Ematologia Oncologico Bari

 
4.8 (15)
Scrivi Recensione
Reparto
Il reparto di Ematologia dell'Istituto Tumori Giovanni Paolo II di Bari - Ospedale Oncologico, situato in Viale Orazio Flacco 65, ha come Direttore il Dott. Attilio Guarini. Il reparto è dotato di 10 posti letto di degenza ordinaria di cui 8 di degenza semi-intensiva (stanze a 2 letti) e 2 in una unità sterile dotata di 2 stanze con letto singolo condizionate con trattamento dell’aria con filtri assoluti per l’attività trapiantologica con cellule staminali emopoietiche. Si occupa principalmente delle seguenti patologie: mielomi, leucemie, linfomi Hodgkin, linfomi non Hodgkin, sindromi mieloproliferative, piastrinopenie, sindromi dismielopoietiche. In regime ambulatoriale la struttura esegue visite ematologiche, agoaspirato midollare, agoaspirato linfonodale, valutazione citomorfologica di sangue periferico- midollo- versamenti, rachicentesi diagnostico terapeutica, chemio- immunoterapia. Fanno parte dell'equipe dell'unità operativa i dirigenti medici Dr.ssa Angela Iacobazzi, Dott. Antonio Rana, Dott. Giacomo Loseto, Dott.ssa Carla Minoia, Dott.ssa Vincenza De Fazio, Dott. Paolo Di Tonno, Dott. Sabino Ciavarella.

Recensioni dei pazienti

15 recensioni

 
(13)
 
(1)
 
(1)
2 stelle
 
(0)
1 stella
 
(0)
Voto medio 
 
4.8
 
4.7  (15)
 
4.9  (15)
 
4.9  (15)
 
4.8  (15)

Filtra per malattia, intervento, sintomo

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento

Un elogio e un ringraziamento ad una struttura diretta dal professor Attilio Guarini (grande padre) dove mio figlio, oltre a trovare tutte le competenze in campo oncoematologico, è stato accolto come se fosse una grande famiglia... É stata un'esperienza, come dice mio figlio, "di vita". Io come mamma di Donato, un ragazzo di 22 anni, credo che di vite alcune volte ce ne siano più di una, non finirò mai di ringraziare l'oncologico, dagli OSS alle infermiere Katia, Tina, Antonella, per l'amore con cui svolgono il loro lavoro, alla dolcissima dottoressa Carla Minoia, al dott. Giacomo Loseto e infine al mitico dott. GUARINI, che dal primo giorno non ci ha mai lasciati soli...
GRAZIE PROF.
La mamma di Donato.

Patologia trattata
Linfoma di hodgkin 3° stadio.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto al Top

Sono stata curata in questa struttura dove ho effettuato 9 infusioni di ABVD per linfoma di hodgkin classico (le ultime 3 ho dovuto farle presso k'ospedale di Verona per problemi di famiglia). Ho l'ultima infusione giovedì e dopo farò radio in questo meraviglioso ospedale che mi ha dato tanto. Questo ospedale rappresenta per me non solo la struttura che mi sta salvando la vita ma molto di più. Il reparto di ematologia é, a mio parere, efficientissimo. Ho effettuato le ultime chemio a Verona quindi sono in grado di fare un confronto con cognizione di causa e a mio parere non ha nulla da invidiare alle strutture del nord, anzi. A Verona mi sono sentita meno paziente ma più numero. Questo ospedale é una eccellenza e chi ci lavora mi rimarrà nel cuore per sempre. A partire dalle infermiere, Tina e Antonella, che mi hanno trattata come una figlia, mi hanno fatta sentire coccolata e a casa. Seguono i medici, tutti disponibilissimi e il primario, il dottor Guarini, una gran bella persona. Che dire, non avrei potuto trovare di meglio! Spero di tornarci non da paziente ma da ex paziente!

Patologia trattata
Linfoma di Hodgkin secondo stadio B.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

La sanità pubblica che funziona!!!

Quasi al termine del mio percorso per sconfiggere un linfoma di Hodgkin classico, dopo ben 10 infusioni (me ne mancano 2) e sperando in una remissione completa, posso dare un giudizio a questo reparto dell'IRCCS Giovanni Paolo II. Direi a dir poco eccezionali. Vorrei ringraziare tutti coloro che ogni giorno compiono il loro lavoro con passione e dedizione. Ringrazio la dottoressa Minoia, in primis, per la competenza, la comprensione e l'umanità. Ringrazio i suoi "alternativi" che mi hanno seguito, il dottor Loseto e la dottoressa L'Erario. Ringrazio le infermiere "di infusione" Katia, Tina e Antonella e ringrazio il "tuttofare" Vito. Vorrei anche tirare in ballo il resto dell'ospedale e ringraziare la anestesista Garofalo per la sua pazienza in particolare (Picc messo 3 volte) e le infermiere dell'ambulatorio per il lavaggio dei cvc (competenti e simpaticissime). Ospedale nel complesso efficientissimo, ricco di persone con tanto cuore e svolgenti il proprio lavoro in modo sublime.
Grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie grazie.

Patologia trattata
Linfoma di Hodgkin classico.

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottima Sanità all'I.R.C.C.S. Giovanni Paolo II

Mi permetto di disturbare poiché in questo momento particolare in cui spesso si legge di casi di malasanità, mi corre l’obbligo di segnalare la mia esperienza presso l’ I.R.C.C.S. Ospedale Oncologico Giovanni Paolo II qui a Bari.
A fine Gennaio scorso mi sono ritrovata catapultata in quel “mondo parallelo” che è la realtà del malato oncologico.
Dopo una visita effettuata presso l’Oncologico, e capita immediatamente la gravità del mio linfoma, i medici si sono premurati di farmi fare tutti gli esami necessari con la massima velocità possibile.
Cosa che, tra l’altro, ho visto fare con tutti i malati ricoverati nel mio stesso periodo, in quei casi ove la velocità era necessaria.
Sono stata ricoverata dal 10 Marzo al 23 Aprile (ben 45 giorni) e prevedo di dovervi soggiornare per lungo tempo ancora con piccole “vacanze” a casa
Mi complimento per le scelte operate da chi di dovere, vista l’eccellenza del personale medico (Dott. Guarini, Dott. Loseto, Dott. Rana, Dott.ssa Iacobazzi, Dott.ssa De Fazio e altri medici di cui per ora mi sfugge il cognome) per gli infermieri professionali e OO.SS., ivi compreso il personale della ditta H2O (Francesco, Paola, Stefania, Leo, Marta, Maria, Carmine, Oriana, Giuseppe, Michele, Nicola, Eljona, Grazia, Maria, Angelo, Rina, Katia, Antonella, Antonella, Maria, Eva, Nicola, Marta, Angela ed altri ancora a cui chiedo scusa per non averli menzionati).
Personale, TUTTO, per cui siamo persone e non “casi clinici”, attenti, precisi, disponibili,
In 45 giorni mai una parola fuori posto, un tono più alto, una scortesia. MAI!!
Nei momenti più terribili del mio protocollo chemioterapico (SMILE credo uno dei più pesanti) l’infermiera di turno mi ha “coccolata” fino a farmi addormentare spossata, e nei momenti necessari, il medico, se pur non in servizio, viene a controllare il benessere dei pazienti che nel corso della giornata hanno avuto momenti difficili.
Ho visto personalmente la disponibilità e la gentilezza del personale nei confronti di tutti i degenti, compresi quelli un po’ “altezzosi” e convinti di dover avere tutti “al proprio servizio”.
Anche in quei casi sono stati tutti gentili e disponibili, facendo sentire a noi TUTTI quasi il calore di una seconda famiglia.
Sarà questa un’isola felice?
Non lo so, ma combattere il “mostro” in un ambiente come questo, aiuta sicuramente nella battaglia dando una possibilità in più per vincere.
Ringrazio per l’attenzione che vorrete prestarmi, mi scuso per l’eventuale disturbo arrecato, ma sentivo come mio preciso dovere mettere in risalto questo caso di Ottima Sanità e ringraziare pubblicamente tutti.

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin a cellule T/NK nasal-type.
Voto medio 
 
4.3
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
3.0

A volte si vince!

Il 30 giugno 2015 sono nata a nuova vita. Il controllo periodico per leucemia linfatica cronica, a distanza di un anno e mezzo dalla chemio, ha evidenziato la completa remissione della malattia!!!! Sono stata seguita prima dal dott. Pugliese, poi dalla dr.ssa De Paolis e negli ultimi mesi dalla dr.ssa Fadda: tutti professionalmente molto competenti, esaustivi nelle mille domande rivoltegli, disponibilissimi (in modo particolare la Dr.ssa De Paolis, che dal primo momento mi ha fornito il numero del suo cellulare!) e molto umani. Un grazie particolare agli infermieri della sala infusione... Antonio, Lucia, Antonietta e gli altri: splendidi, professionali, perfetti nell'assistenza e nel farmi sorridere.. nonostante tutto. Per adesso sono fuori dalla malattia; se dovesse tornare so come affrontarla e su chi contare: lo staff del 5° piano del Giovanni Paolo II°! Grazie ancora.

