Dettagli Recensione

 
Ospedale Umberto I di Ancona
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
1.0
Assistenza 
 
1.0
Pulizia 
 
5.0
Servizi 
 
5.0

Delusione

Il giorno 20 settembre 2014 ho subìto un infortunio domestico con amputazione della punta del quarto dito della mano sinistra.
Ad aprile 2015, su consiglio di un conoscente, mi reco all'ospedale Torrette di Ancona dove dietro lauto compenso vengo visitato dal dott. Di Benedetto, direttore del reparto di chirurgia plastica e ricostruttiva. La risposta e' stata positiva per una ricostruzione dell'apice del dito, ma dopo aver subìto due interventi con tecnica "Cross finger" seguiti da venti giorni di immobilizzazione del dito medio e anulare, mi sono ritrovato con un unghia incurvata peggio di quando non ero stato operato, un dito anulare giudicato "inguardabile" da due ortopedici della mia zona (e sinceramente e' un dito esteticamente da film horror), ed una funzionalita' post intervento chirurgico peggiorata.
Dopo aver cortesemente chiesto spiegazioni al professore, sono stato trattato malamente e addirittura mi e' stato detto che il lato estetico non era stato preso da lui mai in considerazione (purtroppo pero' anche il lato funzionale e' peggiorato). Sono rimasto altresì deluso dalla poca disponibilità' di colloquio del personale medico di questo reparto, dove spicca la sola cordialità' della dott.ssa Elisa Bolletta.

Patologia trattata
Amputazione dito con perdita di sostanza.
Operazione chirurgica "cross finger".

Commenti

 
 
Per Ordine 
 
 
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute