Epidemiologia dei Tumori Ospedale Novara

Epidemiologia dei Tumori Ospedale Novara

 
0.0 (0)
Scrivi Recensione
Il reparto di Epidemiologia dei Tumori dell'Ospedale Maggiore della Carità di Novara, è una delle strutture che costituiscono il centro di riferimento per l’epidemiologia e la prevenzione oncologica in Piemonte (CPO-Piemonte). Attività svolta: Valutazione del rischio cancerogeno nell’ambiente di vita e di lavoro; Ricerche epidemiologiche sulla frequenza e sull’eziologia del cancro e studi sulla sopravvivenza; Ricerche epidemiologiche sulle neoplasie associate ad esposizione ad amianto, in particolare gli studi nell’area di Casale Monferrato; Ricerche epidemiologiche sulle neoplasie in età infantile e dell’adolescenza; Sviluppo di modelli dinamici per lo studio delle malattie infettive microparassitarie; Studio epidemiologico dell’infezione da HPV e dell’insorgenza del carcinoma della cervice uterina; Collaborazione con il servizio regionale per il controllo della tubercolosi umana; Ricerche di epidemiologia biochimica e genetica, in collaborazione con altri centri di ricerca dell’università del Piemonte orientale; Supporto metodologico per gli interventi di prevenzione primaria e secondaria (screening) dei tumori. Il professor Corrado Magnani è il coordinatore del comitato tecnico per lo screening prevenzione Serena del Dipartimento 5 (Province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola); Valutazione della qualità dell’assistenza oncologica e valutazione dell’estensione dell’applicazione di protocolli diagnostici e terapeutici sulla popolazione; Supporto metodologico ed organizzativo per il disegno, la conduzione e l’analisi dei dati di studi clinici. Fa parte dell'equipe medica la Dott.ssa Daniela Ferrante.

Recensioni dei pazienti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.


Altri contenuti interessanti su QSalute