Patologia trattata
Leucemia linfatica cronica.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamento

Mattino del 30 dicembre, allo spirare dell’anno 2014, la dott.ssa Angela Iacobazzi è, come al solito, al suo posto di lavoro. Mi visita come sempre con la sua alta professionalità e disponibilità. Affabile, sorridente per nulla affaticata, né tantomeno frettolosa nel visitare i pazienti, pur numerosi, riesce a dedicare ad ognuno il giusto tempo. Ancora grazie, gentile dottoressa.
Agata

Patologia trattata
Mielofibrosi + Trombocitemia + Linfoma non Hodgkin.
Voto medio 
 
3.3
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
4.0
Pulizia 
 
4.0
Servizi 
 
4.0

Clamoroso errore medico

Ho avuto, diciottenne, la somma sfortuna di finire ricoverato in questo reparto a seguito di un'emocromo sbagliato che segnalava blasti, quindi leucemia. Dopo aver appurato che il midollo era sano, i medici si sono orientati verso un linfoma di stadio avanzato (avendo io linfonodi gonfi, milza di 19 cm., febbre e sintomi tipici), in particolare il dott. Antonio Rana. Sono stato sottoposto a vari esami: TAC, biopsia delle tonsille, ecografie.

L'odissea è durata quasi un mese, fra luglio e agosto 2013. Sono stato dimesso in seguito ad improvvisa e repentina remissione di tutti i sintomi: scoppiavo di salute. Ulteriori analisi dimostravano che qualunque patologia avessi avuto era svanita. Ma la diagnosi ancora latitava. Alla fine, è stato il centro S. Orsola di Bologna a risolvere l'enigma: mononucleosi infettiva.
Adesso sto meglio di prima e, per di più, studio medicina.

È stato un errore clamoroso, inaccettabile da un'unità d'eccellenza come questa è pubblicizzata. Probabilmente dovuto alla forte deformazione professionale di chi tratta esclusivamente linfomi, visti i sintomi simili. Non ho voluto, pur potendo, sporgere denuncia perché volevo andare avanti con la mia vita dopo quell'incubo. Non mi sento comunque di sconsigliare il reparto: probabilmente il mio è stato un caso tanto eccezionale quanto sfortunato. Tanta la disponibilità da parte dei medici e del personale infermieristico. Cito il primario Guarini, la vice Iacobazzi, Rana e Loseto, per quanto nell'errore più clamoroso, oggettivamente erano sempre gentili e comprensivi; le due specializzande mi sembravano invece decisamente sprovvedute ("mangia perché quando farai la chemio vomiterai").
Spero gli sia servito di lezione. Ogni tanto immagino che, adesso, ogni paziente che si presenta riceva automaticamente un mono-test.

Patologia trattata
Mononucleosi infettiva, diagnosi erronea di leucemia e linfoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ottimo approccio

Sono arrivato a questo reparto dopo aver vagato per circa un anno tra gli ospedali di Taranto e provincia a causa di linfonodi sospetti.
L'approccio del personale medico è stato professionale e approfondito, come non era mai avvenuto con tutti gli altri medici che mi avevano sottoposto a visita (anche privata) in precedenza. La dottoressa in questione mi ha aperto una "cartella clinica" fotocopiandosi i referti degli esami ed analisi che avevo fin quì eseguito - di certo un segno di grande fiducia verso il paziente- proseguendo con domande approfondite su tutto quello che riguardava la malattia.
Prossimamente tornerò presso questo nosocomio per ulteriori valutazioni ma, come da titolo, la prima impressione è stata ottima.

Patologia trattata
Linfonodi inguinali di ndd.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Dottori qualificatissimi

Ottimo reparto sotto ogni punto di vista. Grande il DOTT. GUARINI!

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Grande sorpresa.

Il 31 gennaio 2014 e' stato il giorno in cui la mia vita e' cambiata totalmente. Dietro consiglio del mio medico curante, sono recata nel reparto di ematologia dell'istituto Giovanni Paolo secondo di Bari per alcuni linfonodi gonfi al collo ed all'inguine. Sento di poter consigliare chiunque dovesse, malauguratamente, trovarsi faccia a faccia con un problema ematologico, di rivolgersi alle stesse persone che stanno curando me. Persone straordinarie che fanno della loro professione una vera e propria missione, che si mettono a completa disposizione del malato donandogli comprensione, competenza e affetto. In particolare voglio ringraziare il dott. Loseto che mi sta seguendo dal primo giorno, ottimo professionista, disponibile ed esauriente, il quale ha cominciato a curarmi e dopo la prima infusione, abbiamo riscontrato gli effetti positivi della cura da lui scelta per la mia malattia. Purtroppo però ho sentito dire che gli incompetenti che ci governano vorrebbero chiudere questa validissima struttura ed io mi sento in dovere di dissentire con questo loro pensiero con tutta me stessa, auspicando che ciò non avvenga per nessun motivo al mondo!

