0

Non consiglio la struttura

Concordo pienamente con il pensiero e l'esperienza di coloro che hanno qui scritto il loro commento riguardo la loro esperienza negativa. Manca ciò che è essenziale... l'umanità nel malato. Ottimo il servizio sanitario degli infermieri, ma ritengo molto, molto negativo il servizio di alcuni medici. Questo che scrivo non è rabbia dettata dalla morte di mio padre venuta in seguito, ma piuttosto vuol essere semplicemente un modo per far sí che le cose cambino. A che serve un medico se è capace solo di ordinare farmaci, quando dentro è vuoto di quello che è più importante?

Patologia trattata
Carcinoma polmonare.


Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Eccellenza

UNA SOLA PAROLA: "MASSIMA Eccellenza".
Un particolare ringraziamento per la dott.ssa STEFANIA MOSCONI, la dott.ssa MORO C. e le infermiere per la
professionalità ed assistenza dimostrate.

Patologia trattata
Carcinoma colon con metastasi fegato (risolto positivamente).
Voto medio 
 
2.8
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
3.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
1.0

Reparto oncologia

Medici poco professionali, poco chiari e maleducati! Aspetto psicologico assente. In base alla mia esperienza personale, non consiglierei questo reparto.

Patologia trattata
Adenocarcinoma.
Voto medio 
 
2.0
Competenza 
 
2.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
1.0

Nessuna attenzione all'aspetto umano

Sono stata operata nel 2010 per un tumore al seno e sono rimasta davvero delusa dalla struttura: poche spiegazioni e nessuna attenzione all'aspetto psicologico (allora avevo 33 anni e mi sono state date solo vaghe spiegazioni sulle terapie e sugli effetti collaterali).
Le visite di controllo poi, molto superficiali e sbrigative: il dott. Arnoldi all'ultima visita mi ha prescritto una lastra ai polmoni recente, non accorgendosi che il primo esame consegnatogli era una Rx torace. Aveva talmente fretta che non mi ha lasciato il tempo di farglielo presente. Lo stesso medico lo scorso anno, alla richiesta di potermi fare la puntura mensile, al termine della visita mi ha risposto "c'è qui il suo compagno, gliela può fare lui".

Patologia trattata
K mammella.
Voto medio 
 
4.0
Competenza 
 
4.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Oncologia

Ottimo ospedale ed ottimo reparto, ottima la pulizia, il servizio e la competenza. Personale infermieristico gentile, educato e competente, oltre che umano. Chi si lamenta non ha provato altri ospedali o ha troppe pretese.

Patologia trattata
Tumore seno.


Altri contenuti interessanti su QSalute