Dettagli Recensione

 
Ospedali e case di cura a Napoli
Voto medio 
 
3.0
Competenza 
 
5.0
Assistenza 
 
5.0
Pulizia 
 
1.0
Servizi 
 
1.0

Una eccellenza in una struttura in degrado

Con reparti di eccellenza quale quello di chirurgia vascolare, perchè non possiamo avere un ospedale degno di questo nome?
Questo non è il mio solo parere, che potrebbe essere di parte, ma è il parere di tutti quelli che sono stati curati da questa unità di eccellenza. Il mio è un grazie di cuore alla vostra grande professionalità, ma ancor di più alla vostra umanità.

Patologia trattata
.
Patologia trattata
Occlusione dell'aorta surrenale con interessamento delle iliache femorali.
Punti di forza
Il reparto di chirurgia vascolare diretto dal DOTT. FRANCESCO PIGNATELLI, con i suoi DIRIGENTI, DOTT.SSA E. BARONE, DOTT. G. CIOFFI, DOTT. A.S. D'AMODIO, DOTT. G. MAURELLI, DOTT. P. NATAL, DOTT.SSA R. PATERNI, DOTT. G. SANTANIELLO, DOTT. M. TATAFORE, DOTT G.A. VENERUSO.
Ai dottori vanno aggiunti gli infermieri, professionali ed umani.
Punti deboli
Purtroppo ce ne sono molti: struttura fatiscente; mancanza di personale infermieristico e personale ausiliario (per cui si vedono infermieri che devono trascurare il malato perché devono servire il pranzo, o cambiare un letto, tutto con personale sotto organico).

Commenti

2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
Per Ordine 
 
Inviato da Ferrieri Giancarlo
26 Giugno, 2014
Per quanto mi riguarda, il reparto di Chirurgia vascolare (ospedale dei pellegrini vecchio Napoli) è un reparto privo di sensibilita' umana, la loro funzione si limita strettamente alla operativita' meccanica del chirurgo vascolare, trascurando, anzi, ignorando, l'aspetto psicologico del paziente. Un reparto a mio dire doloroso, gestito con la semplicita' di chi al posto del cuore ha il vuoto! L'indifferenza a cui si assiste e' imbarazzante, una umanita' essenziale quanto basta per poter portare avanti il compito di medico.
Ferrieri Giancarlo
Inviato da Maria Rosaria mansi
17 Giugno, 2015
Banale incidente domestico, mi sono recata al pronto soccorso dell'ospedale Pellegrino, la struttura è fatiscente è vero, ma sono stata vista da una gentile ed ottima infermiera, ho ricevuto due punti di sutura da un bravissimo Attilio Perrotta, il tutto in 5 minuti. In qualunque pronto soccorso nel mio paese di origine, Inghilterra, avrei aspettato molto di più. Grazie.
2 risultati - visualizzati 1 - 2  
 
 

Altri contenuti interessanti su QSalute