Patologia trattata
Linfoma non hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto ematologia

Buongiorno, mi chiamo Angela Carbonara e da qualche mese sono in cura c/o il reparto di ematologia.
Devo dire sinceramente che non ho mai avuto una assistenza migliore, sia sotto il profilo medico che dal lato umano.
Ho fatto il prelievo del midollo osseo e volevo ringraziare tutte le infermiere che sono state accanto a me per tranquillizzarmi; un grazie particolare all'infermiera Marianna che mi ha tenuto la mano per tutto il tempo! Un ringraziamento infinito al Dott. Guarini per la sua disponibilità!

Patologia trattata
Gammopatia monoclonale.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Parliamone

Sono in cura da diversi anni preso il reparto ematologia dell’ospedale oncologico ”Giovanni Paolo II” di Bari. Vorrei menzionare uno ad uno i medici e gli infermieri che in questi anni mi hanno seguita ma, nel timore di ometterne alcuno, esprimo i miei ringraziamenti a tutta l’equipe medica e infermieristica del reparto ematologico per la competenza, la serietà, l’affettuosa comprensione, la totale disponibilità con cui mi segue. Di recente sono stata ricoverata ed operata presso il medesimo ospedale oncologico nel reparto di otorinolaringoiatria. Raramente si riscontra negli ospedali, insieme alla professionalità, quel senso di umanità, disponibilità, comprensione nei confronti dei pazienti! E questo da parte di tutti.

Patologia trattata
Trombocitosi idiopatica + Linfoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Altissima professionalità

In questo reparto ho trovato medici validissimi, attenzione e cura al paziente, organizzazione e professionalità in ogni componente dello staff, sia medico che non.
Professionisti che fanno del proprio lavoro una missione, come pochi ormai.
Il mio parere è dato come paziente e come medico, professione che svolgo da quasi 25 anni, che ha avuto l'opportunità di lavorare e conoscere molti ospedali, anche all'estero.
Gianluca Cornacchia

Patologia trattata
Linfoma.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Competenza

Nell'ottobre 2010 ho scoperto di avere un linfoma non Hodgkin e mi hanno consigliato di andare in cura dal prof. Guarini, che è il primario del reparto di ematologia della nuova struttura "istituto oncologico Giovanni paolo II " di Bari.
La serietà e la professionalità, nonchè l'umanità di tutto il personale del reparto, è stata davvero eccellente!!!
Trovare tanta accoglienza, in un momento così particolare della mia vita, in una struttura del genere, per me è stata una sorpresa e tutto questo mi ha aiutato a superare giorno dopo giorno la malattia fino alla remissione completa.
Consiglio profondamente, a chi purtroppo riscontra nella propria vita questo tipo di malattia, di affidarsi completamente a loro perchè non si potrebbe essere in mani migliori...
Un ringraziamento particolare dal più profondo del mio cuore va alla dottoressa Iacobazzi e al dottor Attilio Guarini...
Grazie infinite!!!
Arianna Masiello

Patologia trattata
Linfoma non Hodgkin.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Struttura consigliata

nel maggio 2007 mi hanno riscontrato un tumore "linfoma di hodgkin", così mi consigliarono di curarmi presso la struttura ospedaliera Mater dei a Bari, dove ho avuto la possibilita' di conoscere il dottor Guarini e la dottoressa Iacobazzi, medici professionali e umili. Grazie alle loro cure e alla loro disponibilita' sono riuscita a sconfiggere la mia malattia. Non ci sono parole per commentare la professionalita' e la serieta' sia dei medici che delle infermiere Maria e Tina, erano e sono tutt'ora disponibilissimi per qualsiasi domanda o problema. E' stato un viaggio duro sicuramente da affrontare, ma alla fine l'equipe medica lascia un bel ricordo. I loro sorrisi sono la forza che danno per andare avanti...
Io personalmente vi consiglio di rivolgervi a loro :-)

Patologia trattata
linfoma hodgkin.


Altri contenuti interessanti su QSalute