Pneumologia Ospedale Careggi

 
5.0 (2)
Scrivi Recensione
Il reparto di Pneumologia e Fisiopatologia toraco-polmonare dell'Ospedale Careggi di Firenze, situato in Via delle Oblate 1, ha come Direttore responsabile il Prof. Federico Lavorini. Il reparto si interessa a livello ambulatoriale e di ricovero di tutte le condizioni patologiche polmonari. Fanno parte dell'equipe medica dell'unità operativa i dirigenti medici Marina Amendola, Annika Augustynen, Elena Bargagli, Stefania Bertini, Gianna Camiciottoli, Salvatore Cardellicchio, Chiara Cresci, Katia Ferrari, Giovanni Fontana, Roberta Ginanni, Anna Maria Grosso, Cinzia Lo Conte, Nazzarena Maria Maluccio, Tiziano Martini, Gianni Misuri, Francesco Perri, Teresa Renda, Elisabetta Rosi, Donatella Tozzi, Giuseppe Villella.

Recensioni dei pazienti

2 recensioni

Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0  (2)
Assistenza 
 
5.0  (2)
Pulizia 
 
5.0  (2)
Servizi 
 
5.0  (2)
Voti (il piu' alto e' il migliore)
Competenza
Assistenza
Pulizia
Servizi
Commenti
Informazioni
Inviando il modulo si dichiara che quanto scritto corrisponde al vero e si assume responsabilita' legale in caso di commenti falsi. L'invio di commenti non veritieri positivi o negativi costituisce reato.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Reparto pneumologia ottimo

Grazie a tutti, dai medici agli infermieri, dagli Oss agli addetti alle pulizie. Bravi, competenti ed assistenza meravigliosa.
Un ringraziamento particolare alla dottoressa Maria Maluccio ed alla dottoressa Bambina.

Patologia trattata
Asma grave.
Voto medio 
 
5.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Ringraziamenti

Sono Elena, la moglie di Raoul, ricoverato in subintensiva, poi in extremis nel reparto del dott. Misuri, sotto il dott. Giuseppe Villella, da lunedì 20 gennaio a sabato 25. È stato ricoverato d'urgenza per una bruttissima polmonite, enfisema e collasso polmonare. Venerdì Raoul, 77 anni, è stato sedato, sabato 25 gennaio alle 8.53 non c'era più.
È tremendo, non si può accettare dopo 46 anni di troppo amore, anche se troppo non è mai troppo.
Il dott. Villella ha fatto di tutto, anche di più. Per questo non potrò mai ringraziarlo abbastanza. Io, invalida, quando arrivavo nel reparto mi sentivo protetta da lui. Ha fatto tutto quello che poteva, perché lo strazio non potesse essere oltre misura. Non è riuscito, ma non per colpa sua. Lui è stato BRAVISSIMO, competente, di una grande umanità.
Un solo pensiero, il quale come un coltello punta continuamente. Sono, siamo convinte, che Raoul non c'è più, SI, per una polmonite gravissima, ma anche per il Coronavirus. In quel periodo del suo ricovero la Cina ancora non parlava, dopo due settimane dalla sua sedazione c'erano già tutti i focolai anche da noi.
L'avessero saputo???
Grazie di cuore a voi tutti.

Patologia trattata
Collasso polmonare, enfisema.


Altri contenuti interessanti su QSalute